FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Serie A, tutte le emozioni della 26esima giornata

Le foto più belle dai campi del nostro campionato

ROMA-PALERMO 5-0
Finisce in trionfo per la Roma la giornata che ha visto la rottura tra Spalletti e Totti. Con il capitano in tribuna, i giallorossi hanno demolito 5-0 il Palermo nel posticipo serale della ventiseiesima giornata di Serie A. Dopo i cori pro-Totti, i giallorossi si sono scatenati andando in vantaggio con Dzeko al 30' (bis all'89') e dilagando nella ripresa con il gol di Keita (52') e la doppietta di Salah (60' e 62'). Un quarto d'ora per Strootman.


FROSINONE-LAZIO 0-0

Frosinone e Lazio non trovano la seconda vittoria consecutiva e chiudono 0-0 il primo posticipo della 26.ma giornata di serie A. Partita equilibrata nel primo tempo ma pochi tiri. Nella ripresa squadre più lunghe, Frosinone vicino al gol con Blanchard ma è di Milinkovic-Savic l'occasione migliore: Leali è reattivo sulla girata di testa al 33'. La Lazio rallenta la rincorsa europea, ciociari a -2 dalla Sampdoria.


ATALANTA-FIORENTINA 1-3

Atalanta-Fiorentina 2-3. Tre punti pesanti, e anche meritati, per Paulo Sousa che si garantisce il terzo posto. Non male l'Atalanta, che ha ceduto quando sono entrati in campo Kalinic e Borja Valero. Partita equlibrata fino al 22' st, quando Mati Fernandez di testa porta in vantaggio la Viola. E ultimi dieci minuti di fuoco coi gol di Tello, Conti, Kalinic e Pinilla. Espulso Conti al 92' per doppia ammonizione.


TORINO-CARPI 0-0
Finisce in parità la partita tra Torino e Carpi, che chiudono senza reti una sfida non troppo bella e povera d'emozioni. All'Olimpico, la squadra di Ventura prova a fare la partita ma non riesce a sfondare la resistenza degli emiliani, che ci provano esclusivamente in ripartenza. I granata hanno una grande chance al 77', ma il calcio di rigore di Maxi Lopez viene parato da Belec.


SASSUOLO-EMPOLI 3-2
Due cartellini rossi, cinque gol e tanto spettacolo. Il Sassuolo trova il primo successo nel girone di ritorno e lo fa ai danni dell'Empoli dopo una partita ricchissima di emozioni: dopo l'espulsione di Missiroli al 31esimo, sono i toscani a passare per primi con Zielinski ma il rosso a Tonelli e la rete di Berardi chiudono la prima frazione in perfetta parità. Nella ripresa doppietta di Defrel prima del rigore siglato da Maccarone. Finisce 3-2.


GENOA-UDINESE 2-1

Il Genoa vince in rimonta la sfida salvezza contro l'Udinese e inguaia Colantuono, che non conquista i tre punti dal giorno della Befana (2-1 all'Atalanta). Partono forte i rossoblù, ma sono i friulani a passare al 32' con un punizione di Adnan (complice Perin). Nella ripresa prima Cerci pareggia su rigore al 12' (fallo di mano di Zapata), poi Laxalt effettua il sorpasso al 25'. Perin para rigore a Di Natale al 90' (fallo di Izzo su Thereau).

Serie A, tutte le emozioni della 26esima giornata

INTER-SAMPDORIA 3-1
Nel terzo anticipo della 26.ma giornata, l'Inter supera la Sampdoria e torna a vincere sotto gli occhi di Mourinho, presente in tribuna. A San Siro finisce 3-1 per i nerazzurri, che sbloccano il match con D'Ambrosio (23') prima di trovare il bis grazie al colpo di testa di Miranda (57'). A chiudere i conti ci pensa Icardi, bravo a infilare Viviano di sinistro (73'). Nel finale arriva l'inutile rete di Quagliarella (92').


VERONA-CHIEVO 3-1

Va all'Hellas il derby di Verona contro il Chievo, una vittoria preziosa che mantiene ancora vive le residue speranze di salvezza. Al Bentegodi finisce 3-1. Primo tempo a senso unico, con Toni che sblocca la gara al 29' ribattendo un rigore che lui stesso si era procurato. La ripresa è più equilibrata, con Pazzini che trova il raddoppio al 12'. I clivensi tornano in partita con un penalty di Pellissier (26'), ma non basta. Ionita fa tris al 50'.


BOLOGNA-JUVENTUS 0-0
Nel primo anticipo della 26a giornata di Serie A, il Bologna ferma a 15 la striscia vincente della Juventus. Al Dall'Ara finisce 0-0 un match davvero equilibrato, anche se con poche emozioni. Nel primo tempo grande chance per Destro (Buffon para in tuffo), mentre nella ripresa la Juve si sveglia solo nel finale (occasioni per Morata e Pogba). Ora il Napoli può tornare in vetta se lunedì nel posticipo batterà il Milan al San Paolo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali