ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità

20/9/2006

Odg: sospesi Biscardi,Melli,Sposini

In seguito alle vicende su "Calciopoli"

Sulla base di quanto emerso dalla vicenda di "Calciopoli" il consiglio dell'ordine dei giornalisti del Lazio ha deciso di sospendere per 6 mesi Aldo Biscardi, per 4 Franco Melli e per 3 Lamberto Sposini. Per Guido D'Ubaldo, invece, sempre nell'ambito dell'inchiesta su "Calciopoli", è stato emesso un "avvertimento". Quanto a Ignazio Scardina, la decisione, è sospesa fino alla conclusione dell'inchiesta giudiziaria.

Non si placano ancora le ripercussioni della vicenda di Calciopoli che continua a mietere vittime più o meno illustri. E dopo le società di calcio ed i dirigenti è la volta dei giornalisti chiamati a rispondere presso l'ordine del loro operato e delle eventuali responsabilità nello scandalo calcio. Per questo motivo il consiglio dell'Odg del Lazio ha emesso dei provvedimenti contro Aldo Biscardi, Lamberto Sposini e Franco Melli sospesi rispettivamente per sei, quattro e tre mesi. Per quanto riguarda gli altri giornalisti sotto esame, l'ordine ha notificato un "avvertimento" per Guido D'Ubaldo mentre non si è pronunciato su Ignazio Scardina poichè, come prassi richiede, bisogna aspettare la conclusione dell'inchiesta giudiziaria.

Dunque, un'ulteriore tegola soprattutto per il noto ed ex conduttore del Processo, che proprio all'inizio della vicenda era stato costretto a dare le dimissioni da La 7 e che ora aveva trovato un'isola felice presso l'emittente lombarda 7Gold. Per Sposini, la nuova punizione giunge come ulteriore conseguenza dopo il rifiuto da parte della Rai di ospitarlo, come un accordo di massima prevedeva, nelle puntate di Quelli che il calcio, condotto da Simona Ventura.

Immediata la replica di Lamberto Sposini e del suo difensore Giulia Bongiorno che hanno ribadito di voler ricorrere contro la sanzione comminatagli dall'ordine dei giornalisti del Lazio a seguito dello scandalo calcio: "Non conosciamo la motivazione del provvedimento - ha detto l'avvocato - L'estrema correttezza che ha sempre ispirato Lamberto Sposini nella sua attività professionale ci induce fin d'ora ad annunciare che impugneremo il provvedimento non appena sarà possibile".

Anche Aldo Biscardi ha commentato la decisione presa dall'ordine: "Apprendo con stupore la decisione dell'Ordine del Lazio di sospendermi - ha detto - Ritengo che si tratti di una presa di posizione inaudita per altro appresa dalle agenzie di stampa e non ancora comunicatami ufficialmente perchè tanto il procedimento penale quanto quello sportivo si sono conclusi senza nemmeno sfiorare la mia persona e anche perchè mi sarei aspettato dall'Ordine una mia difesa in relazione alle insinuazioni diffuse da alcuni organi d'informazione verso i quali saranno assunte le più opportune azioni legali". Ed ancora: "Tranquillizzo comunque i miei ascoltatori e tutti coloro che fedelmente mi hanno seguito in questi anni ribadendo che 'Il Processo di Biscardi' - ha spiegato il giornalista - continuerà nel suo solito stile di battaglia, chiarezza e linearità su 7Gold, specialmente dopo i crescenti successi delle prime puntate". Infine: "attenderò la notifica della decisione e una volta appresi e valutati i motivi assumerò le iniziative più opportune non escludendo quella di cancellare il mio nome da un ordine che finora ha dimostrato di non tutelarmi come avrebbe dovuto".