FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Laura Boldrini, nuovo fotomontaggio shock: "Fatta a pezzi come Pamela"

Nuovo fotomontaggio contro il presidente della Camera e candidata di Liberi e Uguali alle elezioni politiche, Laura Boldrini. Lo denuncia su Facebook il gruppo "I sentinelli di Milano". Nella foto si vede il volto dellʼesponente di LeU stretto in una cesoia, tenuta in mano da un uomo con il volto insanguinato. "Giustizia per Pamela Mastropietro barbaramente uccisa e fatta a pezzi, da una risorsa nigeriana amica della Boldrini", è scritto nel fotomontaggio. "Questa è arrivata sulla nostra pagina stanotte - si legge sulla pagina social de ʼI Sentinelliʼ -. È tempo di maldestri emuli, avvoltoi da social, disperati che provano, dispensando odio in rete, a essere considerati per cinque minuti. Un abbraccio a Laura e a tutte le vittime dellʼodio razzista". Luca Paladini, portavoce del gruppo Facebook, ha poi spiegato di aver già provveduto a segnalare il post con nome e cognome di chi lʼha scritto alle autorità.

Laura Boldrini, nuovo fotomontaggio shock: "Fatta a pezzi come Pamela"

Nuovo fotomontaggio contro il presidente della Camera e candidata di Liberi e Uguali alle elezioni politiche, Laura Boldrini. Lo denuncia su Facebook il gruppo "I sentinelli di Milano". Nella foto si vede il volto dell'esponente di LeU stretto in una cesoia, tenuta in mano da un uomo con il volto insanguinato. "Giustizia per Pamela Mastropietro barbaramente uccisa e fatta a pezzi, da una risorsa nigeriana amica della Boldrini", è scritto nel fotomontaggio. "Questa è arrivata sulla nostra pagina stanotte - si legge sulla pagina social de 'I Sentinelli' -. È tempo di maldestri emuli, avvoltoi da social, disperati che provano, dispensando odio in rete, a essere considerati per cinque minuti. Un abbraccio a Laura e a tutte le vittime dell'odio razzista". Luca Paladini, portavoce del gruppo Facebook, ha poi spiegato di aver già provveduto a segnalare il post con nome e cognome di chi l'ha scritto alle autorità.