FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Politica > Scandalo Idv in Liguria: lingerie e cibo per gatti comprati con i rimborsi elettorali
23.1.2013

Scandalo Idv in Liguria: lingerie e cibo per gatti comprati con i rimborsi elettorali

Dei 230mila euro a disposizione dell'Idv per spese istituzionali decine di migliaia usati per le "spese pazze". Nel mirino degli investigatori anche il tesoriere del partito Giorgio De Lucchi

foto Ansa
09:41 - Biancheria intima, cravatte, cene, regali di Natale, viaggi e anche cibo per gatti. Sarebbero stati spesi così gran parte dei soldi dati dalla Regione Liguria al gruppo Idv per le spese istituzionali. Nel mirino degli inquirenti sono finiti l'ex vice presidente del Consiglio regionale Marylin Fusco, l'attuale presidente Nicolò Scialfa, Stefano Quaini e Maruska Piredda. Solo quest'ultima è rimasta nel partito di Antonio Di Pietro, mentre i primi due sono passati a Diritti e Libertà e Quaini a Sel.

I quattro hanno ricevuto un avviso di garanzia per le loro presunte "spese pazze". Rispondono di concorso in peculato "perchè quali componenti del consiglio regionale e gruppo consiliare Idv, si appropriavano di somme di denaro pubblico (che venivano quindi distratte a spese per finalità personali e non istituzionali) erogate dalla Regione Liguria quali contributi in favore del Gruppi consiliari, per il funzionamento, nonchè per le iniziative politiche e per le attivita' collegate ai lavori del Consiglio di ciascun gruppo consiliare".

Tra gli indagati anche il tesoriere Giorgio De Lucchi che da solo risponde di appropriazione indebita ai danni del partito Italia dei Valori e in concorso con la convivente, una funzionaria dell'Agenzia delle entrate della Spezia, di favoreggiamento nei confronti dell'allora gruppo regionale Idv. "De Lucchi", si legge nelle carte della Procura, "avrebbe prelevato in contanti il denaro dell'Idv presso alcuni istituti e consegnato ai singoli consiglieri, i quali sottoscrivevano apposite ricevute. Successivamente questi ultimi consegnavano a De Lucchi i giustificativi di spesa. Gli inquirenti avrebbero reperito materiale che prova che i consiglieri hanno affrontato spese da considerarsi personali".

"Prendiamo atto delle indagini che la magistratura sta svolgendo nei confronti di ex esponenti dell'Italia dei Valori in Liguria e ci rimettiamo alla valutazione che questa farà", ha commentato Antonio Di Pietro. "Nel caso in cui le accuse dovessero essere confermate l'IdV, parte lesa, si costituirà parte civile".

OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile