FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Stragi di Parigi, sospetto arrestato in Algeria: 29 anni, sposato con belga

Lʼuomo è stato catturato dalle autorità locali. Sarebbe legato ad Abdelhamid Abaaoud, la mente degli attentati che provocarono 130 morti

Stragi di Parigi, sospetto arrestato in Algeria: 29 anni, sposato con belga

Un algerino di 29 anni, Zahir Mehdaoui, residente in Belgio, è stato arrestato in Algeria perché sospettato di "avere legami con le stragi di Parigi di novembre". Lo riportano media francesi. Mehdaoui era legato a Abdelhamid Abaaoud, la mente degli attacchi del 13 novembre ucciso nel blitz di Saint Denis, e nel 2014 ha sposato una cittadina belga.

A catturarlo sono state le autorità locali. L'uomo ha la duplice cittadinanza, algerina e belga.

Il tribunale della città di Bejaia ha riferito che il 29enne, Zahir Mehdaoui, residente a Bruxelles, è stato incriminato per appartenenza a un'organizzazione terroristica attiva all'estero. La corte non ha fornito ulteriori dettagli e non è chiaro quando Mehdaoui sia stato arrestato.

Il 13 novembre i fondamentalisti islamici uccisero 130 persone allo Stade de France, in alcuni ristoranti e in una sala concerti, a Parigi e dintorni. La mente degli attentati, Abaaoud, cittadino belga di 28 anni, è morto durante un blitz della polizia nel suo covo a Saint Denis, a nord di Parigi, cinque giorni dopo le stragi nella capitale francese.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali