TGCOM

Cronaca

Tutte le ultim'ora

30/9/2008

Bolzano: no al cinque in condotta

L'Alto Adige boccia il decreto Gelmini

Nel 2009 gli studenti dell'Alto Adige non avranno sorprese. Contrariamente a quanto stabilito dal decreto Gelmini, che ha reintrodotto il voto in condotta e il maestro unico, la giunta provinciale ha infatti deciso di non applicare le contestate disposizioni nazionali. Come riporta La Stampa, dunque, con il cinque in condotta a Bolzano gli alunni più scalmanati non rischieranno di essere bocciati e i più piccoli avranno più maestri.

Per i 60mila ragazzi sudtirolesi iscritti alle elementari, medie e superiori, quest'anno quindi non cambierà nulla e il voto in condotta non farà media. "Un voto basso in condotta non è uno strumento utile a risolvere i problemi di comportamento. La bocciatura deve dipendere dal rendimento complessivo nelle diverse materie", ha spiegato il presidente della Provincia, Luis Durnwalder, critico con il ministro Gelmini.

Una posizione simile era già stata espressa ad agosto dal suo collega trentino, Lorenzo Dellai. "La scuola può essere autorevole basandosi sull'educazione, senza evocare per forza punizioni esemplari. E poi i metodi per punire i ragazzi più agitati ci sono già. Note sul registro e sospensioni", aveva dichiarato, anticipando la decisione della Provincia di Bolzano.

Nelle scuole altoatesine, del resto la disciplina non è un problema e negli ultimi anni non sono stati registrati episodi di bullismo degli di nota. "Viviamo in una realtà tranquilla rispetto al resto d'Italia - ha spiegato Durnwalder -. Questo è un altro motivo per il quale non abbiamo ritenuto necessario applicare una parte del decreto".

In relazione al maestro unico, in Alto Adige da subito hanno storto il naso, respingendo il decreto al mittente. "Abbiamo un'autonomia - ha dichiarato il governatore - che ci garantisce il trattamento giuridico ed economico degli insegnanti e quindi vogliamo continuare ad avere l'opzione dei team di maestri".

Invia un commento


COMMENTI

17/10/08

Lilli

A me sembrate tutti solo invidiosi.State li a snocciolare frasi del tipo"Ridateci i nostri soldi"I soldi chiedeteli prima a regioni che li hanno avuti per favorire lo sviluppo e che se li sono mangiati.Guardate a striscia quante opere lasciate a metá in certe regioni.Ospedali, carceri,scuole!Ma li nessuno dice niente!Meglio dire cattiverie sull´A.A. perché rode da morire che le cose funzionino.Per il maestro unico,fa bene Luis ad opporsi.Come puó un solo maestro insegnare bene TUTTE le materie?
01/10/08

paolo

Non è necessario il 5 in condotta!
Dovrebbe bastare il 6 per bocciatura: come accadeva fino negli anni '90
01/10/08

una friulana

a Tutti quelli che criticano gli abitanti del TAA: ma cosa vi da fastidio eh?! Che le aiuole siano sempre in ordine? che appena metti un piede sua una striscia pedonale le macchine si fermano per farti passare? che non ci sia una cartaccia sulla strada? Non hanno detto di non volere pagare le tasse solo di non applicare una cosa insignificante...
Se ne avessi la possibilità andrei a viverci.
01/10/08

giulia

Sono stata due giorni in TAA per lavoro: è un'altra Italia, pare di stare in Austria (io vivo in FVG quindi non sto molto ad andare oltre confine). Che si sentano o meno italiani non vedo cosa centri con questa discussione.
C'è un rigore, una pulizia, un saper vivere che il resto d'Italia dovrebbe prendere come esempio.
L'unico appunto che faccio è: se non avete bulli (e questo mi sembra pretenzioso) non metterete 5. Perchè tante storie?
IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true