ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
11/7/2006

Sesso tra bidella e 15enne

Belluno, lei 30 anni resta incinta

Fermata del tram galeotta per l'amore tra una bidella di 30 anni con tre figli e uno studente di 15. La vicenda ha come teatro Belluno dove, nei tempi morti di attesa i due hanno cominciato a scambiare qualche battuta. E dalle parole sono passati ai fatti, fino alla nascita di una bambina. Ma la giovane età del Romeo bellunese e l'intervento della sua famiglia hanno condotto la sua Giulietta in tribunale.

La vicenda nasce tra A.M., 30 enne e madre di tre figli avuti da tre diversi partner, e il ragazzo 15enne, suo vicino di casa, e utente dello stesso autobus che li accompagnava a scuola ogni mattina. Fino a sfociare nella relazione carnale e al momento in cui, nel 2003, la donna si accorge di essere incinta. Ma, mentre lei vuole tenere la bambina, lui e i suoi genitori si oppongono.

Il ragazzo tronca la relazione. Mentre la mamma e il papà del minorenne, B.P. e D.E.E., cercano di convincere in tutti i modi la donna ad abortire. L'uomo - che ora risiede a Vittorio Veneto - si dice pronto a farsi carico personalmente delle spese per l'interruzione della gravidanza. Mentre la moglie, dapprima, fa presente all'aspirante mamma che, con la nascita di quel quarto figlio, potrebbe perdere l'affidamento degli altri tre. Poi, le dice chiaramente che l'alternativa all'aborto è una denuncia in questura. Ma invano. Anzi, la gestante, a sua volta controdenuncia la famiglia del ragazzo per le pressioni su di lei per indurla a sbarazzarsi del figlio.

Così scatta la querela della famiglia del ragazzo che rivela minacce dapprima la sua ex "fidanzatina" e poi allo stesso 15enne allo scopo di tenerlo legato a sé come amante. A.M., secondo la denuncia, accecata dalla gelosia, in telefonate roventi avrebbe intimato alla ragazzina di lasciare l'amico: "Se non lo fai - le avrebbe detto - vengo davanti a scuola e ti picchio". Poi, si sarebbe rivolta direttamente al ragazzo-padre, dicendogli che se si fosse sottratto ai rapporti sessuali con lei, avrebbe riferito a sua madre di essere stata messa incinta. E, infine, avrebbe aggiunto che se l'avesse visto in circolazione con la ragazzina che aveva, gli avrebbe "spaccato le ossa".

Intanto, tra il fuoco di azioni legali, la gravidanza viene portata a termine e nasce la bambina. Passano tre anni e viene fissata la prima udienza del processo a lunedì 10 luglio. Quel giorno A.M. si presenta assieme al suo legale Annamaria Coletti. Ma uno sciopero dell'Ordine degli avvocati fa slittare il procedimento. Per conoscere il finale della vicenda si dovrà attendere il 30 novembre.

IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true