27/2/2008

Rugby, maxi squalifica a Bergamasco

L'azzurro fermato per 13 settimane

Brutta tegola per la nazionale italiana di rugby che sabato 9 marzo affronterà la Francia al Saint Denis, nella quarta giornata del Sei Nazioni. Il ct Nick Mallett dovrà rinunciare a Mauro Bergamasco che è stato squalificato della commissione disciplinare per 13 settimane per avere colpito volontariamente all’occhio il giocatore del Galles Lee Byrne durante la partita persa dagli azzutti a Cardiff 47-8.

La squalifica naturalmente mette fuori gioco Bergamasco nella partita del 9 marzo contro la Francia e anche per l`ultimo match del 6 Nazioni in programma la settimana dopo contro la Scozia al Flaminio. L'assenza dell'azzurro peserà soprattutto contro i britannici, quando la nostra Nazionale si giocherà il poco ambito Cucchiaio di Legno, il premio che nel Sei Nazioni viene assegnato alla squadra che chiude la manifestazione senza avere realizzato nemmeno un punto.

Come indicato dal comunicato emesso dalla commissione internazionale, Bergamasco "potrà riprendere l`attività a partire dal prossimo 2 giugno". Il giocatore ha riconosciuto la sua colpevolezza, ma ha il diritto di presentare appello contro la squalifica. E sembra che sia intenzionato a farlo. Nel caso in cui il ricorso dell`azzurro non dovesse essere accettato, il ventottenne veneto avrebbe chiuso con la gara contro il Galles la propria stagione agonistica, essendo costratto a saltare anche tutte le rimanenti partite del campionato francese, il Top 14.