20/1/2008

Inter: Maicon, rinnovo fino al 2012

La conferma arriva dallo stesso Moratti

In attesa del colpo per il centenario, con Ronaldinho a scaldare l'entusiasmo dei tifosi, l'Inter ha portato a termine una importante operazione di mercato sul fronte interno. Maicon ha finalmente rinnovato il contratto. Il nuovo accordo legherà il difensore brasiliano ai nerazzurri fino al 30 giugno 2012. Il suo ingaggio è stato ritoccato, il Chelsea, che aveva tentato il difensore, ha dovuto mollare la presa.

L'intento è sempre quello di trattenere i migliori e poi, nel caso, valutare nuove opzioni. L'Inter che sogna Ronaldinho, tuttavia, non perde la via della ragione: per rendere la squadra ancora più competitiva occorre consolidare la base attuale prima di comprare altre pedine importanti. In questo contesto va inserito il rinnovo di Maicon, portato a termine dalla dirigenza nerazzurra nelle ultime ora, che legherà il brasiliano ancora a lungo alla società di via Durini. Fine stagione 2011-2012 sarà il nuovo termine del contratto del difensore brasiliano, giunto in punta di piedi, e ora insostituibile cursore di fascia destra per la squadra di Mancini. La conferma dell'accordo è arrivata dallo stesso presidente Massimo Moratti: "Mi hanno detto che il suo contratto è a posto - ha commentato - Resterà con noi".

Per il giocatore un tentativo era stato fatto dal Chelsea con Roman Abramovich pronto a fare la proverbiale follia per portare a Stamford Bridge uno dei difensori laterali più forti del momento. L'intensificarsi degli incontri tra il procuratore del giocatore, Mario Rosi, e la dirigenza interista ha portato alla fumata bianca. A Maicon è stato ritoccato l'ingaggio iniziale, di 1,5 milioni pattuiti al trasferimento dal Monaco (costato 6 milioni di euro), e portato fino a una base di 3 milioni ai quali verranno aggiunti i premi e gli adeguamenti previsti con il passare delle stagioni. Insomma, Moratti ha voluto blindare il suo terzino, per la gioia di Roberto Mancini che lo considera, al pari di Ibrahimovic, uno degli intoccabili nerazzurri.