FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Politica >
  • Legge Fornero: la Consulta boccia il referendum della Lega Nord, rabbia Salvini

Legge Fornero: la Consulta boccia il referendum della Lega Nord, rabbia Salvini

Il leader del Carroccio attacca: "Fottuto un diritto sacrosanto, questa Italia mi fa schifo". Bagarre a Montecitorio, esposti cartelli in Aula: "Ladri di democrazia"

- La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile il referendum sulla legge Fornero. Il referendum era stato proposto dalla Lega Nord. "La sentenza - informa la Consulta - sarà depositata entro i termini previsti dalla legge". Con questa decisione i giudici hanno "fottuto un diritto sacrosanto", tuona il segretario del Carroccio, Matteo Salvini. "Questa Italia mi fa schifo - aggiunge - e mi batterò per ribaltarla".

    Cartelli della Lega in Aula: "Ladri di democrazia" - "Oggi muore la democrazia. E' una vergogna. Vaffa....lo senta tutta l'Italia. Non finisce qui", ha tuonato ancora Salvini. Nell'Aula della Camera, inoltre, i leghisti hanno esposto cartelli con scritto "Ladri di democrazia". Durante l'esame della riforma costituzionale, Massimiliano Fedriga ha urlato "state stuprando la democrazia e non possiamo stare zitti. Ora la Lega cambia atteggiamento". "Da oggi la democrazia è morta con la sentenza della Consulta, emessa sotto pressione politica per impedire ai cittadini di esprimersi liberamente", ha aggiunto.

    Il Carroccio non ci sta: "Atto gravissimo" - "La Consulta, con un atto gravissimo, ha stabilito la fine per la gente, per il popolo, di esprimersi su un referendum per l'abrogazione della riforma Fornero, una decisione fuori da ogni precedente", ha detto nell'Aula della Camera Massimiliano Fedriga della Lega. Riteniamo "questo atto gravissimo per la democrazia del Paese. Chiedo che venga immediatamente sospesa l'Aula. Ogni precedente non andava in questa direzione, si è utilizzata la Corte per un atto politico. E' inaccettabile". Le richiesta di sospendere i lavori non è però stata accettata dalla presidenza.

    Il vaffa di Salvini

    Salvini su Facebook: "Cambiate immagine profilo" - La politica è sempre più social e Salvini chiede ai suoi "amici" di Facebook di cambiare la propria immagine di copertina con un fotomontaggio che ritrae il leader della Lega e la Fornero in lacrime. Tra i due la scritta: "Oggi muore la Democrazia. Vaff... Ma non finisce qui". Sotto, l'appello: "++Se hai voglia, per oggi metti questa copertina: NON FINISCE QUI!++.

    La nota della Consulta - "La Corte costituzionale, nell'odierna Camera di consiglio - informa una nota - ha dichiarato inammissibile la richiesta di referendum relativa all'articolo 24 (Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici) del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 (Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici)", la cosiddetta legge Fornero, appunto, "convertito in legge, con modificazioni, dall'articolo 1, comma 1, della legge 22 dicembre 2011, n. 214, nel testo risultante per effetto di modificazioni e integrazioni successive".

    La Consulta boccia il referendum sulla Fornero, la Lega furiosa

    Invia commento

    Ciao

    Esci Disclaimer

    I vostri messaggi

    Regole per i commenti

    I commenti in questa pagina vengono controllati
    Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

    In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
    - Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
    - Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
    - Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
    - Più in generale violino i diritti di terzi
    - Promuovano attività illegali
    - Promuovano prodotti o servizi commerciali

    X
    TAG:
    Lega nord
    Legge fornero
    Corte costituzionale
    Montecitorio