ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
11/4/2006

Elezioni, reazioni stampa estera

Tutti descrivono "clima di incertezza"

Dopo i primi commenti a caldo sui risultati degli exit poll che davano vincente il centrosinistra, anche tutti i media stranieri hanno dovuto fare dietrofront e analizzare una nuova situazione: un verdetto sospeso a metà. Sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo campeggia "L'Italia spaccata in due" e si manifesta una preoccupazione per la difficile legislatura che aspetta gli italiani.

I media statunitensi danno un ampio spazio al voto italiano. "Berlusconi respinge la proclamazione di vittoria da parte di Prodi", racconta la Cnn, in prima pagina del suo sito on-line. Poi un'immagine del leader dell'Unione sul palco di Piazza Santi Apostoli e, all'interno, una foto con il volto, tra il mesto e il perplesso, di un elettore di centro-sinistra con la bandana dai colori pacifisti, in testa. Nell'edizione su internet del New York Times campeggia una foto degli elettori italiani con volti dall'espressione vaga e indecisa e titola: "Il risultato delle elezioni italiane rimane incerto". "Uno stretto margine di vittoria puo' consegnare a Prodi la leadership di un governo diviso", scrive il Washington Post, il quale, a conferma dell'incertezza del voto, spiega che "non e' affatto certo che Prodi diventi primo ministro, ma è quasi sicuro che Berlusconi non riceverà un altro mandato".

Diverse le reazione, invece, in Europa. Le Figaro, quotidiano francese, annuncia: "Duello Berlusconi-Prodi: incertezza sul verdetto delle urne" e prevede "un duello serrato in prospettiva" tra i due leader della coalizione. "Duello al foto-finish", concorda Le Monde. Per Liberation, sul governo di Roma pende "la minaccia di una paralisi politica": del resto, aggiunge il quotidiano, "chiunque vincerà dovrà governare una società spaccata in tre: un'economia in crisi, un Paese privo di credibilità sul piano internazionale soprattutto all'interno dell'Europa, e una società divisa come non mai".

In Inghilterra il sito della Bbc scrive: "Il centro sinistra reclama la vittoria". Il progressista Independent, invece, dice: "L'Italia sembra destinata alla paralisi politica dopo le elezioni combattute all'ultimo voto". Il Financial Times titola: "Prodi proclama una vittoria sulla lama di un coltello" e ricorda come si sia trattato delle elezioni "con la forbice piu' ristretta" nella storia dell'Italia. Il riflesso sui mercati non sarà positivo: "Per gli investitori e le istituzioni finanziarie interessate a vedere un'Italia in grado di affrontare i problemi economici, il risultato è il peggiore che si potesse ottenere perché significa che il prossimo governo sarà troppo debole per riuscire a realizzare delle riforme". "Europa in agitazione" sottolinea il Time che aggiunge: "L'Italia sempre più incerta". Il Guardian: "L'Italia affronta una confusione politica. Berlusconi si batte fino alla fine".

L'Italia è in prima pagina anche sui quotidiani spagnoli. El Pais racconta: "Prodi vince nella Camera e Berlusconi si impone al Senato". "Giornata elettorale da infarto", sintetizza il sito on-line di Cadena Ser, mentre per Abc è stato un "accanito duello tra Berlusconi e Prodi in elezioni contraddistinte dalla confusione": "Nella notte", ha raccontato il corrispondente da Roma Juan Vicente Boo, "l'Italia si rotolava nella confusione man mano che passavano le ore senza sapere chi avesse vinto".

Tutti i quotidiani di Mosca titolano proprio su Berlusconi. "Ciao Silvio. Un burocrate europeo rimpiazzerà un amico di Putin" dice il Vedemosti. "Le posizioni di Prodi e di Berlusconi - scrive Rossiskaia Gazieta, organo ufficiale del governo russo - sono diametralmente opposte per quanto riguarda l'approccio alla Russia: Berlusconi ha mostrato apertamente la sua simpatia nei confronti di ciò che è russo, è venuto a piu' riprese in Russia, la sua famiglia ha rapporti di amicizia con la famiglia Putin".