ore drammatiche

Biden: "L'alternativa alle sanzioni è la Terza guerra mondiale" | Mosca: "Ora offensiva a tutto campo contro l'Ucraina"

A Kiev, a differenza di quanto comunicato in precedenza, non è stato colpito l'ospedale oncologico pediatrico: un bimbo è morto dissanguato dopo essere stato ferito in strada

26 Feb 2022 - 23:20
LIVE
Ultimo aggiornamento: 2 anni fa
1 di 47
© Afp  | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino© Afp  | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino© Afp  | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino© Afp  | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino

© Afp | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino

© Afp | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino

Per il presidente americano Biden "l'alternativa all'imposizione di dure sanzioni alla Russia sarebbe la Terza guerra mondiale". Intanto Mosca ordina al suo esercito di allargare l'offensiva in Ucraina "da tutte le direzioni". L'Italia verso sostegno anche militare a Kiev, Germania e Belgio forniranno armi pesanti. L'intelligence ucraina: "Rischio di attacco chimico sotto falsa bandiera a Donetsk".


L'Ue e gli Stati Uniti hanno raggiunto un accordo per rimuovere alcune banche russe da Swift. E' quanto si legge in un comunicato congiunto Usa-Ue.


Allerta a Kiev, dove nelle prossime ore potrebbe esserci un pesante bombardamento. Lo riporta la corrispondente della Cnn nella capitale ucraina citando alcune fonti.


E' stato dichiarato lo stato di pre-allarme in Italia per il gas. A prendere la decisione, dopo aver sentito il Comitato di emergenza e monitoraggio nazionale, è stato il ministero della Transizione ecologica che - come viene riportato sul sito della Snam - è l'autorità competente per la sicurezza degli approvvigionamenti di gas naturale. I principali motivi - viene spiegato - riguardano il passaggio in Ucraina delle forniture che arrivano nel nostro Paese e l'elevata pericolosità della "minaccia".


La Germania chiuderà il proprio spazio aereo ai voli russi. Lo ha annunciato il ministero dei Trasporti tedesco. E la compagnia aerea tedesca Lufthansa ha annunciato la sospensione di tutti i suoi voli per e dalla Russia, nonché l'uso dello spazio aereo russo da parte dei suoi velivoli.


"Difesa europea in azione a sostegno dell'Ucraina". E' quanto scrive il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, in un tweet. "Faciliteremo la consegna di aiuti militari, l'Ucraina democratica prevarrà".


"In arrivo il terzo pacchetto di sanzioni europee. Forza e unione." Lo scrive il commissario Ue Affari economici, Paolo Gentiloni, rilanciano la decisione di riunione, domani alle 18, i ministri degli Esteri dei 27 Paesi europei.


A Kiev, a differenza di quanto comunicato in precedenza, non è stato colpito l'ospedale oncologico pediatrico: un bimbo è morto dissanguato dopo essere stato ferito in strada. La onlus Soleterre precisa "sulla base di informazioni raccolte da propri operatori sanitari a Kiev, che il bambino ucciso non era un paziente dell'ospedale pediatrico Okhmadyt", ma è morto dissanguato dopo essere stato ferito in strada. La struttura non è stata colpita.


Le sirene di allarme anti aereo sono tornate a suonare a Kiev. Lo riferiscono i corrispondenti sul campo che stanno anche diffondendo video sui social network. La capitale ucraina si appresta a vivere un'altra notte di attacchi delle forze russe.


La Slovenia ha deciso di chiudere il suo spazio aereo ai velivoli russi a causa dell'intervento militare di Mosca in Ucraina. Lo ha riferito il ministro degli esteri a Lubiana, citato dai media regionali. La Slovenia si aggiunge ad altri Paesi che hanno finora adottato tale divieto - Bulgaria, Gran Bretagna, Lettonia, Polonia, Romania e Repubblica ceca. La Russia ha risposto con misure reciproche nei confronti di tali Paesi.


Una riunione straordinaria dei ministri degli Esteri del G7 sulla crisi Ucraina si terrà domani alle 15, prima del vertice dei capi delle diplomazie europee.


La Francia fornirà ulteriori equipaggiamenti militari all'Ucraina. Lo rende noto l'Eliseo, annunciando anche nuove misure contro la Russia "riguardanti il sistema Swift".


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avuto un nuovo colloquio con Boris Johnson, il terzo dall'inizio dell'attacco russo, nel quale ha ringraziato il premier britannico per il sostegno in prima fila del Regno Unito a Kiev e per aver spinto anche altri alleati occidentali a incrementare l'aiuto allargandolo a forniture di armi. Lo riferisce lo stesso Zelensky in un tweet.


I ministri degli Esteri dell'Unione europea si incontreranno domenica in video conferenza per discutere ulteriori sanzioni alla Russia. Lo rendono noto fonti diplomatiche. L'Ue starebbe valutando l'attivazione dell'European Peace Facility, strumento fuori dal budget concepito finanziamento di azioni operative nell'ambito della politica estera e di sicurezza comune che hanno implicazioni nel settore militare o della difesa. L'esclusione di Mosca dallo Swift non è all'ordine del giorno, ma potrebbe essere sul tavolo.


Le ferrovie statali ucraine hanno interrotto la fornitura elettrica alla stazione centrale di Kiev a causa dei pesanti bombardamenti nei pressi della struttura. I passeggeri e il personale di servizio sono stati evacuati in un rifugio antiaereo. Lo riferiscono media ucraini.


La Turchia e l'Azerbaigian hanno offerto all'Ucraina di organizzare i colloqui con la Russia. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymir Zelensky in un video pubblicato su Facebook. "E' encomiabile", ha commentato.


Dopo il decreto già approvato venerdì, nei prossimi giorni dovrebbero arrivare nuovi aiuti italiani all'Ucraina: secondo quanto si apprende da fonti di governo, nel corso della prossima settimana potrebbero essere adottati provvedimenti più dettagliati per definire le risorse da inviare agli ucraini, risorse, viene spiegato, anche di carattere militare che permettano agli ucraini di difendersi dall'attacco russo.


Da giovedì un totale di 2.692 persone sono state arrestate nel corso delle proteste contro la guerra in Russia. Lo riferisce il sito OVD-Info, che si occupa della tutela dei diritti umani in Russia, citato dalla Cnn. CLICCA E GUARDA LE FOTO


Il presidente ucraino Volodymir Zelensky ha ringraziato Papa Francesco per la telefonata in cui Bergoglio ha espresso vicinanza al popolo. CLICCA E LEGGI L'ARTICOLO


L'Alto rappresentante Ue Josep Borrel ha lanciato un appello al popolo russo. "Sappiamo che milioni di voi non vogliono la guerra, spero sinceramente che il vostro leader ponga fine a questa guerra fratricida", ha scritto Borrell su Twitter. "Con molti di voi condividiamo i valori democratici, lo stato di diritto e i diritti fondamentali", ha aggiunto.


Risuonano ancora le sirene antiaeree a Kiev, sotto attacco da parte della Russia. Alla popolazione l'appello a recarsi nei rifugi. Da giorni molti residenti vivono nelle stazioni della metropolitana per proteggersi. Nella città è in vigore il coprifuoco.


"E' un dovere fare del nostro meglio per aiutare l'Ucraina a difendersi dall'esercito invasore di Putin". Così, in un tweet, il cancelliere tedesco Olaf Scholz, annunciando l'invio della Germania di mille armi anticarro e 500 missili stinger all'Ucraina. Scholz ha aggiunto che l'invasione russa rappresenta un "punto di svolta".


Il Belgio fornirà all'Ucraina 2mila mitragliatrici e 3.800 tonnellate di carburante per i mezzi dell'esercito. Lo ha annunciato su Twitter il premier belga, Alexander de Croo, precisando che "un'analisi più approfondita delle richieste" militari di Kiev "continua".


Le truppe di Kiev hanno fatto saltare in aria diversi nodi ferroviari che collegavano l'Ucraina alla Russia per impedire i rifornimenti militari all'esercito di Mosca. Lo riportano media ucraini, citando una nota delle ferrovie statali.








"L'alternativa all'imposizione di dure sanzioni alla Russia sarebbe la Terza guerra mondiale". Lo afferma il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.


La Germania invierà 1.000 armi anticarro e 500 missili terra-aria Stinger in Ucraina. Lo ha annunciato il governo tedesco.


"L'attacco russo all'Ucraina segna una svolta. Minaccia il nostro intero ordine del dopoguerra. In questa situazione è nostro dovere sostenere l'Ucraina contro l'armata russa che sta invadendo il paese sotto la guida di Putin. La Germania è vicina, al fianco dell'Ucraina". Lo dice Olaf Scholz, in un comunicato della cancelleria che dà notizia della svolta sulla consegna delle armi.


1 di 1


1 di 1


"L'invasione del nostro Paese da parte della Federazione Russa è giunta al suo terzo giorno. Gli obiettivi primari e i tentativi del nemico di riuscire non vengono realizzati. Il nemico subisce pesanti perdite e il nemico è esausto". Lo ha affermato il viceministro della Difesa dell'Ucraina, Hanna Maliar, in un messaggio diffuso sul sito del ministero.


Il governo tedesco autorizza l'invio all'Ucraina di pezzi di artiglieria dall'Estonia. Lo scrive la Dpa.


"Siamo a conoscenza che il servizio Twitter è stato limitato per alcuni in Russia. Stiamo lavorando per mantenere il nostro servizio sicuro e accessibile". Lo afferma Twitter.


"Io ho intenzione di restare qui a Kiev fino all'ultimo, fino a quando è possibile". Lo ha detto l'ambasciatore italiano in Ucraina Pier Francesco Zazo. "Abbiamo una responsabilità nei confronti dei tanti connazionali che ci stanno chiedendo aiuto", ha precisato. "Inoltre la ritengo una manifestazione di attenzione nei confronti del governo ucraino in carica, che sta affrontando davvero una situazione straordinaria".


La Germania lavora per escludere la Russia dal sistema Swift. Lo ha assicurato la ministra degli Esteri di Berlino Annalena Baerbock.


1 di 4
© Ansa © Ansa © Ansa © Ansa

© Ansa

© Ansa


La Germania sarebbe vicina a una svolta: secondo la Bild, il cancelliere Olaf Scholz autorizzerà la fornitura di armi anticarro all'Ucraina. Il tabloid cita fonti governative.


1 di 7
© Ansa © Ansa © Ansa © Ansa

© Ansa

© Ansa


Alcuni siti web governativi russi, compreso quello del Cremlino e del ministero della Difesa, sono irraggiungibili dopo essere stati oggetti di un attacco hacker. La notizia è riportata da numerosi media internazionali, compresa la Cnn che riporta anche la rivendicazione di Anonymous. "Abbiamo mandato offline i siti governativi - si legge - e girato le informazioni ai cittadini russi in modo che possano essere liberi dalla macchina della censura di Putin". Anonymous ha anche aggiunto di star lavorando per "garantire al meglio la connessione online del popolo ucraino".


1 di 66
© Ansa © Ansa © Ansa © Ansa

© Ansa

© Ansa


La Russia ha ordinato al suo esercito di allargare l'offensiva in Ucraina "da tutte le direzioni". Lo annuncia il portavoce del ministero della Difesa di Mosca.


La Russia ha inviato decine di migliaia di truppe in Ucraina nelle ultime 24 ore. Lo afferma un funzionario del Pentagono, sottolineando che Vladimir Putin ha chiamato anche i riservisti per l'invasione.


Le forze armate russe rivendicano la distruzione di 6 navi da guerra ucraine in una battaglia navale nel mar Nero al largo dell'isola dei Serpenti, già passata nelle scorse ore sotto il controllo delle truppe di Mosca. Lo riferisce la Difesa russa, citata da Interfax, secondo cui all'azione hanno partecipato 16 mezzi di Kiev ed "è probabile che droni strategici Usa abbiano guidato le navi nell'attacco alla flotta russa nel mar Nero".


L'intelligence ucraina ha ricevuto informazioni su possibili attacchi chimici russi sotto falsa bandiera nelle zone in mano ai separatisti di Donetsk del Donbass, la cui responsabilità verrebbe poi attribuita a Kiev. Lo riferiscono media ucraini, secondo cui alla popolazione locale filo-russa e ai militari di Mosca sarebbero state distribuite maschere antigas per proteggersi da possibili esplosioni di serbatoi industriali con prodotti chimici.


"Sulle sanzioni alla Russia, l'Italia è per la linea dura: di fronte alle atrocità di questa guerra, scatenata dal governo russo, non può esserci nessun tentennamento. Con i nostri partner Ue e atlantici mostreremo tutta la forza della nostra compattezza". Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. "Serve fermezza - ha aggiunto - contro chi sta provocando la morte di donne e uomini, spargendo il sangue di persone innocenti".


La Russia "non ha ricevuto alcuna notifica ufficiale" dalla Turchia sulla chiusura alle sue navi da guerra degli stretti del Bosforo e dei Dardanelli, attraverso cui si accede al mar Nero dal Mediterraneo. Lo ha dichiarato l'ambasciata di Mosca ad Ankara a Interfax, dopo che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva annunciato la chiusura a seguito di una telefonata con l'omologo turco Recep Tayyip Erdogan. Nei giorni scorsi, Ankara aveva peraltro escluso questa ipotesi.


Gli Stati Uniti stanno valutando sanzioni contro la Banca centrale russa, in una mossa che farebbe finire nel mirino americano 643 miliardi di dollari di riserve che il presidente Vladimir Putin ha accumulato prima della pianificata invasione dell'Ucraina. Lo riporta l'agenzia Bloomberg citando alcune fonti.


La Slovacchia ha dichiarato di essere in una "situazione straordinaria", regime in vigore a partire da mezzogiorno, a causa dell'afflusso di profughi dall'Ucraina. La decisione è stata presa dal governo del premier Eduard Heger in una riunione straordinaria. Secondo il ministero dell'Interno slovacco, nelle ultime 24 ore sono arrivate in Slovacchia oltre 10.000 persone dall'Ucraina. "Prima dell'attacco russo erano circa 1.500 gli arrivi quotidiani. Ora c'è un'attesa da otto a dieci ore ai valichi di frontiera", ha comunicato il ministero.


"Ringrazio il mio amico, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il popolo turco per il loro forte sostegno. Il divieto di passaggio delle navi da guerra russe nel Mar Nero e un significativo supporto militare e umanitario per l'Ucraina sono oggi estremamente importanti. Il popolo ucraino non lo dimenticherà mai!". Lo ha scritto su Twitter il presidente Zelensky dopo il colloquio con l'omologo turco. 


"Ho appena saputo che l'Ucraina ha rifiutato di negoziare", ma questo è avvenuto "perché la parte russa ha cambiato le condizioni attraverso gli intermediari" e per Kiev sono condizioni "inaccettabili", ha dichiarato Oleksiy Arestovich, consigliere della presidenza ucraina, dopo che il Cremlino ha fatto sapere che l'offensiva è ripresa per il no di Kiev alle trattative. "E' stato un tentativo di costringerci alla resa - ha aggiunto -. Abbiamo segnalato alla parte russa che i termini per un possibile trattato di pace sono possibili alle condizioni di Kiev, non a quelle di Mosca". 


"Attenzione! Nella regione di Sumy gli aerei russi disperdono giocattoli per bambini, telefoni cellulari e oggetti di valore pieni di esplosivo". E' l'allarme lanciato su Twitter dal Parlamento ucraino, la Verchovna Rada. 


La Verkhovna Rada, il parlamento monocamerale dell'Ucraina, ha chiesto alla comunita' internazionale di dichiarare il presidente russo Vladimir Putin come criminale di guerra e di rafforzare le sanzioni contro di lui. Lo riporta l'agenzia ucraina Ukrinform.
 


Il ministero della Difesa russo ha smentito le notizie secondo cui uno dei suoi missili ha colpito un edificio residenziale a Kiev, sostenendo che i danni sarebbero stati causati da un proiettile antiaereo ucraino. Lo riferisce la Cnn riprendendo le agenzie di stampa statali russe, Tass e Ria Novosti. 


L'ex presidente russo Dmitry Medvedev si è scagliato contro le sanzioni occidentali imposte alla Russia dicendo che sono un segno di "impotenza politica". "Credo sia ovvio per le persone intelligenti: le sanzioni sono un mito, una minaccia, una figura retorica. Sono fondamentalmente indifferente a queste restrizioni dei diritti ampiamente pubblicizzate all'estero", ha detto Medvedev in un post sul social network russo VK. E ancora: "Questi incredibili divieti non cambieranno nulla, ovviamente. Anche le persone ignoranti del Dipartimento di Stato lo sanno". 


"Più di 100mila invasori sono sulla nostra terra". Lo scrive su Twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, spiegando di aver avuto un colloquio telefonico con il suo omologo indiano Ram Nath Kovind. L'esercito russo, continua, "spara su edifici residenziali. Abbiamo bisogno del supporto politico dell'India nel Consiglio di sicurezza dell'Onu. Fermiamo l'aggressore insieme". 


Il Cremlino accusa l'Ucraina di aver fatto fallire una possibile tregua rifiutando i negoziati con Mosca e annuncia che nel pomeriggio riprenderà l'avanzata delle forze russe verso il Paese confinante, secondo il piano operativo, proprio a causa dell'assenza di trattative che Mosca imputa a Kiev. Lo riporta la Tass. 


"Nell'ambito del rafforzamento della postura di deterrenza sul fianco est dell'Alleanza, da domani l'Italia potenzierà la sua presenza in Romania raddoppiando il numero degli Eurofighter già operanti nell'attività di airpolicing. Altri 4 aerei saranno inviati alla base di Kogalniceanu di Costanza. L'Italia sta contribuendo con rapidità e convinzione alle decisioni prese in ambito Nato e ieri il governo ha approvato significative misure che prevedono il rafforzamento della postura militare sul fianco est a seguito dell'inaccettabile e ingiustificata aggressione della Russia all'Ucraina". Lo ha detto il nostro ministro della Difesa Lorenzo Guerini.


La Russia ha chiuso il suo spazio aereo alle compagnie di Bulgaria, Polonia e Repubblica Ceca. Lo rende noto l'agenzia dell'aviazione russa, citata dalla Tass.



La stazione centrale di Kiev è stata presa d'assalto da chi ha deciso di lasciare la capitale ucraina. I treni sono gratuiti, basta aspettare (il servizio è limitato) e salire a bordo. Naturalmente i convogli sono strapieni di passeggeri. Anche perché c'è chi non ha neppure una direzione prestabilita: corre in stazione sul primo treno in partenza per andarsene dalla città. 



Il sindaco di Kiev, Vitalii Klitschko, ha annunciato il coprifuoco in città dalle 17 alle 8 "per una più efficace difesa della capitale e per la sicurezza dei suoi abitanti". In un messaggio su Telegram, il primo cittadino aggiunge che il provvedimento resterà in vigore fino alla mattina del 28 febbraio. "Tutti i civili che saranno trovati in strada - conclude - saranno considerati membri del gruppo di sabotaggio del nemico". 


Il corrispondente Cnn Frederik Pleitgen ha postato su Twitter un video di un camion militare russo che si dirige verso il confine ucraino con a bordo un sistema TOS-1 in grado di lanciare missili equipaggiati con testate incendiare e termobariche. Il Guardian definisce il video "uno sviluppo altamente inquietante" e ricorda che il sistema TOS-1 fu usato per la prima volta durante la guerra sovietica in Afghanistan e più di recente in Cecenia e in Siria. Quando scoppiano in un luogo chiuso, le controverse armi termobariche creano una fortissima onda di pressione che all'istante dilania gli organi interni di tutti i presenti. 


"Leopoli! Dovete andare nei rifugi". E' l'appello lanciato su Telegram dal sindaco di Leopoli, Andiy Sadovyi. "Una sirena è appena suonata - aggiunge -, il che significa che c'è un allarme aereo". 


"Draghi ha ribadito al presidente Zelensky che l'Italia appoggia e appoggerà in pieno la linea dell'Unione europea sulle sanzioni alla Russia, incluse quelle nell'ambito Swift". Lo riferisce Palazzo Chigi in merito alla telefonata intercorsa tra il premier italiano e il presidente ucraino. 



"Gli occupanti (russi ndr) volevano bloccare il centro del nostro Stato e mettere i loro burattini qui come a Donetsk. Abbiamo infranto i loro piani". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky parlando alla nazione in un videomessaggio. 


L'ambasciata russa in Francia ha chiesto spiegazioni alle autorità francesi sul sequestro della nave russa nella Manica. Lo riporta l'agenzia di stampa russa Ria Novosti. 





Il premier Mario Draghi ha telefonato al presidente ucraino Volodymyr Zelensky per dirgli che l'Italia fornirà a Kiev "assistenza per difendersi". Lo riferisce Palazzo Chigi spiegando che i due leader "hanno concordato di restare in stretto contatto nell'immediato futuro".


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto a Berlino e a Budapest di avere il "coraggio" di escludere la Russia da Swift. "Abbiamo rovinato i piani di Mosca", ha aggiunto, esortando i russi a fare pressione sul presidente Vladimir Putin perché fermi la guerra. 


L'Authority russa che sovraintende ai media ha chiesto a dieci organi di informazione indipendenti di rimuovere i resoconti di vittime civili e attacchi alle città da parte dell'esercito di Mosca inUcraina. L'Authority, riporta l'agenzia Bloomberg, ha messo nel mirino i report che contengono "informazioni inaccurate circa il bombardamento di città ucraine e la morte di civili come risultato delle azioni delle forze russe" e ha avvertito che l'accesso agli stessi verrà impedito nel caso in cui il materiale non venisse rimosso. Mosca ha vietato la diffusione di informazioni sulla guerra che non abbiano l'imprimatur del governo. 


Almeno 100mila cittadini ucraini sono arrivati in Polonia dall'inizio dell'invasione russa: lo rendono noto fonti ufficiali. 


Una nave commerciale che trasportava veicoli a San Pietroburgo, sospettata di appartenere a una compagnia russa presa di mira dalle sanzioni imposte dall'Ue contro Mosca, è stata dirottata a Boulogne-sur-Mer (Passo di Calais). Lo ha detto all'Afp la prefettura marittima. La barca di 127 metri, intercettata dalla dogana al largo di Honfleur durante la notte da venerdì a sabato, è "fortemente sospettata di essere legata agli interessi russi presi di mira dalle sanzioni", ha precisato Véronique Magnin, responsabile regionale delle comunicazioni della prefettura marittima. 


1 di 47
© Afp  | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino© Afp  | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino© Afp  | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino© Afp  | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino

© Afp | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino

© Afp | In auto in fuga verso la Romania: tante famiglie cercano di attraversare il confine con il Paese vicino



Continua l'esodo di rifugiati ucraini verso la Romania, in particolare al valico di frontiera di Porubne-Siret, dove nella notte le tv locali parlavano di una coda di auto lunga 15 chilometri. Il ministero degli Esteri di Bucarest ha invitato la popolazione a usare anche altri valichi. E' prevista per oggi una nuova ondata di arrivi. Sono in particolare le famiglie ad abbandonare l'Ucraina: i media riportano molti casi di uomini che accompagnano alla frontiera mogli e figli e tornano indietro per combattere contro i russi. Molti arrivano a piedi da località limitrove e sono accolti dalla popolazione con pasti caldi. 


L'ex presidente ed ex premier russo, Dmitry Medvedev, attuale vicepresidente del Consiglio di sicurezza del Paese, ha lanciato l'ipotesi che il suo Paese possa nazionalizzare la proprietà di persone registrate negli Stati Uniti, nell'Ue e in altre giurisdizioni, tra cui i Paesi del mondo anglosassone, in risposta alle nuove sanzioni anti-russe. Lo riporta la Tass. Medvedeva ha sottolineato che la Russia è minacciata dal congelamento dei beni di cittadini russi e società all'estero e "questo deve essere affrontato in modo abbastanza simmetrico".


"Questo e' l'inizio di una nuova pagina nella storia dei nostri Stati, Ucraina e Italia". A scriverlo, dopo l'ironia social di venerdì, è il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, riferendo di aver avuto un colloquio con il premier draghi. "Il presidente del Consiglio Mario Draghi - prosegue - in una conversazione telefonica ha sostenuto l'uscita della Russia da Swift e la fornitura di assistenza alla difesa". E conclude con un appello: "L'Ucraina deve entrare a far parte dell'Ue".


"Il bilancio delle vittime dell'invasione russa dell'Ucraina è finora di almeno 198 morti, tra i quali tre bimbi". Lo ha reso noto il ministero della Salute ucraino, citato dal Guardian.


"L'Ucraina sta combattendo l'occupante con le armi in mano, difendendo la sua libertà e il futuro europeo". Lo scrive su twitter il presidente ucraino Zelensky spiegando di aver "parlato con il presidente della commissione europea Ursula von der Leien di un'assistenza efficace al nostro Paese da parte dell'Ue in questa lotta eroica. Ho fiducia che l'Ue scelga l'Ucraina".



Kiev, "è sopravvissuta" a un'altra notte di attacchi, ma il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, lancia via Twitter un appello, chiedendo "al mondo di isolare completamente la Russia, espellere gli ambasciatori, imporre un embargo petrolifero, rovinare la sua economia. Fermate i criminali di guerra russi!".


Quello attuale è "un momento cruciale per chiudere una volta per tutte la lunga discussione e decidere sull'adesione dell'Ucraina alla UE". A chiederlo, con un post su Twitter, è il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, che spiega di aver "discusso con il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, di ulteriori misure di assistenza e dell'eroica lotta degli ucraini per il loro futuro libero".


È in corso l'evacuazione dell'edificio residenziale colpito da un missile nella notte a Kiev. Il servizio statale per le situazioni di emergenza ha precisato che il missile ha colpito l'edificio tra il 18esimo e il 21esimo piano. Secondo il Guardian il numero delle vittime è sconosciuto, mentre ci sarebbero feriti.


L'esercito russo ha affermato che nella notte sono state utilizzate armi di precisione per colpire obiettivi delle infrastrutture militari ucraine. "Le forze armate della Federazione Russa hanno effettuato un attacco notturno contro le infrastrutture militari ucraine con armi di precisione a lungo raggio, utilizzando missili da crociera lanciati dall'aria e da navi", ha affermato il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov. "Il fuoco viene condotto esclusivamente alle infrastrutture militari ucraine, esclusi eventuali danni alle infrastrutture residenziali o sociali", ha affermato. In mattinata tuttavia sono state diffuse le immagini di un palazzo residenziale nei pressi del secondo aeroporto di Kiev colpito e sventrato da un missile.
 


Mentre il presidente ucraino esortano i cittadini a difendere Kiev, un canale televisivo ha trasmesso una sorta di tutorial per insegnare a preparare bombe molotov. Il filmato mostra una persona che crea l'esplosivo improvvisato, versando un liquido colorato in una bottiglia di vetro, con un diagramma he mostrava come tappare la bottiglia con uno stoppaccio.


Le truppe russe hanno conquistato la città ucraina di Melitopol, nella zona sud del Paese. Lo riporta l'agenzia Interfax, citando il ministero della difesa russo. Melitopol è vicina al porto di Mariupol.
 


A Kiev è di nuovo allarme antiaereo, con la richiesta alla cittadinanza di correre nei rifugi. Anche la notte è trascorsa tra combattimenti ed esplosioni, che si avvicinano sempre di più al centro della città. Anche verso l'alba si sono uditi colpi, probabilmente di mortaio, provenire da est, nella zona dell'aeroporto di Zhulyany.


"È iniziata una nuova giornata anche sul fronte diplomatico con una conversazione con Emmanuel Macron". A farlo sapere con un tweet è il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, che assicura: "Armi ed equipaggiamenti da parte dei nostri partner stanno arrivano in Ucraina. La coalizione contro la guerra funziona!".


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha lanciato un appello alla popolazione affinché non deponga le armi ma difenda la capitale Kiev.


Circa 100mila ucraini, secondo l'Onu, hanno lasciato le loro case e sono al momento sfollati all'interno del Paese, mentre diverse migliaia si sono diretti verso Polonia, Ungheria, Slovacchia, Moldavia e Romania. Nei giorni successivi all'invasione sono stati segnalati pesanti ingorghi sulle strade in direzione ovest con migliaia di persone che hanno continuato a lasciare le loro case.


Le forze ucraine e russe hanno raggiunto un accordo per assicurare in modo congiunto la sicurezza dell'impianto nucleare di Chernobyl. Lo afferma l'ambasciatore russo all'Onu, Vasily Nebenzya, sottolineando che Mosca non vuole che Kiev sviluppi una "bomba sporca".


"La battaglia è qui. Mi servono munizioni, non un passaggio". Con queste parole il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha rifiutato l'offerta americana di evacuare da Kiev, secondo fonti dell'intelligence americana.


"Stiamo fermando l'orda nel miglior modo possibile, la situazione a Kiev è sotto il controllo delle forze armate ucraine e dei nostri cittadini". A dirlo è il segretario del Consiglio di sicurezza ucraino Oleksiy Danilov, secondo quanto riporta il Kyiv independent.


La Russia sta attaccando Kiev da più direzioni, secondo quanto riferisce la Cnn, secondo la quale gli Stati Uniti temono che le forze armate di Mosca possano a breve prendere il controllo della capitale ucraina


Le forze armate ucraine hanno dichiarato di aver respinto un attacco notturno dei soldati russi contro una delle loro postazioni su Victory Avenue, una delle principali arterie di Kiev.


Una nuova serie di esplosioni si sono sentite alla periferia di Kiev. Lo riferiscono i corrispondenti internazionali dalla capitale ucraina. La Cnn precisa anche che al momento non si sa ancora dove si siano verificate e da cosa siano state provocate.


Gli obiettivi dell'operazione speciale della Russia in Ucraina saranno presto raggiunti. Lo ha detto l'ambasciatore russo all'Onu, Vassily Nebenzia, durante la riunione del Consiglio di Sicurezza. 


Nel mirino delle sanzioni americane finiscono anche il capo dello Stato Maggiore russo Valery Gerasimov e il ministro della Difesa russo Serghiei Shoigu. Lo annuncia il Tesoro americano, la cui lista di sanzioni include anche il presidente Vladimir Putin e il ministro degli Esteri Sergei Lavrov.


Alcune delle maggiori banche di Wall Street consigliano a Washington di non espellere la Russia da Swift: farlo avrebbe un pesante impatto sull'economia globale. Secondo quanto riportato dall'agenzia Bloomberg, le maggiori banche hanno suggerito ai legislatori e all'amministrazione Biden di procedere con altri tipi di sanzioni per punire la Russia sull'invasione dell'Ucraina.


La Casa Bianca ha detto al Congresso di aver bisogno di 6,4 miliardi di dollari di nuovi fondi per assistere l'Ucraina. Circa 2,9 miliardi delle risorse andranno in aiuti umanitari e di sicurezza, mentre 3,5 miliardi sono per il Pentagono. La Casa Bianca ha comunque precisato che la stima dei fondi richiesti potrebbe cambiare.


Gli Stati Uniti sono pronti ad aiutare il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky a lasciare Kiev per evitare di essere catturato o ucciso dalle forze russe. Finora però Zelensky ha rifiutato. Lo riporta il Washington Post citando fonti americane e ucraine. 


"Il nostro obiettivo principale è mettere fine a questo bagno di sangue", dice il presidente ucraino Volodymyr in discorso diffuso in video questa sera. "Il nemico ha sostenuto notevoli perdite - continua - gli ucraini stanno resistendo eroicamente contro l'aggressione che non è giustificata". 


La Russia ha bloccato con il veto la bozza di risoluzione in Consiglio di Sicurezza Onu degli Usa che "deplora l'aggressione di Mosca dell'Ucraina" e chiede il ritiro delle sue truppe. Il testo ha ottenuto 11 voti a favore, il veto russo, e tre astensioni tra cui la Cina. 


Diverse pesanti esplosioni e spari si sentono a Kiev. Lo riferiscono i media ucraini.


"Questa notte lanceranno un assalto. ll nemico userà tutto il suo potere su tutti i fronti per spezzare la nostra difesa. Adesso si decide il destino dell'Ucraina". Lo dice il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un nuovo discorso alla nazione.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri