FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Più felici con il lavoro da casa

In Italia è ancora un privilegio, tuttavia lavorare a distanza costituisce un risparmio per lʼazienda e migliora la qualità della vita dei lavoratori

Più felici con il lavoro da casa

Lo smart working aumenta la produttività? È necessario imparare a gestire le proprie energie e creare una solida tabella di marcia, tuttavia i numeri parlano chiare: lavorare da casa, in remoto, porta a una riduzione dei costi, fattore di importanza strategica per le aziende. Non solo. Questa modalità di lavoro può renderci più autonomi e in grado di organizzare in maniera più felice il tempo, coltivando la qualità della vita in famiglia.

DATI IN AUMENTO – Dai dati dell'Osservatorio Smartworking del Politecnico di Milano emerge che lo scorso anno, durante il 2015, il 17% delle imprese italiane ha avviato progetti riguardo modalità lavorative in remoto. Grazie agli strumenti digitali lavorare da casa nel prossimo futuro sarà più facile e consentirà una gestione del lavoro più fluida, una gestione che in molti Paesi è già realtà.

RIVOLUZIONE CULTURALE – Il lavoro in remoto non è possibile in tutti i settori, tuttavia nel caso di molte professioni può costituire un aiuto importante. Ciò che occorre cambiare è la mentalità. Oggi conciliare lavoro e vita familiare crea un senso di frustrazione altissimo, che in realtà potrebbero essere gestito in modo differente.

SALVA TEMPO – Secondo alcune indagini il 52% di chi lavora a distanza perde meno tempo. Il 23% dei lavoratori si dichiara disposto a lavorare un numero maggiore di ore, mentre il 30% afferma che il rendimento aumenta perché da casa si riesce a produrre di più in meno tempo. Risparmiare benzina e tempo negli spostamenti ti permetterà di organizzare la tua giornata ricavando un surplus di ore per lo sport, la famiglia o un corso di aggiornamento, motivazione strategica anche per l'azienda.

ORGANIZZARSI AL TOP – Non è tutto oro quel che luccica: lavorare da casa implica disciplina, organizzazione e abnegazione. Predisporre un ambiente dove trovare la propria tranquillità e concentrazione è fondamentale per lavorare al meglio. Un punto a favore del lavoratore? Imparare a usare bene le potenzialità della Rete e mostrarsi veloci, efficienti, presenti, al di là del luogo in cui ci si trova.

BUONA COMUNICAZIONE – Grazie a mail e chat è possibile tenersi aggiornati e comunicare con i colleghi. Attenzione, però: soprattutto nei primi tempi può essere utile farsi aiutare da una sveglia o da un allarme, in modo da evitare di perdere minuti (ore!) in chiacchiere virtuali. Tablet e smartphone si rivelano strategici per la gestione del lavoro insieme alla capacità di costruire la propria professionalità come un percorso aperto a nuovi orizzonti.

IL FUTURO – Lo smart working non solo è una scommessa per la felicità personale e delle nostre famiglie, ma un modo per affrontare la vita lavorativa in modo differente e cambiare il dna della società in cui viviamo. Ottimizzare il tempo, diventare più autonomi, investire sulle proprie risorse senza rinunciare ai propri bisogni è un valore aggiunto: iniziamo a considerarlo tale invece di lasciarci intimidire da chi crede che per essere un buon lavoratore sia necessario stare fissi alla scrivania per otto (o più!) ore al giorno.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali