FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Dieci modi per rendere felice il tuo lui (ed esserlo anche tu)

Le cose che gli fanno piacere e quelle da evitare, a Natale e tutti i giorni dell'anno

Dieci cose che lo rendono felice, non solo a Natale

E’ inutile negarlo: non si tratta solo di pura generosità. La felicità del nostro partner è un elemento importante anche per la nostra personale serenità, per cui conviene avere a fianco un compagno lieto e soddisfatto. Ecco allora dieci piccole astuzie semi-serie che possono contribuire a renderlo felice e a garantire nello stesso tempo il nostro benessere. Nei giorni di Natale, in cui tutti siamo portati a sentirci più buoni, ma siamo nello stesso siamo provocati da parenti-serpenti, amici linguacciuti (ma si sa, almeno a Fine Anno occorre vedersi) e mille altre insidie sociali, proviamo a mettere in pratica questo mini-vademecum di buona convivenza sentimentale. 

1 La mamma non si tocca – Consideriamola tabù: criticarla non servirà mai a nulla, perché la mamma è la mamma e il nostro lui sarà sempre il suo bambino.  Meglio cercare di andare d’accordo e semmai di tenerla alla larga il più possibile. A Natale però non c’è niente da fare: rassegniamoci con il sorriso sulle labbra ed evitiamo dispetti e battibecchi. 


2 Alla larga dai nostri ex – Se dovesse capitare di incontrane uno a qualche festa natalizia, giriamo alla larga: un sorriso in più e un minuto di conversazione infastidirebbero senz’altro il nostro lui. Se proprio non possiamo fare a meno di scambiare qualche parola, evitiamo sorrisi e sguardi intensi e restiamo sempre bene in vista e insieme ad altre persone. Del resto, se la storia è finita ci sarà pur stato un motivo, no?


3 Facciamolo divertire – Questo vale in tutti i sensi, anche sotto le lenzuola. Perché il periodo delle Feste non deve essere di castità. Quindi, facciamo l’amore spesso e volentieri, mettendoci anche un pizzico di fantasia natalizia.


4 Regaliamogli il nostro tempo – Se il periodo è stato di superlavoro, è il momento di tirare il freno e prendersi del tempo per lui (e per noi). Troviamo qualcosa di bello da fare insieme e godiamoci qualche  momento solo per noi due. 


5 Attenzione agli amici – I suoi amici uomini ci sono probabilmente molto simpatici, ma i nostri amici maschi quasi sicuramente non gli piaceranno. Gli uomini funzionano così: evitiamo di uscire con compagnie solo maschili e diamo semmai spazio alla nostra amica del cuore (rigorosamente femmina!).


6 Prendiamoci cura di noi stesse – Pigiamone di felpa con le renne e calzettoni antiscivolo? Proibiti. Se le guepière e il latex non fano parte del nostro essere, sforziamoci almeno di arrivare a una sana via di mezzo. Un bel completo intimo con un po’ di pizzo e un baby doll trasparente saranno un dono per lui, ma anche per il nostro ego. 


7 Cene di famiglia –Per uscire con gli amici ci possiamo vestire come vogliamo, ma se siamo invitate a casa dei parenti di lui la discrezione è d’obbligo. Niente abiti provocanti, niente mises attillate, scolli voluttuosi o troppa pelle in vista. La parola d’ordine deve essere sobrietà. Questo non vuol dire essere trascurate o tristi: un bel vestito non troppo aderente, qualche filo di luce senza esagerare e un make up naturale saranno perfetti. 


8 No a giudizi e critiche – Comunque vadano le cose, quando siamo ospiti della sua famiglia guardiamocene bene dal criticare, sia a festa finita, sia a maggior ragione mentre siamo ospiti. Se l’appuntamento proprio non ci è piaciuto, il giorno successivo e lontano da orecchie indiscrete, limitiamoci a osservare che non siamo state proprio a nostro agio. E teniamo un appunto mentale, per declinare educatamente l’invito la prossima volta.


9 I lamenti? Certo che sì, ma in segreto – Siamo davvero scontente? Procuriamoci un foglio di carta o un bel quaderno e scriviamo tutti i nostri pensieri cattivi, senza ritegno e senza trattenerci. Sfoghiamoci in santa pace e poi buttiamo via tutto. Il gesto stesso sarà liberatorio e ci metterà anche al riparo dalla tentazione dal mostralo a qualcuno. Soprattutto a lui.


10 Perdoniamolo e perdoniamoci – Nessuno è perfetto, né lui né noi. Se qualcosa va storto, se ci siamo sentite ferite e trattate ingiustamente, chiariamo la cosa e passiamo oltre. Attenzione però: perdonare non significa dimenticare: è un gesto profondo e generoso che deve venire dal cuore. E non solo a Natale. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali