FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coppia: trucchi e strategie per riconquistare il tuo ex

Se proprio non riesci a dimenticarlo vale la pena riprovarci… ma senza diventare una stalker

Abbiamo provato a dimenticarlo, ma proprio non riusciamo a voltare pagina: il nostro ex è sempre nel nostro cuore e nei nostri pensieri anche se il rapporto con lui si è interrotto. Se proprio non ce la facciamo ad andare avanti, può valere la pena fare un tentativo per riconquistarlo: i l successo della nostra iniziativa dipende naturalmente da come si è consumata la rottura, da quanto fosse intenso il legame che ci univa vicendevolmente e dalla quantità di tempo che è passato. Se proprio vogliamo provarci, teniamo presenti questi aspetti.

SE SIAMO STATE NOI A TRONCARE
 – Facciamo memoria delle ragioni che ci hanno spinte a questa decisione. Se oggi ci sembrano futili e la sofferenza che proviamo ci pare un prezzo troppo alto per la nostra libertà, può valere la pena cercare un riavvicinamento, specie se la rottura è di fresca data. Altrimenti, meglio lasciar perdere: se avevamo deciso di rompere, avevamo le nostre ragioni. 
- Armiamoci di pazienza e comprensione: non siamo solo noi a soffrire e, nel caso di lui, ci può essere anche una buona quota di orgoglio ferito.  Le fatidiche parole “mi dispiace” e tanta pazienza possono fare miracoli. 
- Puntiamo sugli amici e sugli interessi comuni: un incontro in apparenza casuale può essere un buon espediente per tentare di riavvicinarci, o almeno per fargli capire le nostre intenzioni. Sondiamo il terreno e se lui sembra ancora interessato a noi, possiamo provarci.
- Occhio al calendario: i ritorni di fiamma a mesi o anni di distanza, peggio ancora se lui sta con un’altra, sono poco sensati e rischiano di ferire profondamente altre persone: cercare di riconquistare un ex alla vigilia del suo matrimonio con un’altra è divertente solo nei film, ma nella vita reale è una pessima mossa.  - - Rispettiamo i suoi tempi: anche se non ci ha dimenticate del tutto, non è detto che il nostro lui sia così pronto a rimettersi in gioco un’altra volta. Circondiamolo di affetto e sfruttiamo tutti i lati di noi che lui apprezza (o apprezzava), senza essere troppo assillanti. 

 

SE INVECE SIAMO STATE LASCIATE
- L’esame di coscienza è d’obbligo. Che cosa non ha funzionato nel rapporto? Abbiamo dei torti reali nei suoi confronti? Possiamo fare qualcosa per migliorare noi stesse senza stravolgere la nostra personalità? Quando saremo arrivate a darci delle risposte, proviamo a rimetterci in contatto e a condividere con lui le nostre riflessioni. 
- Discrezione, ma non troppa – Facciamogli capire che siamo presenti e che desidereremmo tornare a contare qualcosa per lui. Non mettiamoci troppo in mostra: come dice il proverbio, in amore vince chi fugge. Farsi un po’ desiderare e ammantarsi di una certa aura di mistero è una delle più elementari tecniche seduttive. Attenzione però a non cadere nell’eccesso opposto: se restiamo invisibili (o quasi) c’è il concreto rischio che si dimentichi di noi. 
-La carta della gelosia – È una strada che può avere successo, ma richiede sangue freddo e senso del limite. Qualche incontro o qualche foto sui social in cui siamo in compagnia di amici maschi di bell’aspetto può riaccendere curiosità e passioni inattese. Ma più di tutto, conta il fatto di vederci serene e felici nonostante la recente rottura: questo  gli trasmetterà un certo senso di disagio e di senso di colpa, dal quale possono nascere sviluppi interessanti. 
- Sincere, ma con dignità – Non rinunciamo mai a noi stesse e alla nostra dignità: non abbassiamoci a supplicare, evitiamo di pubblicare sui social post melodrammatici e in cui compariamo troppo depresse, non abbandoniamoci all’odio. Far leva sulla pietà, di solito è un pessimo affare. 

 

SICURE CHE NON SIA MEGLIO LASCIAR STARE? - Evitiamo di intraprendere una faticosa campagna di riconquista se ci rendiamo conto che:
-Non siamo innamorate di lui, ma “dell’amore” o di una figura troppo idealizzata: se a mancarci non è tanto la persona quanto la relazione o il fatto di “avere qualcuno”, facciamo uno sforzo e troniamo con i iedi per terra..
- Stare con lui ci impone una serie di rinunce importanti e dolorose: se non possiamo essere noi stesse e seguire quello che ci piace, significa che lui non è “quello giusto”.
- Se lui ci ha “mollate” senza appello, se ha resistito ai nostri ripetuti tentativi di avvicinamento, se è stato chiaro nella sua intenzione di farla finita, qualsiasi strategia si rivelerebbe inutile: meglio mettersi il cuore in pace: rischiamo di fare la parte della stalker. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali