FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Amori sbagliati: come riconoscerli ed evitarli

I segnali da non sottovalutare per riconoscere un partner troppo difficile e sfuggirgli… prima che sia tardi

Donne, coppia

Alzi la mano chi non si è mai innamorata dell’uomo sbagliato! Che si tratti di un incorreggibile sciupafemmine, o di un bugiardo e traditore seriale, oppure ancora di un lui troppo geloso e possessivo, i motivi per cui un rapporto diventa tossico possono essere moltissimi. Il guaio è che, spesso, proprio quel ragazzo così “difficile” ci appare come l’unico veramente desiderabile, anche se il dubbio che finirà per farci soffrire lo abbiamo avuto fin dal primo momento. Ecco allora i segnali che aiutano a identificare questi partner-killer, in modo da dire no immediatamente, prima che la storia vada avanti e ci coinvolga nostro malgrado. 

MENTITORE COMPULSIVO – La prima tipologia di uomo da cui guardarsi è composta dai bugiardi impenitenti. Ci sono persone capaci di mentire su tutto, dalla portata del conto in banca al titolo di studio, fino alle prestazioni in palestra. Sono particolarmente pericolosi perché con loro è quasi impossibile instaurare un rapporto di fiducia e proprio questo sentimento è una linfa importante che nutre il rapporto a due. Non ultimo, ci resterà sempre il sospetto che le sue parole non siano degne di fede neppure quando dice che siamo l’unica donna al mondo per lui. Perché il mentitore compulsivo è, spesso anche un traditore seriale. 


IL GELOSO OSSESSIVO – Questa è un’altra tipologia di uomo molto tossica e difficile da gestire.  Un po’ di gelosia è un fatto normale e può anche un indice positivo del suo interesse nei nostri confronti. Le cose cambiano se lui pretende di controllare il nostro telefono e le e-mail, se ci chiede conto di ogni sorriso che rivolgiamo a un amico, se ci impone di rinunciare ai nostri conoscenti di sesso maschile. Questa forma di possessività non è sana e non ha nulla a che vedere con l’amore. Purtroppo, la gelosia è un sentimento difficile, che fa soffrire entrambi e che può scatenare gesti violenti. Per questo, se gli atteggiamenti del nostro lui diventano eccessivi e, soprattutto, aggressivi, occorre allontanarsi immediatamente e, se è necessario, chiedere aiuto. 


IL CRITICONE IMPENITENTE – Quello che facciamo, diciamo, pensiamo o leggiamo non va mai bene. I nostri abiti sono sempre troppo trascurati, eleganti, larghi, attillati, sgargianti o cupi. Tutto quello che va storto è colpa nostra: magari, guarda caso, lui ce lo aveva detto. Ci riconosciamo in queste situazioni, in cui veniamo criticate in continuazione, magari davanti ai nostri amici o, peggio ancora, in presenza di estranei? Questo   atteggiamento è una vera e propria mancanza di rispetto nei nostri confronti, che fa male alla nostra autostima e che mette in imbarazzo anche le persone che si trovano ad ascoltare. Meglio darsi alla fuga, prima che la nostra autostima ne risenta davvero. 


L’ETERNO DISTRATTO – Lo cerchiamo e lui non richiama; abbiamo un appuntamento e lui arriva un’ora in ritardo; si dimentica, ovviamente, di compleanni, San Valentino, ricorrenze di qualsiasi genere e, quando gli chiediamo un favore, dice di non avere tempo oppure se ne scorda. Il partner assente o sempre in altre faccende affaccendato è un altro da cui guardarsi: quando avremo bisogno di lui o del suo appoggio, con ogni probabilità, sarà altrove. Quanto meno sarà lontano con la mente, anche se si troverà a pochi passi da noi. 


NON CI FA SENTIRE FELICI – Un rapporto a due deve renderci innanzitutto serene e soddisfatte di noi stesse. Se gli atteggiamenti e le parole del nostro compagno ci fanno invece sentire insicure, tristi e inquiete, ci sono buone probabilità che la persona sbagliata non siamo noi, ma lui. Di sicuro stiamo vivendo un rapporto senza futuro: tanto vale darci un taglio al più presto. 


PREVARICATORE DOC - Prende tutte le decisioni che riguardano la vita a due, comprese quelle che riguardano noi in prima persona; sa sempre quello che c’è da fare e non accetta compromessi; spesso non ci consulta neanche; invece di amarci e accettarci per come siamo cerca di cambiarci. No, decisamente così non va.


E CHE DIRE DI OBIETTIVI E VALORI? – È vero che a volte gli opposti si attraggono, ma avere in comune almeno gli obiettivi e i valori fondamentali è indispensabile per costruire un rapporto che duri nel tempo. E, quando ci sono diversità di opinioni e di interessi, il rispetto reciproco deve essere il faro che ci guida senza esitazioni. Le cose non vanno così? E’ il caso di correre ai ripari. In fondo vale sempre il proverbio: meglio soli che male accompagnati. 
 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali