FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tavola d’estate: i sali minerali di cui abbiamo più bisogno

Nelle giornate afose li perdiamo con il sudore: ecco gli alimenti con cui possiamo reintegrarli

Le giornate calde dell’estate ci portano a sudare più del consueto: per questo tutti gli esperti raccomandano di bere abbondantemente e di non farsi mancare frutta e verdura. Oltre a reintegrare i liquidi indispensabili all’organismo, in questo modo ricostituiamo anche la scorta di sali minerali che il nostro fisico non è in grado di produrre e che disperdiamo continuamente con la sudorazione. Vediamo allora quali sono le sostanze di cui abbiamo più bisogno e in quali cibi trovarle. 

I SALI MINERALI– Sono sostanze presenti in piccole quantità nel nostro organismo, ma hanno grandissima importanza in una serie di funzioni biologiche fondamentali, ad esempio il corretto equilibrio idrosalino o il buon funzionamento degli enzimi che trasformano in energia i cibi che assumiamo ai pasti. Sono di solito suddivisi in macroelementi, ovvero quelli di cui dobbiamo assumere le maggiori quantità (oltre 100 mg al giorno), microelementi e oligoelementi, presenti in tracce nel nostro fisico e che si assumono in quantità inferiori rispettivamente ai 100 mg e ai 200 mg. Tra i macroelementi ci sono calcio, fosforo, magnesio, zolfo, sodio, potassio, cloro. Il calcio, ad esempio, oltre che a mantenere sani ossa e denti, serve alla corretta trasmissione degli impulsi nervosi; il magnesio ha un ruolo chiave nel buon funzionamento del sistema nervoso e nel metabolismo energetico. il potassio, insieme al sodio, regola la trasmissione degli impulsi elettrici tra sistema nervoso e muscolare e determina l’equilibri idrosalino dell’organismo. Microelementi e oligoelementi entrano in gioco in alcuni processi indispensabili per la nostra stessa sopravvivenza. Il ferro ad esempio è fondamentale per la produzione dell’emoglobina, la sostanza che trasporta l’ossigeno nel sangue e nei tessuti. Il rame è importantissimo per i corretti livelli di glucosio e colesterolo. Lo zinco, invece, regola il funzionamento del sistema immunitario, mentre lo iodio presiede al buon funzionamento della tiroide.

 

DOVE SI TROVANO – Queste importanti sostanze non vengono prodotte dal nostro organismo, ma devono essere introdotte dall’esterno attraverso l’alimentazione.  Per garantirsi il corretto apporto di questa molteplicità di nutrienti occorre mangiare un po’ di tutto, alternando il più possibile le varietà dei cibi. 
La prima fonte a cui attingere è l’acqua; le etichette delle bottiglie riportano in dettaglio i sali presenti e la loro quantità permettendoci di scegliere quella più adatta a noi e alle nostre necessità. Per il resto la dieta mediterranea è un ottimo regime alimentare che ci garantisce un apporto completo e bilanciato di tutto ciò di cui abbiamo bisogno. 

 

I MACROELEMENTI E I CIBI CHE LI CONTENGONO - Il calcio – Una buona fonte è l’acqua: a questo proposito ricordiamo che un’acqua ricca di questo minerale non favorisce la formazione di calcoli, ma è un ottimo modo per contribuire al nostro fabbisogno giornaliero. Il calcio si trova anche nel latte e nei latticini, come pure i legumi e alcune verdure a foglia verde. 
Il magnesio è presente nelle noci e nelle mandorle, cacao, cereali, legumi, carne, latte;  
Il potassio è contenuto nei cereali, ortaggi, legumi, frutta pesce e patate.
Il sodio si trova in molti cibi e nel sale da cucina, per cui dobbiamo semmai essere attenti a non assumerne troppo, evitando ad esempio di aggiungere sale agli alimenti.
Il cloro è presente nel sale da cucina e nei vegetali, in particolare pomodori e sedano.
Il fosforo si trova nel latte e nel pesce. 

 

I MICROELEMENTI Il ferro è presente in moltissimi cibi, in particolare carne, pesce, tuorlo d'uovo, legumi secchi, frutta secca, cereali e verdure a foglia verde. 
Il rame si trova nella carne, nei molluschi e crostacei, nella frutta secca, nei semi di girasole e nei legumi.
Lo zinco è presente nei latticini, nel pesce e nei frutti di mare, nei pistacchi nella frutta secca in genere.

 

GLI OLIGOELEMENTI - I più importanti sono il cromo (presente in frutta secca, pomodori, broccoli, tuorlo d’uovo); lo zolfo (lo troviamo nella carne, nel tuorlo d’uovo, nella frutta secca, nella carne rossa e nel pesce; il silicio, presente negli ortaggi e nel le patate. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali