FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sedici chef in una sfida di “progettazione"

Al via il 19 marzo il Sina Chefs’ Cup Contest, la gara itinerante che unisce l’arte della cucina gourmet e le varie espressioni visive. Quest’anno è il design il tema a cui i professionisti del gusto da tutta Italia, dovranno ispirarsi nella creazione di ricette inedite

Una gara che attraversa la penisola e che vede protagonisti 16 chef stellati che dovranno sfidarsi sul tema del design. Prende il via martedì prossimo, 19 marzo, la VII edizione della gara Sina Chefs’ Cup Contest, che parte da Roma, per poi proseguire in tutta Italia fino alla fine di ottobre. Per 9 tappe: Roma, Perugia (il 26 marzo), Viareggio (il 14 maggio), Romano Canavese, in provincia di Torino (il 18 giugno), Venezia (il 16 giugno), Firenze (il 24 settembre), Parma (l’8 ottobre) e Milano (il 22 ottobre), cui seguirà la finale. Palcoscenico d'eccellenza della manifestazione, gli alberghi del gruppo Sina Hotels, che sin dagli esordi hanno abbracciato l'evento, quali interpreti della tradizione squisitamente italiana fatta di storia, cultura, arte, lusso ed eccellenza.

Alta cucina in 9 tappe

Protagonista delle creazioni dei cuochi, tutte da gustare, è quest'anno il design: dopo l’arte, i film, le fiabe, i fumetti, la moda e la musica nelle edizioni precedenti, ora l'ispirazione per la creazione di ricette inedite e originali è dettata da forme, colori, progettazione, stili, per una gara di show cooking a coppie e cene esperenziali tutte aperte al pubblico.

La competizione nasce proprio dall'idea che oggi l'enogastronomia è una vera e propria forma d'arte, con la possibilità da parte del pubblico, in questo caso, di fruire e digerire letteralmente le "opere d'arte" degli "artisti" chef. E oltre ai grandi nomi nel design come Philip Stark, Gio Ponti, Giugiaro, Le Corbusier, che hanno saputo creare con le loro idee opere famose nel mondo, oggi il design ha contaminato anche i cuochi, che nelle loro creazioni culinarie inventano opere d'arte a base di cibo, da cui è nato il concetto di food design.

A giudicare le coppie di chef e le loro creazioni, in ogni tappa, ci sarà una giuria di esperti che voterà secondo criteri di aderenza al tema scelto: complicità di coppia, bontà del piatto, rapporto qualità-prezzo, valore estetico e artistico; al termine della gara, poi, i due protagonisti della coppia vincitrice si affronteranno tra loro per una sfida d'eccellenza.

Gli chef di quest’anno saranno Mauro Buffo, Igles Corelli, Umberto De Martino, Giovanni Di Giorgio, Davide Figliolini, Michelino Gioia, Oliver Glowig, Paolo Gramaglia, Erez Ohayon, Stefano Marzetti, Andrea Pasqualucci, Daniele Repetti, Filippo Saporito, Massimiliano Torterolo, Tino Vettorello, Massimo Viglietti.

La serata romana d’apertura si svolgerà nel neonato ristorante “The Flair”, all’ultimo piano dell'Hotel SINA Bernini Bristol, a partire dalle 20.30, e vedrà sfidarsi gli chef Oliver Glowig (2 stelle Michelin, ristoranti "Toca" di Toronto, "Primavera" in Bahrain e "Barrique" a Poggio Le Volpi) e Paolo Gramaglia (1 stella Michelin, ristorante "President" a Pompei) insieme al resident chef Alessandro Caputo. Gli ospiti verranno accolti con un aperitivo creato per l'occasione dallo chef Caputo: rollino di "non parmigiana"; crema di patate, polpo e kombu; baccalà panato nell'amaranto e gel di carpione; mini cono al basilico con pomodoro; raviolo di zucca fritto e maionese d'acciuga. A cui seguirà l'antipasto a base di pesce firmato Gramaglia, che per l’occasione vuole omaggiare la natura immaginando "l'onda circolare che crea un sasso lanciato in mare", e riproponendola nel piatto. A preparare il primo piatto, sarà Glowig, che ha pensato a un “Topolino Vintage" che riprende i colori e le forme del celebre personaggio dei fumetti: ravioli al nero di seppia con ripieno di cozze e pomodori canditi. A seguire, lo stracotto di manzo "bollito" con aceto di xeres, macaron, rafano e aglio nero e il dolce Caprese di pomodoro, entrambi a cura del resident chef Caputo.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 06.42010469 - theflair@sinahotels.com 

Di Indira Fassioni www.nerospinto.it

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali