FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Assegnato il "Cinque stelle al giornalismo", tra i premiati anche Paolo Liguori

Al Palace Hotel di Milano Marittima è stato assegnato il premio "Cinque stelle al giornalismo", un prestigioso riconoscimento nato con la volontà di valorizzare il miglior giornalismo italiano e internazionale. Questʼanno sono stati premiati Paolo Liguori, direttore di Tgcom24, Francesco Carrassi, direttore de La Nazione e de Il Telegrafo, Andrea Montanari, direttore del Tg1, Silvia Grilli, direttrice del settimanale Grazia e, per la stampa estera, Ute Müller, giornalista dell’agenzia di stampa Dpa (Deutscher Press Agentur). Al professor Dino Amadori è andato il riconoscimento "Antonio Batani", fondatore e patron della Batani Select Hotels che ha dato vita al premio. La cerimonia è stata presentata da Massimo Giletti e Valeria Marini.

A scegliere i vincitori della 13esima edizione una giuria presieduta dal professor Ruben Razzante, docente di Diritto dell’Informazione all’Università Cattolica di Milano. "Con questo premio abbiamo inteso riconoscere i meriti professionali di chi opera al meglio nel mondo della comunicazione e dell’informazione", ha detto Paola Batani a nome della famiglia che lʼha istituito. “Questi riconoscimenti servono se riescono a suscitare un supplemento di riflessione sulla qualità dell’informazione e sui modi di fare giornalismo", ha aggiunto Razzante. Nel corso dellʼevento ci sono state anche due menzioni speciali: a George Loomis, critico musicale collaboratore di Financial Times e del New York Times, e a Edoardo Raspelli, critico enogastronomico.

Assegnato il "Cinque stelle al giornalismo", tra i premiati anche Paolo Liguori

clicca per guardare tutte le foto della gallery

Al Palace Hotel di Milano Marittima è stato assegnato il premio "Cinque stelle al giornalismo", un prestigioso riconoscimento nato con la volontà di valorizzare il miglior giornalismo italiano e internazionale. Quest'anno sono stati premiati Paolo Liguori, direttore di Tgcom24, Francesco Carrassi, direttore de La Nazione e de Il Telegrafo, Andrea Montanari, direttore del Tg1, Silvia Grilli, direttrice del settimanale Grazia e, per la stampa estera, Ute Müller, giornalista dell’agenzia di stampa Dpa (Deutscher Press Agentur). Al professor Dino Amadori è andato il riconoscimento "Antonio Batani", fondatore e patron della Batani Select Hotels che ha dato vita al premio. La cerimonia è stata presentata da Massimo Giletti e Valeria Marini.

A scegliere i vincitori della 13esima edizione una giuria presieduta dal professor Ruben Razzante, docente di Diritto dell’Informazione all’Università Cattolica di Milano. "Con questo premio abbiamo inteso riconoscere i meriti professionali di chi opera al meglio nel mondo della comunicazione e dell’informazione", ha detto Paola Batani a nome della famiglia che l'ha istituito. “Questi riconoscimenti servono se riescono a suscitare un supplemento di riflessione sulla qualità dell’informazione e sui modi di fare giornalismo", ha aggiunto Razzante. Nel corso dell'evento ci sono state anche due menzioni speciali: a George Loomis, critico musicale collaboratore di Financial Times e del New York Times, e a Edoardo Raspelli, critico enogastronomico.