FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Bambini al mare: i consigli per una vacanza sicura

Le regole dʼoro per stare tutti bene in famiglia anche sulla spiaggia

Bambini al mare: i consigli per una vacanza sicura

Le vacanze estive sono una vera e propria panacea per la famiglia, dopo un anno trascorso tra lavoro, asili e scuole. Però, le vacanze al mare possono nascondere anche numerose insidie e generare un elevato livello di stress familiare. In questo caso, come per tutto ciò che riguarda la famiglia, è opportuno partire con un'adeguata organizzazione. Il che non significa diventare pignoli e organizzare la giornata in vacanza al secondo, bensì prevedere le emergenze più frequenti che possono cogliere quando si va in ferie al mare con bambini.

La spiaggia - Esistono siti marittimi splendidi proprio perché selvaggi e rocciosi. Ma, quando ci sono di mezzo i bambini, la spiaggia di sabbia si rivela sempre la scelta migliore. Che sia attrezzata oppure libera, poco importa: con un ombrellone portatile e due lettini con le ruote, si risolvono parecchi "problemi". Inoltre, anche le spiagge libere, godono di punti di ristoro con docce e WC. Da evitare sono, invece, le spiagge costellate da grosse rocce appuntite sulle quali i piccoli potrebbero cadere e farsi molto male. Se invece la spiaggia è di ghiaia, è fondamentale equipaggiare i bambini con apposite scarpette in gomma antiscivolo o "calzini" analoghi (si acquistano nei negozi di articoli sportivi).

Il mare - I bambini al mare andrebbero costantemente sorvegliati, anche se sanno nuotare. Infatti, per quanto sia sicuro nel nuoto, il mare per un bambino può nascondere insidie, e non solo divertimento. Dunque, è bene tenere sempre gli occhi ben aperti magari spostandosi a riva mentre i piccoli sguazzano tra le onde. Inoltre, se i bambini sono molto vivaci e ancora piccoli, può essere consigliabile equipaggiarli con un giubbino salvagente anche mentre giocano sul bagnasciuga. Allo stesso modo, è bene preferire il mare che diventa gradualmente profondo, dando la possibilità al piccolo di sperimentare e di giocare con l'acqua tranquillamente, toccando il fondo con i piedini.

Gli SOS - Dalla "striatura" della medusa sino alla puntura di vespa o al piede messo per sbaglio su una conchiglia rotta: anche in spiaggia, è bene avere a portata di mano un kit per le piccole emergenze. Questa borsetta di pronto soccorso dovrebbe comprendere: ghiaccio secco attivabile (agitandolo), disinfettante, garzine, crema per le punture di insetti, cerotti ed eventuali medicinali in caso di allergie conosciute (per esempio, alle punture d'ape). Inoltre, è sempre importante restare piuttosto vicini ai punti di ristoro anche quando si sceglie la spiaggia libera.

La borsa termica - Mai andare in spiaggia con i bambini senza i rifornimenti adeguati di acqua e cibo. Infatti, la vacanza al mare con un bambino può diventare davvero un incubo se il piccolo ha sete e il primo bar è raggiungibile camminando lungamente sulla spiaggia. Dunque, sì alla borsa termica contenente acqua, succhi e tanta frutta fresca. Se si resta a pranzare in spiaggia, è consigliabile fare una siesta all'ombra nelle ore centrali della giornata, lasciando riposare i bimbi sotto l'ombrellone o, ancora meglio, in pineta. In questo caso, può diventare utile avere una tenda a rapido montaggio da posizionare sotto i pini o all'ombra (mai completamente chiusa, però, per non far accumulare calore al suo interno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali