FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Terremoto, lʼItalia chiede allʼEuropa 7 miliardi di euro soltanto per il sisma di agosto

E il maxiemendamento del governo tarda ad arrivare perché sarà modificato lʼelenco dei comuni del cratere: calcoli da rifare

Terremoto, l'Italia chiede all'Europa 7 miliardi di euro soltanto per il sisma di agosto

E' di sette miliardi la stima dei danni provocati dal terremoto di agosto nel Centro Italia. La cifra, che compare sul documento presentato a Bruxelles per attivare il Fondo Ue di solidarietà, comprende anche i costi per la prima parte della gestione dell'emergenza, secondo quanto riferiscono fonti italiane. A questi soldi andranno però aggiunti i costi del sisma di ottobre, ancora in via di definizione sia per i danni sia per l'emergenza.

Bruxelles calcolerà l'ammontare degli stanziamenti totali da mobilitare sulla base del conto complessivo. E intanto tarda in commissione Bilancio del Senato la presentazione al decreto terremoto del maxiemendamento del governo.

Calcoli da rifare, cambia il numero dei comuni coinvolti - E' quello che dovrebbe inserire nel testo tutta la parte riguardante gli altri due eventi sismici del 26 e 30 ottobre che hanno colpito l'Italia centrale. Il ritardo, dicono nella maggioranza, dipenderebbe dal fatto che il commissario Vasco Errani avrebbe chiesto di modificare l'elenco dei comuni da comprendere nel cratere, che dovrebbero essere 131, e la Ragioneria generale deve dunque rifare tutti i calcoli.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali