FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sci e terme, lʼinverno crea il mix perfetto

I luoghi del relax e del benessere dʼalta quota, tra paesaggi mozzafiato e strepitose spa

Terme e sci, binomio che il biancore della neve rende perfetto. Cominciamo dall'Italia e più precisamente da Bormio, principale località sciistica della Valtellina, dove non c’è che l’imbarazzo della scelta, fra i Bagni Nuovi (il più grande parco termale all’aperto delle Alpi, realizzato recuperando anche antiche costruzioni ottocentesche) e i Bagni Vecchi immersi nel fitto di un bosco sulla strada che si inerpica verso lo Stelvio, frequentati un tempo dai notabili dell’Impero austroungarico.

Sci e terme, lʼinverno crea il mix perfetto

I BAGNI NUOVI DI BORMIO  - Sono veramente tanti e spesso inconsueti, i servizi termali dei Bagni Nuovi, dove ci si immerge in varie vasche e piscine all’aperto: fra le curiosità, le Vasche di Saturno, due ampie vasche rettangolari comunicanti tra loro, con musicoterapia subacquea e acque a temperatura differenziata con una vasca semicircolare sottostante alimentata da cascate ad alta intensità. L’insieme delle vasche, con la piccola casetta adiacente, componeva il “Bagno delle pecore” utilizzato già nel  XII sec. , per lavare in acqua termale calda il vello degli ovini prima della tosatura. Il “baitel” serviva da spogliatoio riscaldato per il pastore che poi entrava nelle vasche per procedere al lavaggio degli animali; le cascate adiacenti completavano il risciacquo. L’esperienza ai Bagni Vecchi, a circa 3 km da Bormio all’inizio della Valdidentro, offre la grotta sudatoria, scavata nella roccia, che finisce con una calda cascata. E’ il percorso dal Paradiso all’Inferno, del tutto simile al tragitto termale che veniva compiuto in epoca romana, passando dal calidarium al laconicum al tepidarium. Ai Bagni Vecchi si possono anche seguire percorsi d’acqua in cascata con idromassaggi e tuffarsi nella “vasca beauregard”, piscina all’aperto dove si nuota nell’acqua calda, circondati dalla neve con una splendida vista sull’Alta Valtellina.

SPA AD ALTA QUOTA – Un idromassaggio e una sauna a un passo dal cielo con una vista spettacolare sulle piste da sci e, naturalmente un rifugio di alta classe per sciatori e appassionati della montagna: ecco Capanna Presena, al Passo del Tonale. Per raggiungere questo piccolo paradiso di benessere non occorre neppure essere con gli sci ai piedi: si arriva comodamente in cabinovia, godendosi il meglio dell’alta quota (2.753 metri di altitudine) senza alcuna fatica. Ci sono anche otto camere da letto arredate in stile alpino chic e un ristorante gourmet per chi vuole pernottare e magari ammirare l’alba sugli sci.

BENESSERE CON BAMBINI E RAGAZZI - Le famiglie in cerca di benessere trovano una struttura su misura a Luson, in Alto Adige: l’ Hotel Sonnwies, un luxury hotel con decine di spazi dove giocare, parco acquatico, piscina con il cinema su maxi schermo per assistere al film senza uscire dall’acqua, scivoli, parco esterno, giochi sulla neve, una fattoria con tanti animali. Se poi fa freddo o il tempo è brutto ci sono tante stanze interne in cui divertirsi, dalla parete d’arrampicata alla sala dei lavoretti e staff di animazione per lasciare liberi mamma e papà. Ci sono anche le nuove mountain villas, con piscina esterna privata, sauna e vasca idromassaggio in terrazza (sempre ad uso privato).

DALLE PISTE ALLE TERME - Uno slogan assolutamente azzeccato per Bad Kleinkirchheim, fra le località sciistiche top della Carinzia, in Austria (vi si disputano anche gare di Coppa del mondo), e fra le più attrezzate a livello termale. Oltre ai due stabilimenti Römerbad e St. Kathrein, la località ha eccellenti hotel con reparti termali e beauty farm interni. L’acqua termale di Bad Kleinkirchheim ha effetti lenitivi contro le affezioni allergiche, l’emicrania, i reumatismi e le lesioni dei dischi intervertebrali. Le Terme Römerbad, 12.000 metri quadrati per coccolare il corpo e l’anima, con vasche d’acqua calda all’aperto, si trovano accanto alla stazione di partenza della cabinovia del Kaiserburg, noto per le sue splendide piste sempre ben assolate. Saune, whirlpool, un tepidario romano con musica rilassante ed un parco acquatico con torrente, cascata e scivolo costituiscono una piacevole alternativa allo sci, o un suo complemento. Dopo il recente riammodernamento, le Terme St. Kathrein a Bad Kleinkirchheim accolgono gli ospiti con 1.200 metri quadrati di area balneare, uno scivolo lungo 86 metri, una zona sauna in stile romano e un centro terapia. Sono ideali per le famiglie, che vi trovano l’area balneare indoor più vasta e lo scivolo acquatico più lungo della Carinzia.

IDROMASSAGGI A FORMA DI COPPA DI CHAMPAGNE – A Längenfeld in Tirolo (Austria), le tre vasche esterne semisferiche che sembrano galleggiare nell’aria, hanno reso celebre il complesso termale di Aqua Dome per il loro aspetto scenografica e innovativa: qui si nuota e ci si rilassa circondati dal paesaggio innevato. Un regno acquatico incastonato tra stupende montagne, dove l’acqua termale che sgorga a 40 ° C da una fonte naturale alimenta ben 12 piscine interne e esterne con acqua calda a 34 - 36 ° C. Il benessere continua nell’area saune, dove ciascuno può provare quella che più gli si addice: con gettata di vapore o accompagnamento musicale, con effetti di luce o aromi speziati, con scrub pulizia o una sauna tradizionale. A pochi chilometri da Aqua Dome, il comprensorio di Sölden offre 150 km di piste e oltre di 30 impianti di risalita: si parte da quota 1.350 m per salire fino a 3.250 m sulle nevi perenni dei ghiacciai di Rettenbach e Tiefenbach. Lo skibus gratuito porta da Aqua Dome direttamente agli impianti: si sale fino al ghiacciaio dove la vista è spettacolare.

CALDE PISCINE NELLA NEVE - In Bassa Engadina, circondata da una spettacolare corona di monti, Scuol - grazie alle sue acque alcalino-salino- ferruginose già conosciute nel’300- è una delle principali località termali e sportive della Svizzera, molto frequentata d’inverno dai giovani, che vi trovano la possibilità di praticare ogni genere di sport bianco, dai più estremi ai più trendy, e –quando cala il sole- di divertirsi nell’Engadin Bad Scuol . Modernissime, articolate in varie zone indipendenti le une dalle altre, queste terme sono un luogo dove si può passare anche un’intera giornata, all’insegna del wellness. Al piano inferiore si trovano piscine d’acqua calda interne ed esterne, idromassaggi, vasche cinetiche, saune, bagni turchi, palestre, solarium, reparti di estetica, massaggi… Fra le curiosità, le grotte dell’acqua fredda e quella dell’acqua calda e la vasca di acqua salsa a 35°. Tutti i bagni, ad eccezione di quest’ultimo, contengono acqua minerale e quindi - oltre ad essere l’ideale per ritempranti nuotate - hanno anche un effetto benefico. Al piano superiore si trovano invece la zona curativa e vari servizi, fra cui un ristorante e una grande stanza di relax. Il maggior divertimento, d’inverno, è comunque nuotare all’aperto nelle acque calde delle piscine, circondati dalla neve. Per sciare, belle ed impegnative sono le lunghe piste della zona di Motta Naluns.

VASSOI GALLEGGIANTI - Leukerbad, a 1401 m di altitudine, fra le montagne del Vallese, in Svizzera, è una delle principali stazioni termali delle Alpi, con oltre 20 bagni fra pubblici e privati annessi ad hotel, dove scorrono giornalmente 3 milioni di litri di acqua solfato-calcica, che sgorga a 48-51° dalle viscere della terra. Fiore all'occhiello del paese è l’Alpentherme, modernissimo centro per la salute e il wellness, con grandi piscine termali, idromassaggi, giochi d’acqua, solarium, reparti fitness e bellezza, saune e bagni turchi. Qui, fra l’altro si può fare il bagno romano-irlandese, un alternarsi di bagni di vapore, acque termali e benefici massaggi in 11 tappe. Vengono periodicamente organizzati alcuni eventi che prendono ispirazione dal passato, quando le persone trascorrevano parecchie ore nelle acque termali e, per ingannare la noia, si organizzavano per trascorrere al meglio il tempo. Una volta, su vassoi galleggianti si faceva colazione, si giocava a scacchi e si serviva la merenda con tè e torta. Anche oggi, una volta al mese, si può fare colazione come ai vecchi tempi, a mollo nell'acqua termale e con un vassoio galleggiante, con un flute di Champagne a rendere ancora più sfizioso l’evento. Oppure ogni 30 giorni, in concomitanza con la luna nuova, si può assaporare la magia di Aqua Mystica, con nuvole di vapore, giochi di luce, suoni musicali lounge.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali