City break

Torino magica e inquietante: tour nella capitale del mistero

Intriganti e insoliti itinerari alla scoperta di strade e palazzi intrisi di segreti

05 Gen 2022 - 06:00
1 di 8
© Ufficio stampa © Ufficio stampa © Ufficio stampa © Ufficio stampa

© Ufficio stampa

© Ufficio stampa

Non tutti sanno che Torino insieme a Lione e a Praga è uno dei vertici del triangolo magico d’Europa:  vi soggiornarono Nostradamus e Paracelso e il più grande veggente del secolo scorso, Augusto Rol, vi abitò fino alla fine dei suoi giorni.

Il capoluogo piemontese è una città labirintica che affascinò geni quali Friedrich Nietzsche e Giorgio De Chirico, che trovava Torino “la città più enigmatica, più inquietante non d’Italia ma del mondo”. Per conoscerla meglio ecco la proposta di un tour nel mistero intitolato Secret Torino e organizzato da Welcome Piemonte Experience.

Alla scoperta dell’ignoto - Due sono le proposte di itinerario,  rispettivamente della durata di mezza o di un’intera giornata. Entrambi i percorsi cominciano dalla chiesa di San Lorenzo, capolavoro barocco progettato da Guarino Guarini, personaggio geniale ed eclettico, sospeso tra Teologia e Massoneria, che riempì di richiami simbolici tanto la Real Chiesa quanto la vicina Cappella della Sindone. Razionalità e superstizione, Sacro e Profano sono infatti i temi portanti di questo tour. 

Scaramanzie e misteri - La visita prosegue con Piazzetta Reale, cuore “bianco” della città, la Mole Antonelliana, frutto di una rocambolesca avventura costruttiva. Un cenno alla Basilica della Gran Madre, con il suo carico di enigmatiche simbologie, per poi spostarsi verso via Accademia delle Scienze, con tappa all’omonimo palazzo guariniano per raccontare le supposte origini egizie della città, tra scienza e credenza. Passando da piazza San Carlo, tappa nella chiesa di Santa Cristina, per svelare fede e occulto che convissero nella potente Madama Reale, e rito scaramantico nel noto Caffè Torino. Si prosegue fino al famoso Portone del Diavolo, costruito secondo la tradizione in una sola notte da Lucifero in persona, e si concluderà in Piazza Solferino, con la sua singolare fontana. 

Il veggente di Fellini - Nell’itinerario di un’ intera giornata, sosta aggiuntiva in Piazza Statuto, “cuore nero” della città, e alla Basilica di Santa Maria Ausiliatrice, che conserva nella cripta un’incredibile collezione di curiose reliquie. In alternativa visita al Museo Egizio, con un percorso dedicato al tema della magia e della morte nell’Antico Egitto, tra mummie, rituali propiziatori e scaramantici, divinità inquietanti e ricerca scientifica. Tappa conclusiva nell’abitazione di Gustavo Rol, sensitivo torinese noto per i suoi eccezionali esperimenti paranormali, amico di Fellini e Zeffirelli, contattato per le sue doti di preveggenza anche da Benito Mussolini.

Per maggiori informazioni: www.welcomepiemonte.it 
 

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri