30/11/2007

Roy Hodgson: "Torno all'Inter"

Sarà: "Addetto rapporti internazionali"

Roy Hodgson non ha accettato il prolungamento del contratto come ct della Finlandia, ma tornerà all'Inter con un ruolo di rappresentanza. Questo è quanto ha annunciato in una conferenza stampa. La conferma arriva anche dal presidente della federazione, Pekka Haemaelaeinen. "Ci sarebbe piaciuto che rimanesse per le qualificazioni ai Mondiali del 2010". sarà "addetto ai rapporti internazionali" della squadra di Moratti.

Dopo il quarto posto nel girone di qualificazioni europee, Roy Hodgson ha rassegnato le proprie dimissioni dall'incarico di commissario tecnico della Finlandia. L'inglese, 60 anni, era in carica dal 2006 e comunque non ha voluto accettare un prolungamento del contratto che la federazione finlandese gli aveva proposto. In una conferenza stampa, l'allenatore inglese è stato chiaro. "Torno all'Inter, mi ha chiamato Moratti per un ruolo di rapprsentanza". La stessa cosa ha confermato il numero uno del calcio di Finlandia. "Hodgson- ha dichiarato Pekka Haemaelaeinen- mi ha detto questa settimana che non resterà con noi. Mi dispiace. Ci sarebbe piaciuto che rimanesse per le qualificazioni ai Mondiali del 2010".

Archiviata, quindi la parentesi nazionale, Hodgson torna a quello che è stato un vecchio amore, nonostante sia stato un amore tormentato. Moratti ha individuato un "buco" nell’organigramma dirigenziale della sua squadra che necessitava di una persona che si occupasse di intrattenere i rapporti con la UEFA e con il G14, l’organizzazione europea che raccoglie i 14 maggiori club europei, e ha fatto ricadere la sua scelta proprio sull’ex allenatore dell’Inter. Ed ecco spuntare proprio Hodgson con il ruolo di "addetto ai rapporti internazionali".

I trascorsi di Hodgson sulla panchina interista non sono fra i migliori della società di via Durini. ha iniziato rilevando Ottavio Bianchi dopo 4 giornate di campionato nella stagione 95/96, concludendo al settimo posto a meno -19 dal Milan Campione d’Italia. L’anno successivo si riscatta parzialmente e l’Inter giunge terza a soli 6 punti dalla Juventus, prima. Nella stessa stagione raggiunge la finale di Coppa Uefa, disgraziatamente persa ai rigori contro i tedeschi dello Schalke 04. La sconfitta induce il tecnico inglese a rassegnare le dimissioni e la squadra verrà guidata nelle ultime 2 giornate da Luciano Castellini. Hodgson tornerà ancora sulla panchina nerazzurra per pochissime partite nell’anno horribilis dell’Inter: la stagione 98/99, quella dell’ottavo posto e dei 4 cambi di allenatore.