FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Gianluca Vacchi in lite con il fratello: chiesto il pignoramento dei beni del dj

Per un affare andato male la star dei social ha un debito da 200mila euro

Instagram

Debiti, pignoramenti e liti in famiglia.

Gianluca Vacchi non è solo siparietti divertenti e balletti imperdibili, l’altra faccia di Mr Enjoy è il lato imprenditoriale, le intuizioni manageriali, le questioni economiche con il fratello, la gestione del patrimonio di famiglia, gli screzi con i cugini. L’ultima puntata della saga Vacchi vede Gianluca e il fratello Bernardo l’uno contro l’altro. I beni del dj dovranno essere pignorati per 200mila euro: colpa di un affare andato male.

 



 


Prima le questioni per la gestione del patrimonio famigliare, poi la separazione dal fratello e ora di nuovo in tribunale uno di fronte all’altro. Gianluca, estroso e sempre sopra le righe, star dei social e dj, deve pagare a Bernardo, introverso, sobrio e poco incline al mondo Instagram, un debito da 200mila euro. Colpa di una fornitura non pagata di cyclette di lusso, un affare andato male, quando ancora i due fratelli erano soci, per il quale il giudice ha dato ragione a Bernardo.


 



 


La società dei Vacchi puntava a produrre cyclette con lampade abbronzanti. Ma il progetto non è decollato e i due fratelli hanno separato le loro strade. Resta il pagamento delle biciclette che il giudice ha stabilito tocchi a Gianluca. E se non lo farà scatterà il pignoramento.


 



Gianluca Vacchi e Sharon Fonseca, coppia glamour al Gran Premio di Miami


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali