FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Contenuto sponsorizzato

Ovs e Save The Children insieme per la Giornata Internazionale delle bambine

Al via la campagna per l'empowerment delle bambine e ragazze: dall'11 ottobre nei negozi OVS in vendita la felpa il cui ricavato sarà destinato ai progetti di Save the Children per restituire a tante bambine il futuro a cui hanno diritto

giornata internazionale delle bambine, ovs, save the children, chiara francini, #lamiavoce

In occasione della Giornata internazionale delle bambine, che si celebra ogni anno l’11 ottobre, OVS e Save the Children accendono i riflettori sui milioni di bambine e ragazze che, in Italia e nel mondo, si vedono negato il diritto alla propria infanzia e la possibilità di costruirsi il loro futuro. 

Una partnership speciale, quella tra OVS e Save the Children, che prosegue da dieci anni e che quest’anno si rinnova con un'importante iniziativa per restituire a tante bambine e ragazze la possibilità di riconquistare la consapevolezza di sé e di coltivare le proprie passioni e aspirazioni.

Nell’ambito della campagna #LaMiaVoce di OVS dall’11 ottobre in una selezione di negozi OVS e online (ovs.it) si potrà acquistare una felpa realizzata in esclusiva per Save the Children, parte del cui ricavato sarà devoluto ai progetti di empowerment  che l’Organizzazione realizza in Italia e in tanti altri paesi.

 

La felpa, che sarà disponibile in anteprima online a partire dal 10 ottobre, è bianca con la scritta “Wonder(ful) Woman” per la donna e “Wonder(ful) girl” per le bambine. Perché dietro ogni donna meravigliosa c’è una bambina meravigliosa. Ma non tutte le bambine hanno la possibilità di esprimere il loro potenziale. E' questo il messaggio al centro della campagna, ideato attraverso un contest lanciato sui social da OVS lo scorso giugno, chiedendo ai follower di proporre una frase dedicata alle bambine di oggi e alle donne di domani. 
 
Matrimoni e gravidanze precoci, negazione del diritto allo studio, violenze e gravi discriminazioni di genere, sottolinea Save the Children, l’organizzazione internazionale che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro, sono la realtà quotidiana per milioni di bambine al mondo, con conseguenze devastanti sul loro sviluppo e sul loro stesso futuro.

 

Oggi nel mondo sono oltre 575 milioni di bambine e ragazze vivono in contesti segnati da profonde discriminazioni di genere nei loro confronti, 15 milioni di bambine nell’età della scuola primaria non avranno mai la possibilità di imparare a leggere e scrivere e, ogni anno, 12 milioni di bambine sono costrette a sposarsi, spesso con uomini più grandi di loro e andando incontro ai gravissimi rischi per la loro salute connessi alle gravidanze precoci. E anche nel nostro Paese, le conseguenze della povertà educativa impediscono ancora a tante bambine e ragazze di sviluppare le proprie capacità e i propri talenti.
 
Protagonista della campagna è l’attrice e scrittrice Chiara Francini, che in un video molto emozionante si ritrova a leggere una lettera scritta a sé stessa bambina, per ringraziarla di tutte le esperienze passate, delle sfide affrontate, della capacità di sognare in grande e di aver saputo accogliere l’aiuto di chi credeva in lei: “Sono contenta ed onorata di essere ambasciatrice di questo meraviglioso ed importante progetto che OVS e Save the Children hanno creato con mani piene d’amore. Ogni bambina deve avere l’opportunità di colorare con le proprie tinte la vita. Solo così potrà diventare l’arcobaleno che ogni donna è.”

 

“Siamo estremamente grati a OVS per essere al nostro fianco da dieci anni e per il messaggio forte e chiaro che questa nuova campagna vuol lanciare per restituire alle bambine e alle ragazze il futuro che troppo spesso viene loro sottratto. Le bambine di oggi sono le donne di domani, ma a tante di loro, in tutto il mondo, continua a essere negata la possibilità di vivere a pieno la propria infanzia, di studiare, sperimentare, coltivare i propri interessi e perseguire i propri sogni, a causa di tanti fattori come la povertà, le discriminazioni, i conflitti. Semplicemente si vedono negato il diritto di crescere come vorrebbero e questo è inaccettabile. Per questo dobbiamo fare di tutto perché nessuna di loro, in Italia così come in tanti altri Paesi, non venga più lasciata indietro”, ha affermato Daniela Fatarella, Vicedirettrice generale di Save the Children.

 

"OVS s’impegna da sempre a favore dei bambini più vulnerabili - afferma Monica Gagliardi, Direttore Marketing del brand -  e lo fa da oltre dieci anni in partnership con Save the Children. Con il progetto #LaMiaVoce, OVS e Save the Children intendono richiamare l’attenzione sulle bambine, a volte vittime di vere e proprie violenze, pregiudizi e discriminazioni di genere che impediscono loro di maturare consapevolezza di sé, di esprimere le proprie potenzialità e i propri desideri, negando loro la possibilità di costruirsi un futuro. Per questo a partire dall’11 ottobre metteremo a disposizione la nostra rete di negozi e il nostro sito per contribuire a sensibilizzare il pubblico su questo importante tema”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali