FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Di meno e al prezzo giusto: i trucchi per risparmiare sulla spesa

I trucchi per spendere meno e guadagnare in qualità

Di meno e al prezzo giusto: i trucchi per risparmiare sulla spesa

Le scuole di pensiero differiscono da famiglia a famiglia. C'è chi preferisce comprare poco giorno per giorno e chi, invece, opta per la spesa-scorta settimanale. La costante, però, è che spesso molte cose acquistate finiscono nella spazzatura perché superano la data di scadenza, non vengono cucinate o ci si dimentica addirittura di averle comprate. Con uno spreco non solo il termini di denaro, ma anche dal punto di vista etico. Quindi, è più che mai importante imparare a fare la spesa risparmiando con alcune strategie furbe ed efficaci. In parte praticate già dalle nostre mamme, più che altro per necessità e mancanza di budget.

Fare la spesa a stomaco pieno - La prima regola d'oro da seguire per risparmiare sulla spesa, è farla a stomaco pieno. Il motivo è di semplice intuizione: se si ha fame si tende a comprare più del necessario, puntando spesso su cibi poco nutrienti ma molto golosi. Non bisogna temere di comprare poco, infatti la tendenza occidentale vira sempre al rialzo in questo senso.

Avere una lista precisa - Fare la lista della spesa, digitale o cartacea, è indispensabile per riuscire a risparmiare e a comprare con buon senso. Inoltre, questo metodo è funzionale anche alla rapidità degli acquisti, facendo risparmiare molto tempo oltre al denaro. La lista della spesa andrebbe compilata in famiglia, per non rischiare di dimenticare qualcosa e dover tornare al supermercato più e più volte. Inoltre, è bene che si tratti di un elenco dettagliato sia dal punto di vista della qualità (con indicazione della marca che si intende acquistare), sia per ciò che concerne la quantità (senza cedere a deroghe momentanee).

Seguire le offerte - Questo tipo di strategia è forse più adatta alle casalinghe ma, con un po' di organizzazione, può essere fattibile anche per le donne che lavorano e per gli uomini, di norma più distratti nel fare la spesa. Informarsi sulle offerte dei diversi punti vendita può, infatti, far risparmiare fino al 40% sulla spesa settimanale. Certo è che seguire le offerte comporta un dispendio maggiore di tempo.

Non farsi ingannare dalle offerte - Accade soprattutto agli uomini inviati in "missione spesa": quando un prodotto è mostrato in offerta (reale o presunta) si tende a farne scorta, anche se non serve o si è consapevoli che non si riuscirà mai a terminare entro la data di scadenza. Perciò, a meno che non si tratti di un indispensabile (per esempio, pannolini per bambini oppure olio o, ancora, pasta) è importante non cedere ai richiami della super offerta.

Preparare prima i bambini - Un elemento di distrazione e variazione del budget spesa è determinato dalla presenza dei bambini al supermercato. Per loro natura, i piccoli di casa vorrebbero acquistare di tutto e, spesso, riescono a far cedere il genitore esausto da capricci estenuanti, praticati per giunta in pubblico. Eppure, non bisogna cedere. E, perché ciò sia possibile, è importante preparare prima i bambini alla spesa spiegando loro cosa significhi comprare il cibo per tutta la famiglia e concedendo, nel caso, alcune trasgressioni stabilite però prima di andare a fare la spesa.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali