FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

SOS talloni: rimedi fai da te per piedini da favola

Zona rossa e niente estetista, un vero guaio per i talloni: scopri come recuperare estremità tutte da esibire in cinque semplici mosse

Istockphoto

Limitazioni e chiusure incidono non solo sull'umore, ma anche sulla linea e perfino sui piedi. Abbandonate le scarpe, abbiamo optato per ciabatte e pantofole, decisamente più confortevoli, ma anche poco indicate per mantenere una pelle bella liscia. Con la stagione calda arriva la possibilità di mostrare con soddisfazione le nostre estremità grazie a sandali e accessori fashion super sensuali, ma dobbiamo fare i conti con talloni screpolati e secchi. Tuttavia, rimediare si può: ecco come.

I piedi costituiscono da sempre una parte di grande appeal del nostro corpo: poterli esibire belli e curati è una vera soddisfazione e fonte di orgoglio per ogni signora. Purtroppo, tra chiusure, limitazioni e gestione impegnativa di lavoro e famiglia, il tempo da dedicare alla cura di sé è praticamente azzerato.

 

Niente paura: qualche piccolo trucco facile e veloce per riportare i talloni trascurati al loro meritato splendore c'è e ci può essere di grandissimo aiuto prima che le temperature diventino bollenti e il momento di scoprirsi ci colga ancora impreparate.

 

Un bel pediluvio per iniziare: con uno degli ingredienti più semplici ed economici, cioè il bicarbonato, possiamo fare (quasi) miracoli. Perfetto per ammorbidire la pelle dura dei piedi, è un rimedio naturale di grande efficacia: tre cucchiai da minestra sciolti nell'acqua per un pediluvio rilassante possono regalare un risultato immediato. Per un effetto esfoliante, prepariamo uno scrub casalingo ottenuto mescolando in una ciotola tre parti di bicarbonato di sodio con una di acqua tiepida fino ad ottenere un composto granuloso: strofiniamo i talloni con delicati movimenti circolari per qualche minuto e potremo contare su una pelle esfoliata e rigenerata a prova di estetista.

 

Guerra alla pelle morta: il motivo per cui i piedi si seccano molto, e soprattutto i talloni, è perché la pelle delle estremità è povera di ghiandole sebacee e quindi è proprio lì che facilmente si accumulano le cellule morte. Con il piede libero, dal momento stando in casa non indossiamo calze o scarpe chiuse, il sudore è poco e la pelle tende a seccarsi molto di più. Per eliminare le zone ruvide, il rimedio principe resta la vecchia e sempre utile pietra pomice, in grado di eliminare la pelle dura molto velocemente se passata sulle zone ruvide. Economica e facile da reperire anche al supermercato, la pomice è una pietra lavica molto leggera e porosa e per questo ideale per levigare la pelle dura. Va utilizzata solo durante il pediluvio o sui piedi ancora umidi: non solo renderemo la sua azione ancor più efficace, ma eviteremo anche di farci male.

 

Rinnova lo splendore: oltre che secca, può succedere che la pelle dei talloni sia più scura del normale. Non c'è da stupirsi: camminare a piedi scalzi o rimanere per tanto tempo con le ciabattine in balia della polvere, può purtroppo lasciarci un effetto tanto indesiderato quanto imbarazzante, perché la colorazione risulta effettivamente poco piacevole. Si tratta di un effetto collaterale decisamente antiestetico causato dal colore scuro dei materiali con cui il piede viene a contatto e che si insinua nelle cellule morte. Rimedio semplicissimo: facciamo un pediluvio caldo in cui versiamo la spremuta di mezzo limone, lasciamo i piedi ammollo per una decina di minuti e successivamente ripassiamo con cura la pietra pomice sui talloni. Il risultato sarà a prova di post su Instagram!

 

Obiettivo: morbidezza! quando la pelle diventa screpolata e indurita, bisogna mettere in conto che anche utilizzando una crema idratante per il corpo la pelle dei talloni non torni liscia. I piedi, compagni infaticabili della nostra vita, richiedono una cura specifica e dedicata, che abbia una funzione cheratolica capace di ammorbidire e i tessuti cornei dell'epidermide, oltre che essere molto nutriente e lenitiva. I prodotti a base di urea, una sostanza organica che favorisce l'esfoliazione cutanea, sono davvero quanto di meglio possiamo utilizzare per restituire alla pelle nuova lucentezza e una ritrovata morbidezza. Le creme con urea sono utili per ammorbidire ed elasticizzare pelli ormai aride, inspessite e screpolate. Se i poveri talloni sono davvero conciati maluccio, per una terapia d'urto utilizziamo una crema con urea arricchita con principi attivi naturali ad azione emolliente e nutriente: perfetti aloe vera, camomilla e calendula, olio di Jojoba, burro di Karitè, olio di mandorle dolci e olio di acai, tutti elementi naturali dalle riconosciute proprietà nutrienti.

 

Per talloni da instagrammare: se vogliamo condividere le foto di piedi e talloni da star, quello che ci vuole è la maschera alla paraffina. Puntiamo sulla paraffina solida, da acquistare al supermercato o anche online, che va sciolta a bagnomaria e applicata quando è tiepida usando un pennello piatto: sarà sufficiente un quarto d'ora di posa per un risultato davvero molto interessante. Per una beauty routine da manuale dovremmo fare un bagno di paraffina ai piedi una volta alla settimana, per mantenere a lungo la pelle morbida e idratata. Il consiglio furbo? Applichiamo uno strato generoso di crema prima di andare a dormire e indossiamo dei calzini prima di infilarci sotto le lenzuola: risultato a prova di sandalo assicurato!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali