FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Veganuary: la cucina vegana può piacere anche agli onnivori

Una ricognizione nell’universo veg tra modi e ragioni per apprezzare almeno occasionalmente questa filosofia alimentare

Veganuary: il bello e il buono della cucina veg

L'alimentazione vegana è gustosa e, con alcuni accorgimenti, anche equilibrata

Leggi Tutto Leggi Meno

La carne? Sono sempre di più le persone che non la apprezzano e decidono di escluderla in tutto o in parte dalla loro dieta. Ma il regime vegetariano o addirittura vegano crea qualche perplessità: molti lo considerano poco equilibrato dal punto di vista nutrizionale e complicato da gestire nella vita quotidiana.  Il mese di gennaio è dedicato a questa filosofia alimentare, tanto che si parla di Veganuary, contrazione dei termini vegan e January; è dunque questo il momento giusto per saperne di più e per sciogliere qualche dubbio. 

A PROPOSITO DI VEGANUARY – Veganuary è un’iniziativa nata nel 2014 che si propone di trasformare il primo mese dell’anno in un’occasione per conoscere e sperimentare questo modo di nutrirsi e, più in generale, di vivere, improntato al rispetto dell’ambiente e cruelty free.  L’iniziativa si propone di diffondere una cultura e una consapevolezza alimentare come punto di partenza per adottare un vero e proprio stile di vita, rispettoso nei confronti dell’ambiente e del mondo animale. Secondo i dati del Rapporto Italia 2021 di Eurispes, presentato il maggio scorso, l’8,2% della popolazione italiana, quasi una persona su dieci, è vegana o vegetariana. Il dato in lieve calo rispetto al 2020, quando si arrivava all’’8,9% del totale. I vegetariani costituiscono il 5,8% della popolazione, mentre i vegani sono il 2,4%. Tra i vegetariani le donne sono più numerose degli uomini (6,9% contro il 4,7%), mentre tra i vegani gli uomini sono il 2,7% contro il 2% delle donne.

 

VEGANI, VEGETARIANI, ONNIVORI – Mentre gli onnivori basano la loro dieta sul consumo di tutti i gruppi di alimenti, carne rossa e bianca compresa, i vegetariani e i vegani la escludono completamente dalla loro tavola. Tra questi ultimi due gruppi ci sono però delle differenze ben precise: i vegetariani si astengono dal consumo di qualunque tipo di carne, comprese quelle bianche, e anche di pesce, molluschi, crostacei. Se si ammette il consumo di alcuni cibi di origine animale come latticini, uova e miele, si parla di dieta "latto-ovo-vegatariana" (LOV). Se invece ci si astiene anche da questi prodotti, si entra in regime vegano (o VEG), dal quale sono banditi tutti gli alimenti di origine direttamente o indirettamente animale. 

 

AMICA DELL’AMBIENTE – Oltre ad essere cruelty free, la cucina vegana è rispettosa dell’ambiente perché ha un minore impatto sul Pianeta. Lo dimostra, tra gli altri, anche un’indagine condotta, in occasione del Veganuary, dalla piattaforma di food delivery Deliveroo, dalla quale risulta che il risparmio in termini di carbon footprint generato dal consumo di burger veg nell’ultimo anno in piattaforma è stato pari a quasi 170.000 kg di CO₂eq  (CO₂eq è una misura che esprime l'impatto sul riscaldamento globale di una certa quantità di gas serra rispetto alla stessa quantità di anidride carbonica e viene usata per stimare la carbon footprint associata a un'attività umana). In pratica, un hamburger realizzato con proteine vegetali è in grado di generare un risparmio in termini di emissioni di CO₂eq fino al 90% in meno rispetto a un tradizionale burger di carne. 

 

LIMITI E FALSI MITI DA SFATARE A PROPOSITO DELLA CUCINA VEG – Una delle maggiori preoccupazioni di chi vuole accostarsi a una dieta priva di carne è che si tratti di un regime non equilibrato e privo di nutrienti importanti. A fare chiarezza in proposito, interviene il biologo nutrizionista e divulgatore scientifico Iader Fabbri, in occasione della pubblicazione del suo libro “Ricette Vegane e Vegetariane anche per onnivori”, edito da Mondadori Electa. Fabbri chiarisce che l’unica carenza derivante da una dieta vegana riguarda la vitamina B12, un nutriente essenziale per l’organismo e che il fisico non può produrre da sé: deve essere quindi introdotta con l'alimentazione e può essere ricavata solo da fonti animali perché non è presente negli alimenti vegetali. Le uniche eccezioni, per esempio le alghe nori, la spirulina e il lievito alimentare non fortificato, non possono essere considerati fonti adeguate di B12, ragion per cui i vegani devono far ricorso ad appositi integratori. Un altro aspetto che i vegani devono tenere presente è la necessità di mantenere stabile la glicemia, che tende a salire quando si consumano carboidrati ad alto impatto glicemico. Meglio preferire carboidrati a basso carico glicemico e compensarne l’assunzione con proteine disponibili anche per vegani e vegetariani, ad esempio nella soia o nel seitan. Infine, Iader Fabbri indica cinque falsi miti da sfatare a proposito dell’alimentazione vegana: 
1. Il cibo veg non è gustoso - Si è no, tutto dipende dalla fantasia e dalla capacità di creare nuovi abbinamenti e nuovi sapori.
2. La cucina veg non è varia - In realtà non lo è nemmeno quella di molti onnivori: sono numerosi quelli che tendono a standardizzare la loro dieta con 10/12 alimenti per tutta la loro vita. 
3. La cucina veg è complicata e difficile – Ci sono ricette che richiedono esperienza ma il libro vuole dimostrare che si possono rispettare gusti e principi vegani/vegetariani anche in maniera semplice.
4. La cucina veg non sazia - In realtà sono proprio verdure e frutta che possono renderci sazi e apportare molte sostanze indispensabili al mantenimento della buona salute. 
5. La cucina veg è scomoda – Si pensa che un vegano o vegetariano abbia difficoltà a trovare piatti adatti quando deve mangiare fuori casa. In realtà molte ricette veg fanno già parte della nostra cultura gastronomica e sono facili da reperire. Inoltre, ormai sempre più ristoranti offrono soluzioni veg, in modo che i vegani possano godere la convivialità anche con gli amici onnivori. 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali