FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Rubriche >
  • Crisi, se il professionista è low cost<br> Il segreto? "Credere nei propri sogni"

Crisi, se il professionista è low cost
Il segreto? "Credere nei propri sogni"

Con 50 euro ad ambiente ti ridisegnano casa. E' il motto di Interior-Relooking, studio di giovani architetti. A Tgcom24 la fondatrice

- Saremo pure ingenui, ma una delle poche cose che non si possono negare sono i sogni. Così abbiamo pensato di andare alla ricerca di tutti quegli italiani che non si sono arresi alla crisi, ma hanno saputo rialzarsi e reinventarsi con successo. E ce ne sono. In molti hanno deciso di arrangiarsi trasformando i propri sogni in fonte di reddito. Di necessità virtù, appunto: è il titolo della rubrica di Tgcom24 che parla di chi, nonostante la difficile situazione economica, si è rimboccato le maniche. Se anche tu hai sfidato la crisi e ne sei uscito vincente: scrivi e racconta la tua esperienza.
 
Proprio mentre il Censis definiva l’Italia una “società sciapa e infelice”, un Paese “senza fermento, in cui circola troppa accidia, furbizia generalizzata, disabitudine al lavoro, e immoralismo diffuso”, abbiamo  incontrato per caso delle giovani professioniste milanesi che hanno riacceso una speranza per il futuro. Dal nulla hanno messo su uno studio virtuale di progettazione di interni (tutto il lavoro si svolge online) e dal 2008 vanno alla grande.

Interior-Relooking -come si chiama il progetto- è un esperimento nato per gioco tra i banchi del Politcenico di Milano con una sola parola d’ordine: low cost. Un modo per cavalcare la crisi, abbassando i costi delle prestazioni e avvicinandosi il più possibile ai consumatori: architettura democratica ed economica, a portata di tutti. In pratica con 50 euro a locale le ragazze di Interior Reeloking creano un progetto completo di descrizioni, disegni 3D, indicazioni di materiali e arredi. Noi di Tgcom24 abbiamo intervistato Valeria Bongini, architetto e fondatrice del progetto, per capire come è nata la sua idea e, soprattutto, per dare un messaggio di positività e prospettiva. “Per chi ha un sogno nel cassetto – ci dice fiduciosa – bisogna provare a realizzarlo. Tante volte basta davvero poco”. 

Crisi, se il professionista è low cost
Il segreto? "Credere nei propri sogni"

Valeria, come ti è venuta l’idea del design low cost? 
"L’idea è nata sui banchi dell'università, circa una decina di anni fa….si parlava già di architettura democratica. Abbiamo iniziato per gioco, le cavie sono stati gli amici alle prese con la prima casa: loro facevano i rilievo e le fotografie dello stato di fatto, poi ci inviavano tutte le informazioni e noi progettavamo gli spazi. Creavamo un album di progetti, con piante e prospettive; il tutto veniva realizzato la notte o nei ritagli di tempo (tra una lezione e l’altra, in pausa pranzo) e poi discusso insieme ai committenti nel weekend.In questo modo abbiamo capito come si potevano abbattere i costi: quindi il progetto poteva costare meno e diventare accessibile a tutte le tasche… non volevamo di meglio!"
 
Quando è nato il sito?
"Era il 2008...inizi dell'anno: stufe di collaborare per gli studi di architettura, ingegneria, imprese edili abbiamo deciso di fare il salto e ci siamo buttate "nella rete". Abbiamo scelto il nome prendendo spunto dalle esperienze del mondo anglosassone, comprato il dominio, creato il sito internet e poi aspettato che qualcuno si affidasse a noi. E’ stato letteralmente un tripudio: boom di richieste da tutta l'Italia, non ci potevamo credere che Luca, Andrea, David, Ilaria, Angela e tanti altri si affidavano a 4 sconosciute per realizzare la casa dei loro sogni. Sulle basi di questo ottimo riscontro, abbiamo poi realizzato anche il secondo progetto web collegato Ristrutturami.itdedicato alle ristrutturazioni chiavi in mano per la zona di Milano.
 
Lavorare online, solo vantaggi? Quali? 
"I vantaggi ci sono sia per noi che per i clienti; per noi che abbattiamo le spese in quanto non abbiamo una sede fisica dove lavoriamo e possiamo svolgere la nostra attività ovunque ed in qualunque momento. Invece per i clienti, oltre a poter accedere ad uno studio di architettura low cost, il bello sta nel fatto che possono affidare la progettazione, non per forza allo studio in fondo alla via del loro paese ma, anche a chi vive a km e km di distanza e quindi avere un punto di vista diverso, magari nuovo che arriva direttamente da Milano! E poi la comodità di inviare tutto via mail e valutare le soluzioni comodamente seduti al pc magari durante una pausa lavorativa o il sabato pomeriggio insieme a tutta la famiglia."
 
Chi fa parte del progetto?
"Oltre a noi 4 fondatrici (Valeria , architetto; Monica, designer e stilista; Giusy, giornalista e curatrice di eventi e Rossella, specializzata in allestimenti di negozi e show-room, ndr), abbiamo una rete di collaboratrici, rigorosamente donne, fidate (Irene, Cecilia, Cristina, Silvia,…) che ci aiutano a sviluppare i lavori dando idee sempre fresche e nuove che arrivano dagli Usa, dal Regno Unito e da varie zone dell’Italia. Noi non siamo tutte di Milano, tra di noi si comunica via mail o via telefono, come facciamo con i committenti praticamente e questo permette di avere visioni diverse e uniche."
 
Quante persone, in media, si rivolgono a voi?
"Riceviamo circa 2-3 richieste al giorno e il 70% si concretizza. Ci scrivono persone di diverso genere e con richieste più varie! Dalla giovane coppia alle prese con la prima casa, al nonno che vuole fare una sorpresa al nipote, ai genitori che cercano di spronare il figlio a lasciare il nido famigliare… questo il bello: mai un progetto è uguale ad un altro".
 
Professionisti low cost nuova frontiera?
"Noi crediamo di sì. Basta che questo approccio non significhi impegno minore nel proprio lavoro e quindi nei servizi offerti. L’impegno professionale va ricompensato assolutamente, poi chiaramente per rimanere low cost si deve risparmiare su altro: condividendo gli spazi di lavoro,i mezzi e gli strumenti operativi. Per questo per ora siamo solo online, magari un giorno ci potremo permettere anche il lusso di uno studio vero e proprio".
 
Low cost penalizza la qualità?
"Decisamente no! La passione che mettiamo nei lavori online da 50,00 euro ad ambiente è la stessa dei progetti più grandi che poi diventano cantieri con Direzione lavori/artistica, etc..."
 
Un consiglio ai giovani professionisti…
"Per chi ha un sogno nel cassetto: provate a realizzarlo! Tante volte basta davvero poco: una buona idea, pochi euro per il dominio e un amico che ti costruisce il sito vincente!!"

Notizie correlate