Austria

Estate in Tirolo: le cinque esperienze imperdibili

Godersi un concerto ad alta quota, diventare contadini per qualche giorno, l’infinita bellezza delle stelle

30 Mag 2024 - 06:00
1 di 6
© Ente del Turismo  | Nella Kaunertal si vedono migliaia di stelle, ph TVB Tiroler Oberland - Kaunertal, Andreas Kirschner© Ente del Turismo  | Nella Kaunertal si vedono migliaia di stelle, ph TVB Tiroler Oberland - Kaunertal, Andreas Kirschner© Ente del Turismo  | Nella Kaunertal si vedono migliaia di stelle, ph TVB Tiroler Oberland - Kaunertal, Andreas Kirschner© Ente del Turismo  | Nella Kaunertal si vedono migliaia di stelle, ph TVB Tiroler Oberland - Kaunertal, Andreas Kirschner

© Ente del Turismo | Nella Kaunertal si vedono migliaia di stelle, ph TVB Tiroler Oberland - Kaunertal, Andreas Kirschner

© Ente del Turismo | Nella Kaunertal si vedono migliaia di stelle, ph TVB Tiroler Oberland - Kaunertal, Andreas Kirschner

In Tirolo la bella stagione offre innumerevoli opportunità per conoscere la regione e i suoi abitanti per vivere momenti indimenticabili. Di giorno o di notte. In montagna o a valle. Sportiva o rilassante. Perché oltre al mondo alpino unico e alle delizie culinarie, sono le esperienze speciali che rimangono indelebili nella memoria. Ecco allora 5 momenti speciali in montagna per un’estate indimenticabile in Tirolo.

SOTTO MIGLIAIA DI STELLE

 La valle Kaunertal riserva uno dei luoghi più bui dell’Austria e offre quindi uno scenario na- turale notturno, che raramente si sperimenta a causa dell’alta densità di urbanizzazione e della conseguente luce artificiale. Quello che si chiama “buio pesto” diventa realtà in questo luogo sperduto, in mezzo alla natura. Non c’è traccia di inquinamento luminoso. Nelle notti limpide, il mondo alpino formato dal ghiacciaio a circa 2.000 metri di altitudine, il Gepatsch nella Kaunertal, invita a sperimentare la libertà e la vastità dell’universo nell’osservare migliaia e migliaia di stelle. Accompagnati da “guide stellari” professionalmente preparate, gli ospiti imparano tutto sulle stelle e le costellazioni; il significato per l’umanità, per il nostro orientamento e per l’invenzione di storie e visioni del mondo che ci accompagnano dalla preistoria.

CONTADINI PER UNA SETTIMANA

 Vivere le malghe, i prati alpini, i pascoli, immergersi nel mondo dei contadini di montagna e imparare i lavori più importanti sulle malghe: tutto questo può essere fatto alla “Scuola dell’alpeggio”. La Valsertal, una valle laterale della Wipptal situata direttamente sul confine italiano, è una piccola oasi di pace lontana dalle folle di turisti e proprio per questo motivo un luogo di nostalgia per molte persone che sentono sempre di più la mancanza di libertà, natura e pace e tranquillità nella vita di tutti i giorni. La “Scuola dell’Alpeggio” offre un’esperienza particolare: il contatto con un lavoro manuale legato alla natura in grado di “svuotare” la mente dai pensieri urbani e dallo stress. L’attività fisica richiede concentrazione e la fatica, sembra un paradosso, ha un effetto rigenerante sulla mente. Si tratta di una vacanza sui generis, in grado di dare un contributo alla conservazione del patrimonio culturale dell’alpeggio e dello sfalcio in montagna in vari corsi – dal corso base ai corsi speciali su erbe, grappa, “aria alpina e profumo di capra” fino al progetto di volontariato “Cura dei prati alpini e di montagna”. I partecipanti imparano non solo quanto sia preziosa la natura, ma anche quanto possa essere soddisfacente il lavoro fisico.

NOTTE IN RIFUGIO E ALBA IN VETTA Quando i primi raggi di sole del giorno si spingono lentamente sulle cime delle montagne e lentamente risvegliano il mondo, l’emozione è forte e il cuore batte. Il momento è particolarmente magico: la luce arriva e l’orizzonte prende forma. Tra i più spettacolari luoghi c’è la cima del Kellerjoch a 2.344 metri nella Silberregion Karwendel. La sera prima, il tour, adatto anche alle famiglie, prevede il pernottamento al rifugio Kellerjochhütte a 2.237 metri di altitudine. Trascorrere la notte in un rifugio è già di per sé un’esperienza entusiasmante, che prosegue la mattina successiva con il raggiungimento (in circa trenta minuti) della vetta, da dove si può godere l’impressionante spettacolo naturale dell’alba. Prima di scendere a valle, gli escursionisti si possono rifocillare con una ricca colazione in baita.

SCOPRI I BIG FIVE DELLE ALPI

 Nei suoi cinque parchi naturali e nel Parco Nazionale degli Alti Tauri, il Tirolo non mostra solo il suo lato più incontaminato e selvaggio: questa è anche la migliore opportunità e probabilmente la più grande occasione per vedere animali selvatici rari. Stambecchi, camosci, cervi, gipeti, e aquile reali: sono questi i Big Five delle Alpi che si possono scoprire in un trekking. Durante un tour di osservazione della fauna selvatica con ranger qualificati del parco naturale o del parco nazionale, la natura diventa una vivace aula a cielo aperto e gli ospiti imparano tutto su questi impressionanti animali e sui loro habitat.

MUSICA AD ALTA QUOTA Ascoltare l’orchestra da camera InnStrumenti e godersi il panorama montano unico a 2.340 metri di altitudine: il concerto alpino-urbano clou “Klassik am Berg” lo rende possibile. Non solo per i principianti della musica classica, ma anche per gli intenditori, il concerto dell’8 settembre 2024 all’Hoadl dell’Axamer Lizum è un’indimenticabile esperienza di ascolto e ad alta quota. Già durante la salita con la funivia, i piccoli gruppi musicali nelle stazioni a valle, intermedie e a monte preparano i visitatori per il pomeriggio dei con- certi. Non è solo l’alta qualità dell’orchestra, la particolarità del luogo e il viaggio sulla funi- colare che rendono “Klassik am Berg” un’esperienza musicale unica, ma anche il sofisticato concetto che rende questo evento un appuntamento amato da tutte le fasce d’età. I visitatori ascoltano la musica classica, estratti da opere famose, ma anche brani musicali che si armonizzano con il luogo del concerto sulla montagna. In caso di maltempo, il concerto si svolgerà nella non meno suggestiva Casa della Musica di Innsbruck.

Per maggiori informazioni: www.tirolo.com  

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri