FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Greenway del Lago di Como: a passeggio nella natura e tra borghi pittoreschi

Un facile itinerario adatto a tutti tra le bellezze della sponda occidentale del Lario

Tra natura e storia: la Greenway sul Lago di Como

Un facile trekking sulla sponda occidentale del Lario

Leggi Tutto Leggi Meno

Già il nome dice molto: la Greenway è la strada verde che costeggia la sponda occidentale del lago di Como e si inoltra, tra panorami mozzafiato, prati collinari e borghi pittoreschi. L’itinerario completo, da percorrere rigorosamente a piedi o in mountain bike, e copre un tracciato di circa dieci chilometri tra i borghi di Colonno e Griante: si tratta di una facile passeggiata adatta a tutti e che può essere percorsa in tutte le stagioni anche a tappe, dato che il percorso attraversa diversi paesi e può essere raggiunto facilmente da ciascuno di essi.  Il tracciato segue in alcuni punti l’antica Via Regina e tocca, oltre a Colonno e Griante, alle estremità dell’itinerario, i paesi di Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezzegra e Tremezzo. La passeggiata offre scorci panoramici incantevoli e la possibilità di scoprire alcuni gioielli architettonici come ville, chiese romaniche e barocche.

Per facilitare la fruizione, il percorso è suddiviso in sette tappe ed è ben tracciato dalla segnaletica. Percorrerlo per intero richiede circa tre ore e mezzo, se non si fanno soste troppo lunghe e può essere affrontato anche dai bambini: l’importante è indossare scarpe comode e adatte a una camminata. Si può scegliere quindi di percorrerne anche solo una parte, considerando che il tracciato ha parti di saliscendi, ma anche lunghi tratti di lungolago in piano. È possibile anche, al ritorno, utilizzare i servizi di autobus e di battello, con fermate in ogni borgo toccato dal percorso. 

 

La prima sezione dell'itinerario parte dall’entrata sud del paese di Colonno: si sale lungo via Cappella fino a via Luigi Civetta. Si prosegue attraversando il centro storico e seguendo le indicazioni “Greenway del Lago di Como”, poi si scende verso il lago, si supera un antico ponte sul Torrente Pessetta e si esce dall’abitato. La strada, che ricalca il tracciato dell’antica Via Regina, prosegue in leggera salita e offre alcuni punti panoramici di grande bellezza sul borgo e sul lago. La prima tappa si completa raggiungendo il borgo di Sala Comacina. 

 

Da qui la passeggiata prosegue a mezza costa e attraversa piccoli uliveti e appezzamenti terrazzati, con splendide vedute sul lago. Seguendo le indicazioni si percorrono stradine acciottolate fino alla Cappella di San Rocco: da qui si può fare una deviazione scendendo la scalinata che porta al centro storico e al porticciolo di Sala Comacina, oppure proseguire lungo la Greenway che in questi punti offre punti panoramici davvero mozzafiato sul lago e sull’Isola Comacina, fino a raggiungere il borgo di Ossuccio.

 

La terza tappa va da Ossuccio a Lenno. In questo tratto non si può mancare la visita alla chiesa romanica dedicata ai santi Giacomo e Filippo, una incantevole cappella medievale (X-XII secolo) con un bellissimo campanile: con una piccola deviazione si può visitare il centro storico di Spurano, oppure proseguire lungo il tracciato fino al Santuario della Beata Vergine del Soccorso; l’itinerario passa accanto alla incantevole Villa del Balbiano.

 

La quarta tappa, da Lenno a Mezzegra, attraversa il centro storico del borgo di Lenno, passa davanti all’ingresso di Villa Monastero e, fra tratti acciottolati e parti asfaltate, passa a circa 1 chilometro dalla Villa Balbianello, visitabile da marzo a novembre. La villa edificata a fine Settecento su un preesistente monastero francescano e oggi di proprietà del FAI, offre scenari magici, tanto da essere stata utilizzata come set cinematografici in alcune produzioni hollywoodiane, tra cui “Star Wars, Episodio 2” e “Casino Royale” con Daniel Craig nei panni di James Bond. Si arriva infine al Lido di Lenno: qui si percorre il lungolago e si incontrano la Torre Medievale di Villa e la Villa Aureggi, fino a raggiungere l’imbarcadero. Da qui una passerella attraversa il torrente Tornago e un sentiero acciottolato conduce a Mezzegra: questo è il tratto più impegnativo del percorso perché si procede in salita. Con discesa poi verso il borgo di Bolvedro

 

Proseguendo nella sezione numero cinque, da Mezzegra a Tremezzo, si incontrano molti luoghi di interesse culturale e storico, tra cui la Chiesa di San Giuseppe, la chiesa parrocchiale di Sant’Abbondio davanti alla quale si trova un punto panoramico con vista mozzafiato sul lago e sul promontorio di Bellagio, la Casa dei Presepi, visitabile tutto l’anno, gli edifici settecenteschi Palazzo Brentano e Palazzo Rosati. Infine si arriva a Tremezzo, punto dal quale la Greenway prosegue a livello del lago fino al suo termine. 

 

La sesta e la settima tappa collegano Tremezzo con Griante fino alla conclusione della Greenroad. e offrono numerosi spunti interessanti: dopo il rigoglioso parco pubblico dedicato a Teresio Olivelli, si supera il complesso di Villa Meier e si attraversano alcuni borghi pittoreschi, tra cui Volesio, Intignano e Rogaro. Si arriva poi al celebre Grand Hotel Tremezzo e a Villa Carlotta, splendido edificio circondato da un incantevole giardino botanico, dove in primavera si può ammirare una splendida fioritura di rododendri e azalee. Dopo il parco si entra nel territorio di Griante, costeggiando sul lungolago le splendide ville del paese, poco oltre le quali l’itinerario si conclude nei pressi della fermata degli autobus. 
 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali