FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nicolò Zenga: "Papà mi chiese se avessi mai pensato di cambiare cognome"

A "Live - Non è la dʼUrso" il confronto con il fratello maggiore Jacopo, nato dalla prima relazione del calciatore

A "Live - Non è la d'Urso" continuano a tenere banco le dichiarazioni di Andrea e Nicolò in merito al padre Walter Zenga, ritenuto assente per la maggior parte della loro vita. A far scalpore, durante la puntata di domenica 24 gennaio, è la prefazione del libro - ancora non pubblicato - scritto da Andrea, del quale la conduttrice Barbara d'Urso ha letto alcune frasi molto forti: "Un pomeriggio gli ho detto quanto ho sofferto la sua assenza e mi ha risposto che non ero nessuno per poter giudicare la sua vita e non potevo permettermi di criticarlo. Mi ha detto che adesso aveva una nuova famiglia ed era giusto che pensasse solo a loro concludendo che per noi non esisteva più, addirittura domandandomi se avevo mai pensato di cambiare cognome".

"Perché non mi hai detto niene del libro?" - chiede Jacopo, anche lui ospite della trasmissione di Canale 5 - "Forse abbiamo caratteri diversi, io adesso ho superato i problemi con papà, ma non ho mai detto di essere sempre andato d'accordo con lui".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali