FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Marco Columbro sbotta contro Barbara d'Urso: "Vengo lì e ti strappo il vestito. Non sono qui per parlare dei c***i miei"

A "Live - Non è la dʼUrso" scintille tra il presentatore e la padrona di casa nellʼambito dei problemi economici

 

Dopo il difficile intervento di Giorgia Meloni, a "Live - Non è la d'Urso" si parla di pensioni basse e di vip in difficoltà economiche. Mentre Barbara d'Urso fa qualche domanda ai suoi ospiti, Marco Columbro si sente punto sul vivo e l'attacca verbalmente. La padrona di casa, senza perdere le staffe, risponde che gli stava dando la possibilità di smentire quanto uscito sui giornali in merito ai suoi presunti debiti ma l'ex presentatore, dopo i primi secondi di calma, ha uno scatto: "Se vogliamo parlare di come è cambiata la mia vita va bene, se volete fare una trasmissione sulla mia pelle mi alzo e me ne vado".

 

A poco servono i tentativi sia di Barbara d'Urso sia degli altri ospiti di mediare e riportare la tranquillità e mediare uno scatto d'ira fuori luogo, Columbro alza sempre più la voce fino a sbottare: "Vengo lì e ti strappo il vestito. I cazzi miei sono cazzi miei".

 

D'Urso evita di entrare nel merito e va avanti ma non può non lanciare una frecciatina: "Io cerco di mantenere il sorriso, voi non vi accavallate, prima che mi faccia girare le scatole anche io".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali