FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il coronavirus sbarca in corsia all'ospedale di Grey's Anatomy 17

Ad affermarlo il produttore esecutivo della celebre serie Krista Vernoff

Anche Grey’s Anatomy si adegua ai tempi... del coronavirus. Ad affermarlo il produttore esecutivo della celebre serie, Krista Vernoff, che durante una trasmissione televisiva ha detto: "Non c’è modo per una serie medical quale è Grey’s Anatomy di non trattare la crisi sanitaria che sta caratterizzando le nostre vite in questo momento”.

Nei corridori dell'immaginario Seattle Grace Hospital di Seattle, dove si svolge la narrazione della fortunata serie cult, entrerà quindi a pieno titolo anche la pandemia da Covid-19. Succederà nella prossima stagione, la diciassettesima: "Parleremo della pandemia senza dubbio", ha detto la Vernoff, che ha aggiunto come durante la crisi sanitaria abbia trovato molte similitudini tra le battaglie in corsia dei medici che hanno affrontato la pandemia e quelle affrontate dal personaggio di Owen Hunt (Kevin McKidd), chirurgo e veterano di guerra. La Vernoff, che sta lavorando insieme agli altri autori alla nuova stagione di Grey's Anatomy, ha parlato con molti dei dottori che sono stati in prima linea durante l'emergenza.

 

 "Spesso tremano letteralmente e cercano di non piangere, impallidiscono e ne parlano come di una guerra, una guerra per la quale non sono stati addestrati", ha raccontato la showrunner della serie: "Sento che il nostro show ha l'opportunità e la responsabilità di raccontare alcune di quelle storie...".

 

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali