FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Dalle frasi sessiste al caso Gregoraci, il Sanremo 2020 inizia in salita

A due settimane dalla serata inaugurale scoppiano scandali e polemiche

 Sanremo

Non c'è Festival di Sanremo che si rispetti senza una polemica, ma quest'anno la kermesse ha giocato d'anticipo. A più di due settimane dalla serata inaugurale, a far tremare il palco dell'edizione numero 70 sono state diverse querelle. Dalla presenza della giornalista palestinese Rula Jebreal all'esclusione di Elisabetta Gregoraci da "L'altro Festival", fino agli attacchi a Rita Pavone e alle frasi sessiste pronunciate da Amadeus.

IL TIRA E MOLLA DI RULA JEBREAL - La presenza di Rula Jebreal, giornalista palestinese che affiancherà Amadeus in una delle serate, è rimasta in forse fino a pochi giorni fa. La Jebreal sul palco dell'Ariston porterà un monologo sulla violenza contro le donne, ma la sua connotazione politica ha fatto storcere il naso a più di una persona. Dopo l'annuncio e un primo stop, la Rai ha poi dato il via libera e Amadeus in conferenza stampa ha ribadito: "E' una donna estremamente intelligente, dal sapere internazionale".

 

Leggi anche > Il mistero della borsa di Diletta Leotta a Sanremo

 

 

LA SORPRESA (DAL RETROGUSTO AMARO) RITA PAVONE - Qualche giorno dopo l'annuncio dei Big in gara, Sanremo ha tirato fuori dal cilindro i nomi di Tosca e Rita Pavone. Il ritorno di "pel di carota", a 48 anni di distanza dall'ultima partecipazione, è stato però accolto con ben poco entusiasmo dal mondo social, che ha accusato il Festival di aver impresso una svolta sovranista alla manifestazione. La Pavone, infatti, in passato era finita nell'occhio del ciclone per alcune affermazioni sulla questione migranti. In barba alle polemiche, però, l'ex Giamburrasca tornerà all'Ariston con un brano nuovo di zecca "per far scoprire una Rita Pavone che sa dare ancora tanta energia", ha dichiarato lei.

 

Leggi anche > Diletta Leotta si presenta a Sanremo con un look sobrio

 

rita pavone

 

IL CASO ELISABETTA GREGORACI - Era data ormai per certa la conduzione di Elisabetta Gregoraci a "L'altro Festival", come si chiama il Dopofestival quest'anno. All'ultimo momento, però, la showgirl è stata rimpiazzata con M¥SS KETA, pare per le insistenze di Nicola Savino. La Gregoraci si è sfogata con un lungo post pubblicato su Instagram: "Il signor Nicola Savino con cui avrei dovuto co-condurre il format, ha ottenuto con forza e prepotenza, la mia esclusione, adducendo motivi pretestuosi tra i quali la presunta appartenenza politica alla destra del mio ex marito in quanto avrebbe già incluso comici di sinistra".

 

 

LE FRASI SESSISTE DI AMADEUS - L'ultimo scivolone, in ordine di tempo, è arrivato durante la conferenza stampa. Presentando Francesca Sofia Novello, la modella fidanzata con Valentino Rossi, Amadeus ha dichiarato di "averla scelta per la capacità di stare accanto a un grande uomo, stando un passo indietro". Affermazioni che hanno incendiato i social, tra accuse di "sessismo" e "ritorno al Medioevo". A stretto giro è arrivata la replica del conduttore: "Sono stato frainteso. Quel 'passo indietro' si riferiva alla scelta di Francesca di rimanere defilata, invece di cavalcare la popolarità".

 

LE REAZIONI DI FRANCESCA SOFIA NOVELLA E M¥SS KETA- La diretta interessata ha smorzato i toni: "Il Sanremo che ha immaginato Amadeus è incentrato sulla valorizzazione delle donne. Mi fa ridere tutto questo tam tam, però fa parte del gioco". Di opinione opposta la conduttrice dell'altro Festival M¥SS KETA: "Ci sono rimasta come un ghiacciolo. Io penso che il posto di una donna non sia dietro a un uomo ma davanti, che debba prendersi il suo posto e non quello che le impone la società".

 

 Sanremo

 

 

POTREBBE INTERESSARTI:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali