FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Valentina Lodovini e l'inno alla ribellione delle donne: "Cambio tutto!" in esclusiva su Prime Video

Dal 18 giugno la commedia di Guido Chiesa arriva direttamente in streaming dopo la mancata uscita in sala a marzo

Una donna decide di dare una svolta alla propria vita, compressa tra un fidanzato scroccone, un capo superficiale e donnaiolo, un'amica distratta. E' Valentina Lodovini a dare volto ed energia alla ribellione della protagonista Giulia in "Cambio tutto!" di Guido Chiesa. La commedia arriva in esclusiva su Amazon Prime Video dal 18 giugno dopo la mancata uscita in sala a marzo. Tgcom24 vi offre una clip del film.

 

Giulia ha 40 anni e vive nella frenesia di una grande città sottoposta a ogni tipo di stress. Ogni giorno si trova a dover combattere contro tutti: un nuovo capo senza alcuna esperienza e troppo incline a subire il fascino delle giovani impiegate, un compagno pittore squattrinato e approfittatore con un irrequieto figlio adolescente, una migliore amica presa solo da se stessa e dai suoi amori immaginari, e per non parlare della maledetta bilancia che segna sempre lo stesso peso nonostante la faticosissima dieta. E’ la goccia che fa prendere alla donna la decisione di rivolgersi a un guru televisivo, per cambiare tutto. La cosa funziona, ma con conseguenza inaspettate.

 

"Cambio tutto!", le immagini del film con Valentina Lodovini

 

Il film è un remake, la versione italiana di "Una mujer sin filtro", commedia messicana diretta da Luis Eduardo Reyes a sua volta ispirata al film cileno "Sin filtro". Accanto alla Lodovini ci sono "il guru" Neri Marcorè, il compagno nullafacente Dino Abbrescia, l’ex fidanzato Libero De Rienzo.

 

Secondo Valentina Lodovini “il film affronta la fobia del femminile di uomini e donne. A un certo punto la protagonista Giulia dice 'basta, non mi interessa più piacere a tutti i costi, non essere ascoltata ed educata' e si concentra solo su se stessa. E’ lo specchio di un essere umano che in questo momento rappresenta uomini e donne, anche se ovviamente affronta soprattutto la parità, la ribellione alla mancanza di parità”.

 

Il regista Guido Chiesa ("Belli di papà", "Lavorare con lentezza", "Il partigiano Johnnny") ha spiegato la sua visione della storia: "Non vuole essere un film femminista, ma un apologo divertente e problematico sulle mille contraddizioni dell’essere donna oggi, in un mondo in cui l’emancipazione femminile sembra aver fatto grandi passi, ma forse non quelli essenziali".



TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali