FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sharon Stone: "Dopo lʼictus io come Lady Diana, dimenticata da chi diceva di amarmi"

La star di Hollywodd racconta i difficili anni dopo lʼaneurisma che lʼha colpita nel 2001

"Sono stata trattata in modo crudele e brutale... ho perso tutto e mi sono sentita dimenticata". Sharon Stone, 61 anni, torna a parlare del difficile periodo vissuto dopo l'ictus, che l'ha colpita nel 2001. La star di Hollywood dice a "Variety": "E' successo come a Lady Diana, entrambe eravamo famose, lei è morta e io ho avuto un ictus e siamo state dimenticate...".

Sharon Stone come Lady D: "Dimenticata da tutti..."

L'attrice ripercorre i difficili anni trascorsi dopo l'aneurisma e sfoga tutta l'amarezza e la tristezza, non del tutto superate, per come è stata trattata da molte persone. "Mi ci sono voluti 7 anni per riprendermi veramente... Ho perso tutto ciò che avevo, la mia posizione nel mondo del lavoro, la mia vita e mio figlio". Durante la convalescenza Sharon è stata infatti nel mezzo di una battaglia legale per la custodia di suo figlio Roan, che ora ha 19 anni, e che fu affidato al'ex marito Phil Bronstein, 68 anni.

Dopo il delicato intervento chirurgico per ricostruire un'arteria vertebrale che si era rotta provocando un sanguinamento per giorni, Sharon si è risvegliata in ospedale senza neppure sapere cosa le fosse capitato: "Mi sono svegliata scoprendo cosa era successo e poi ho dovuto imparare nuovamente a camminare, ascoltare, scrivere, parlare, ricordare e tutto da capo. Ho pensato che sarei morta per molto tempo anche dopo essere tornata a casa... ".

Sharon ha descritto l'aneurisma come un "colpo fulminante" alla testa così doloroso da farle perdere i sensi e ora è un sostenitrice delle malattie che invecchiano il cervello e che colpiscono in modo sproporzionato le donne.

Intervenendo la scorsa settimana come testimonial a un evento benefico organizzato da un'Associazione, che si occupa proprio della salute del cervello delle donne, l'attrice ha voluto sollecitare tutte a non sottovalutare un forte mal di testa: "Mia madre ha avuto un ictus. Mia nonna ha avuto un ictus. Io ho avuto un forte ictus e un cervello sanguinante per giorni. Quando sono finita in ospedale, dopo tre giorni, avevo solo un 1% di probabilità di sopravvivenza, perché non avevo subito un trattamento immediato. Se hai un forte mal di testa, devi andare subito all'ospedale...".

Nei lunghi e difficili anni dopo l'icuts l'attrice ha dovuto fare i conti con porte chiuse soprattutto nel mondo del lavoro ma sente di dover ringraziare ancora una volta Bernard Arnault, che le offrì un contratto per Dior: "In quegli anni ho capito che la gente non si rende minimamente conto di quanto sia faticoso riprendersi dopo un fatto così grave..."

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE