FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lutto per Mel Gibson, è morto a 101 anni il padre... antisemita e complottista

DellʼOlocausto disse che era "unʼinvenzione"

Estremista cattolico e fanatico religioso, tanto che, per il suo dogmatismo, veniva chiamato Papa Gibson, negazionista dell'Olocausto e convinto antisemita oltre che molto critico nei confronti della chiesa moderna. Hutton Gibson, "controverso" padre del regista Mel Gibson è morto a 101 anni. Nel 2004 aveva detto: "L'Olocausto è un'invenzione".

Il signor Gibson in realtà è deceduto l'11 maggio a Los Robles Hospital and Medical Center a Thousand Oaks, ma i media americani ne sono venuti a conoscenza solo in queste ultime ore consultando un database della California.
Nessuna dichiarazione è giunta dalla famiglia e dal figlio Mel. 

Hutton era stato molte volte al centro di polemiche e scandali in America a causa delle sue posizioni estreme nei riguardi della religione e per le sue opinioni antisemite. Tra il 2003 e il 2004, mentre il figlio era al lavoro su "La passione di Cristo", il padre aveva rilasciato una serie di dichiarazioni a dir poco "scioccanti".

 

 

Il signor Gibson aveva messo in dubbio il numero di ebrei uccisi durante l'Olocausto dicendo che "era stato gonfiato" e poi aveva finito per negare l'Olocausto stesso con queste parole: "È tutto, forse non proprio tutto, una finzione. Ma per la maggior parte lo è".

In quanto alla religione cattolica Gibson Senior non condivideva le idee e i modi della chiesa moderna ed era arrivato persino a negare la legittimità di Giovanni Paolo II come Papa, chimandolo anche il "baciatore del Corano" e sostenendo che il Concilio Vaticano II era stato "un complotto massonico appoggiato dagli ebrei".

 

Nel 1968, in Australia, Mr Gibson aveva fondato l'Alleanza per la tradizione cattolica e da lì in poi aveva creato una newsletter "La guerra è ora" attraverso cui diffondere le sue opinioni ultra-ortodosse. La sua popolarità, che era stata sempre abbastanza di nicchia, ebbe poi una vera e propria impennata quando il figlio Mel divenne una star di Hollywood.

 

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali