FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Johnny Rotten dei Sex Pistols: "Faccio il badante per amore di mia moglie che soffre di Alzheimer”

In unʼintervista al Daily Mirror, lʼicona punk ha raccontato la malattia della donna e di come questa cosa abbia cambiato anche la sua vita

Leader dei Sex Pistols e dei Pil, John Lydon, al secolo Johnny Rotten, ha raccontato al Daily Mirror di essere impegnato a tempo pieno nell'assistenza di sua moglie Nora, malata di Alzheimer: "Sono diventato la sua badante a tempo pieno, non voglio che nessun altro si occupi di lei”. Sposato da 41 anni con lei, l'icona del punk ha speso parole d'amore: “Per me la persona vera è qui. La persona che amo è sempre qui, ogni minuto e ogni giorno della mia vita. Per sfortuna si dimentica delle cose, ma del resto non succede a tutti?".

Nell'intervista Rotten ha spiegato: "Va sempre peggio. Il cervello immagazzina sempre meno ricordi, alcuni frammenti spariscono completamente”. sottolineato poi: “Presumo che la sia condizione sia come una sbronza permanente". L'icona punk è sicuro di una cosa: "Non permetterò a nessuno di incasinarle la testa né la farò mai ricoverare in una casa di cura", spiegando poi che durante la pandemia di Covid-19 i due vivono in isolamento nella loro casa di Venice, in California: "Essendo la sua badante a tempo pieno, sono bloccato qui. Non sento il bisogno di uscire e socializzare con le teste di cazzo là fuori".

 

Il cantante aveva rivelato la battaglia della moglie contro il morbo in un’intervista radiofonica nel 2018, durante la promozione del documentario “The Public Image Is Rotten” con la sua band Public Image Ltd. L'unione tra i due sembra più solida che mai e il cantante non ha alcun problema a occuparsi di lei: "Se uno di noi due se ne va prima dell’altro, sarà un massacro per il sopravvissuto. Lei è più vecchia di me, ma le donne vivono più a lungo degli uomini, quindi dovremmo morire esattamente nello stesso momento, sarebbe perfetto”, aveva dichiarato al Guardian.

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali