FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il bimbo de "La vita è bella" Giorgio Cantarini ora lavora in un call center

Lʼattore aiuta la Protezione Civile a tracciare i contatti dei positivi al Covid 19

A cinque anni è stato protagonista del film premio Oscar "La vita è bella", Giorgio Cantarini è infatti il bimbo della famosa pellicola di Roberto Benigni. Negli anni si è dedicato alla recitazione, ma a causa dell'emergenza Covid, come ha raccontato a "Il Messaggero", ha cambiato rotta e ora fa l'operatore in un call center per la Protezione Civile: "Per gli artisti è un momento difficile, bisogna arrangiarsi. E se ci si riesce dando anche una mano nella battaglia contro il Covid-19, è ancora meglio". 

Giorgio Cantarini, il bimbo de "La Vita è Bella" ieri e ggi

 

 

Giorgio ha vissuto per anni negli Stati Uniti tra New York e Los Angeles e si è fatto conoscere nel mondo grazie a interpretazioni in film come "Il Gladiatore" in cui vestiva i panni del figlio di Russel Crowe. Ora è tornato in Italia.

 

Cantarini è fratello di Lorenzo, cantante dei Dear Jack, e insieme a lui fa parte di un team operativo per il coronavirus, dove ricostruisce la rete di contatti dei positivi. "I teatri sono chiusi e lavorare sul set in questo momento è alquanto difficile", prosegue.

 

TI POTREBBE INTERESSARE:

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali