FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, Ong Mediterranea: "Il figlio di Tria è uno di noi, salva e ci salva da questo orrore"

Con un tweet lʼorganizzazione no-profit conferma il supporto del primogenito del ministro dellʼEconomia nel salvataggio dei 49 profughi imbarcati sulla Mare Jonio: "Non ci poniamo il problema di chi si è parenti"

Migranti, Ong Mediterranea: "Il figlio di Tria è uno di noi, salva e ci salva da questo orrore"

"E' uno di noi". Arriva a fine giornata la conferma che il figlio 38enne del ministro dell'Economia Giovanni Tria, Stefano Paolo, era lo skipper della barca a vela che ha fatto da supporto alla Mare Jonio della Mediterranea Saving Humans, con capo missione l'ex tuta bianca Luca Casarini, nel salvataggio dei 49 migranti di metà marzo. Le prime indiscrezioni erano state pubblicate da La Verità, alimentate dal caso Bugno. "Non ci siamo mai posti il problema di chi ognuno di noi sia figlio e parente; Stefano Tria fa quello per cui Mediterranea è nata: salvare e salvarci da questo orrore", è l'annuncio via Twitter della Ong.

Chi è Stefano Paolo TriaCome dunque anticipato da La Verità, Stefano Paolo Tria, studi di cinematografia alle spalle e passione per il mare e l'archeologia, all'arrivo a Lampedusa, a conclusione dell'odissea dei 49 migranti a bordo della Mare Jonio, è stato identificato come secondo skipper della barca a vela Raj, che faceva da supporto nelle operazioni di salvataggio della Mediterranea nel Canale di Sicilia.

Ufficialmente il figlio del ministro fa parte del progetto Archeosail Lazio, che organizza crociere tra i siti archeologici del Mediterraneo. Stando ai verbali, il 16 marzo sulla Raj, veliero di 15 metri, c'erano 10 persone, partite da Palermo. L'imbarcazione funzionava da appoggio nella missione della Mare Jonio.

E quando la nave dell'Ong, con il suo carico di migranti, alla vigilia del voto del Senato su Matteo Salvini sulla vicenda Diciotti, è arrivata a Lampedusa, il veliero è rimasto in mezzo al mare "per via del maltempo". Successivamente sono avvenuti lo sbarco dell'equipaggio e gli interrogatori.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali