FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Orizzonte Due Ruote, i rischi della nuova mobilità

La pandemia ha reso ancor più vicino e lampante il futuro, con una mobilità nuova e allargata, in cui le due ruote saranno un attore sempre più importante

La pandemia ha reso ancor più vicino e lampante il futuro, con una mobilità nuova e allargata, in cui le due ruote saranno un attore sempre più importante”. A dirlo è stato Pier Francesco Caliari, direttore generale di Confindustria Ancma (lʼassociazione dei costruttori di bici e moto) nel corso del convegno “Orizzonte Due Ruote” organizzato alla 78° edizione di Eicma. “Un futuro tutto da scoprire e con alcuni protagonisti nuovi ‒ continua Caliari ‒ come ad esempio le biciclette elettriche e i monopattini”.

 

E se il futuro ci prepara a un traffico sempre più intenso di questi nuovi veicoli, allora sarà il caso dʼintervenire fattivamente sulla sicurezza legata alla loro circolazione, e a quella degli altri utenti della strada. Da qui alcuni consigli proposti da Ancma, prendendo a piene mani dalle nuove tecnologie, che già stanno arricchendo il settore automotive. Ad esempio lʼairbag elettronico per i veicoli a due ruote, o la chiamata automatica dʼemergenza (Emergency Call) da montare anche nel casco, dopo che lʼUnione Europea ha voluto introdurla dʼobbligo sulle automobili di nuova produzione. Dalla Spagna, invece, arriva un suggerimento utile: lʼobbligatorietà dei guanti quando si guida una moto.

 

Le nuove tecnologie potrebbero essere dʼaiuto, come anche potrebbero le infrastrutture che, invece, scontano ritardi e lentezze. Servirebbero strade “smart”, cioè reti viarie connesse e semaforistica intelligente, in grado di gestire in modo elastico i flussi di traffico. Per Ancma, in sintesi, bisogna intervenire sia dal lato pubblico che da quello privato, per evitare il rischio di arrivare impreparati quando su strada troveremo milioni di monopattini elettrici, hoverboard, e-bike e quadricicli sempre più sofisticati e veloci.

 

In questo nuovo modo di intendere la mobilità, oltre alla sicurezza del prodotto, su cui dobbiamo continuare a lavorare ‒ conclude Caliaridevono avere un ruolo anche le istituzioni e gli stessi motociclisti. Le prime attraverso la realizzazione di infrastrutture più sicure, i secondi con un maggiore senso di responsabilità”.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali