LA GIORNATA IN TEMPO REALE

Ucraina, prorogato di due mesi l'accordo sul grano | Possibile incontro tra Zelensky e inviato della Cina

Putin: "Combattiamo contro i seguaci del nazismo". Meloni: "Il mondo libero è grato all'Ucraina". Un ex soldato americano è rimasto ucciso in un attacco russo a Bakhmut

18 Mag 2023 - 00:15
LIVE
Ultimo aggiornamento: un anno fa

La guerra in Ucraina giunge al giorno 448. Il presidente turco Erdogan annuncia che l'accordo sull'esportazione del grano ucraino è stato prorogato per altri due mesi. Putin rilancia la propaganda di guerra: "È contro i diretti seguaci del nazismo che stiamo combattendo". "Nel pomeriggio è possibile un incontro tra il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e l'inviato cinese Li Hui". Lo ha rivelato un alto funzionario di Kiev a condizione di anonimato. Secondo Pechino, Li Hui dovrebbe discutere della "soluzione politica" del conflitto ucraino durante un tour europeo che lo porterà anche in Polonia, Francia, Germania e Russia.


Kiev considera "importante" la "partecipazione" della Cina agli sforzi di pace. Lo ha detto il ministro degli Esteri ucraino all'inviato cinese Li Hui arrivato oggi nel Paese. Kuleba ha sottolineato all'inviato di Pechino la necessità di "rispettare l'integrità territoriale" dell'Ucraina, lodando al contempo il ruolo "importante" della Cina. A Kiev, il ministro ucraino "ha spiegato in dettaglio al rappresentante speciale cinese i principi del ripristino di una pace duratura e giusta, basata sul rispetto della sovranità e dell'integrità territoriale dell'Ucraina", ha dichiarato il ministero in un comunicato.


L'Ucraina "non accetterà" alcuna proposta di pace che preveda una cessione di territorio alla Russia. Lo ha ribadito il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, al termine del colloquio con l'emissario cinese Li Hui. Kiev esclude inoltre qualsiasi ipotesi di "congelamento" del conflitto.


L'accordo che ha permesso l'esportazione di grano dai porti ucraini attraverso un corridoio sicuro nel Mar Nero è stato esteso per altri due mesi. Lo ha fatto sapere il presidente turco Recep Tayyip Erdogan come riporta la tv di Stato turca Trt.


L'accordo sull'esportazione del grano ucraino è stato prorogato per altri due mesi. Lo riferisce l'agenzia russa Ria Novosti citando il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.


"I russi hanno ucciso un bambino nella regione di Kherson. E' accaduto a seguito dei bombardamenti a Zelenivka. Suo padre l'ha portato in ospedale in braccio". Lo scrive su Telegram il capo dell'ufficio del presidente ucraino, Andriy Yermak. "Ferite anche altre due persone. Erano tutti vicino a un negozio. I terroristi russi continuano a uccidere cinicamente i civili", ha aggiunto nel messaggio.


"È possibile un incontro nel pomeriggio" tra il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e l'inviato cinese Li Hui: lo ha dichiarato un alto funzionario ucraino a condizione di anonimato. Lo scambio sarebbe il primo tra Zelensky, che sta incoraggiando Pechino a fare pressione su Vladimir Putin, e l'alto funzionario cinese dall'inizio dell'invasione russa, il 24 febbraio 2022.



L'accordo sul grano del Mar Nero "è pronto per essere esteso", con la Russia che accetta per ora di rimanere nel patto. Lo riferisce Bloomberg, citando funzionari turchi. Il vice ministro delle Infrastrutture ucraino, Yuriy Vaskov, non ha ancora confermato l'accordo, affermando in un messaggio che è "troppo presto per commentare".


Tre persone sono state uccise e due ferite in un nuovo bombardamento delle forze ucraine su Donetsk, secondo quanto reso noto dal sindaco citato dall'agenzia Ria Novosti. L'attacco, precisa il sindaco, è avvenuto nel distretto Kuibyshevsky. In precedenza lo stesso sindaco, citato dalla Tass, aveva dato notizia di un morto e quattro feriti in un bombardamento sul distretto Petrovsky.


Avrà sede a L'Aia e avrà un ufficio satellite in Ucraina il Registro dei danni causati dall'aggressione della Federazione Russa contro l'Ucraina, istituito dal summit dei capi di stato e di governo del Consiglio d'Europa in corso a Reykjavik, come è stato annunciato oggi. Hanno aderito all'Accordo Parziale Allargato sul Registro 37 dei 46 Paesi membri (tre hanno annunciato l'intenzione di farlo), oltre che tre Stati osservatori, Canada, Giappone, Stati Uniti, e l'Unione europea.


"Noi ci siamo concentrati e ci concentriamo su quello che stiamo facendo: questo è molto rilevante per le capacità dell'Ucraina di difendersi". Lo ha detto il cancelliere Olaf Scholz, in conferenza stampa a Reykjavik, rispondendo a una domanda sulla richiesta di Volodymyr Zelensky alla Germania di far parte della coalizione dei caccia.


"È contro i diretti seguaci del nazismo che i nostri combattenti e comandanti stanno combattendo oggi nel corso dell'operazione militare speciale". Lo ha scritto il presidente russo Vladimir Putin in un messaggio alla comunità ebraica russa in occasione del "Giorno della Salvezza e della Liberazione". "Sia noi che le generazioni future dobbiamo custodire in modo sacro la verità storica sulla Seconda Guerra Mondiale, comprendere le conseguenze devastanti di qualsiasi connivenza con il nazionalismo, l'antisemitismo e la xenofobia", ha aggiunto.


Tre persone sono rimaste ferite ieri in seguito ai bombardamenti russi nella regione di Zaporizhzhia: lo ha reso noto su Telegram il capo dell'amministrazione militare regionale, Yuriy Malashko, come riporta Ukrinform. Le truppe russe hanno bombardato 16 città e villaggi vicino alla linea del fronte, ha precisato Malashko, lanciando un totale di 88 attacchi su 51 obiettivi civili. Un uomo di 48 anni è rimasto ferito a Huliaypole, mentre un 34enne e un 61enne sono rimasti feriti a Uspenivka.


La Cina ha chiesto a diverse ambasciate e missioni straniere a Pechino di non mostrare "propaganda politica" sui loro edifici, facendo riferimento alle bandiere ucraine che queste hanno esposto dopo l'invasione russa di febbraio dello scorso anno. L'hanno detto diplomatici all'agenzia di stampa Reuters. "Noi e altri abbiamo ricevuto una lettera che invitava le ambasciate e gli uffici di rappresentanza ad astenersi dall'usare i muri esterni dei loro edifici per 'propaganda politica'", ha detto a Reuters un diplomatico, la cui ambasciata espone un'immagine della bandiera dell'Ucraina. Il diplomatico ha affermato che la missione non intende conformarsi alla notifica. Altri tre diplomatici con sede a Pechino hanno confermato che c'era stata una notifica, aggiungendo che sebbene non menzionasse direttamente la bandiera dell'Ucraina, era chiaramente mirata a quella. 


Secondo l'ultimo aggiornamento fornito dalle forze armate ucraine la Russia avrebbe perso oltre 200mila dei militari inviati al fronte dall'inizio della guerra il 24 febbraio del 2022. Il totale aggiornato è di 200.590 contando le 610 vittime registrate nelle ultime 24 ore di combattimenti. A questi vanno aggiunti 3.771 carri armati, 7.365 veicoli corazzati da combattimento, 3.166 sistemi di artiglieria, 308 aerei, 294 elicotteri, 982 missili da crociera e 18 navi. 


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accolto con favore l'impegno di Gran Bretagna e Paesi bassi di costruire una "coalizione internazionale" per fornire supporto di aerei da combattimento all'Ucraina, e il sostegno della Francia alla coalizione, come un "buon inizio". Lo riferisce il Guardian. Ieri il primo ministro britannico Rishi Sunak e il primo ministro olandese Mark Rutte si sono impegnati a costruire una "coalizione internazionale" per fornire supporto ai caccia da combattimento per l'Ucraina. Le nazioni occidentali finora si sono rifiutate di fornire jet avanzati per aiutare l'Ucraina a prendere il comando dei cieli contro la Russia, riporta l'agenzia di stampa.


Le forze russe continuano a concentrare le loro operazioni offensive nelle direzioni di Lyman, Bakhmut, Avdiivka e Maryinka - nella regione di Donetsk (est) - dove ieri hanno avuto luogo 55 scontri con le truppe ucraine: lo scrive su Facebook lo Stato Maggiore delle Forze Armate di Kiev nel suo aggiornamento quotidiano sull'andamento della guerra, come riporta Ukrinform. "Bakhmut e Marinka continuano ad essere l'epicentro delle ostilita'", aggiunge il rapporto. Ieri i russi hanno lanciato 31 attacchi missilistici: in particolare due missili S-300 hanno colpito un'infrastruttura civile a Kostyantynivka, nella regione di Donetsk, e due missili Kalibr hanno danneggiato un'infrastruttura civile a Mykolaiv. Inoltre, le forze di Mosca hanno effettuato 57 raid aerei e hanno lanciato 96 attacchi missilistici contro posizioni ucraine in aree popolate.


Il sistema di difesa missilistico Patriot di fabbricazione statunitense utilizzato dall'Ucraina probabilmente ha subito alcuni danni a causa di un attacco russo. L'hanno detto oggi all'agenzia di stampa Reuters due funzionari statunitensi, aggiungendo che non sembra essere stato distrutto. Il sistema Patriot fa parte di una serie di sofisticate unita' di difesa anti-aerea fornite dall'Occidente per aiutare l'Ucraina a respingere una campagna russa di attacchi aerei che ha preso di mira infrastrutture critiche, impianti energetici e altri siti. 


Un americano è stato ucciso in un attacco della Russia in Ucraina. Lo riporta la Cnn. Si tratta di Nicholas Maime, un soldato in pensione delle forze speciali dell'esercito Usa che aveva servito per oltre 20 anni. L'ex militare si trovava in un edificio a Bakhmut colpito dal fuoco dell'artiglieria di Mosca, ha detto il tenente colonnello in pensione Perry Blackburn. La notizia della morte di un americano era già stata data dal leader dei mercenari della Wagner, Yevgeny Prigozhin, ma la Casa Bianca non aveva confermato.



La guerra in Ucraina "non finirà con una vittoria dell'imperialismo russo, sosterremo Kiev finché sarà necessario". Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz, aggiungendo che, nel frattempo, "come Consiglio d'Europa dovremmo mantenere contatti con i rappresentanti di un'altra Russia, di un'altra Bielorussia, e quindi mantenere aperta la prospettiva di un futuro democratico e pacifico per entrambi i Paesi, per quanto improbabile possa sembrarci oggi".


"A Zelensky voglio dire che l'intera Europa e tutto il mondo libero sono loro debitori". Lo ha dichiarato Giorgia Meloni, durante il summit dei capi di Stato e di governo del Consiglio d'Europa a Reykjavik. Il presidente ucraino "ci ha ringraziato per come stiamo aiutando l'Ucraina. Ma siamo noi debitori all'Ucraina: ha fatto capire al mondo intero quanto possa essere difficile piegare un popolo libero", ha aggiunto il presidente del Consiglio.


"La solidarietà del G7 verso l'Ucraina è più forte dell'anno scorso". Lo ha detto il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale Usa, John Kirby, sottolineando che l'intento comune dei leader "è l'isolamento di Putin".


"Siamo europei e siamo liberi e lavoriamo insieme al massimo della nostra forza quando si tratta di proteggere il nostro modo di vivere". Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un passaggio del suo intervento al Consiglio d'Europa in Islanda. "Gloria all'Ucraina e gloria all'Europa. Grazie a tutti per gli aiuti".


Londra vuole costruire una "coalizione internazionale" per aiutare l'Ucraina a ottenere aerei da combattimento F-16. Lo ha riferito il governo britannico, dopo l'incontro tra il primo ministro Rishi Sunak e il suo omologo olandese Mark Rutte. I due "hanno convenuto che avrebbero lavorato insieme per costruire una coalizione internazionale per fornire all'Ucraina capacità aeree da combattimento, che vanno dall'addestramento alla consegna di aerei F16".

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri