LA GIORNATA IN TEMPO REALE

Media: un drone con la scritta "Gloria Ucraina" è caduto vicino a Mosca | Russia: "La Germania è direttamente coinvolta nel conflitto"

Kiev: "La Russia ha rapito 4.390 orfani ucraini". Mosca: testati missili antinave Moskit nel Mar del Giappone. Droni russi attaccano Kiev: esplosioni e incendi.

di Redazione online
29 Mar 2023 - 00:34
LIVE
Ultimo aggiornamento: un anno fa

La guerra in Ucraina giunge al 398esimo giorno ancora nel segno dei bombardamenti. Secondo quanto riportano i media russi, un drone ucraino si è schiantato in un'area 70 chilometri da Mosca. Nella notte un attacco di droni russi su Kiev ha causato esplosioni e incendi. Kiev sostiene che le forze russe hanno rapito un totale di 4.390 bambini ucraini orfani, con un solo genitore o privi di cure parentali. Il Cremlino dichiara: "La Germania è direttamente coinvolta nel conflitto". Poi annuncia di aver effettuato un test di missili antinave nel Mar del Giappone


"Dobbiamo rafforzare la risposta comune della comunita' internazionale all'aggressione russa in corso contro l'Ucraina. È necessario trovare un meccanismo legale per confiscare i beni russi congelati all'estero e destinarli alla ricostruzione dell'Ucraina. Dobbiamo continuare a rafforzare il regime di sanzioni contro l'aggressore: il prossimo pacchetto di sanzioni dovrebbe includere l'energia nucleare russa". Lo ha detto il viceministro degli Esteri lituano.


Gli Stati Uniti hanno espresso il loro sostegno alla creazione di un tribunale speciale per perseguire la Russia per il "crimine di aggressione" contro l'Ucraina, un'idea promossa dall'Unione Europea. 



Un drone si è schiantato in un'area chiamata Nuova Mosca, vicino alla capitale della Russia. Secondo quanto riportato dai media russi come Baza, il veicolo era dipinto di giallo e blu e sulle ali aveva la scritta "Gloria all'Ucraina". Le forze dell'ordine hanno riferito alla Tass che "presumibilmente, il relitto dell'Uav e' stato trovato vicino ai binari della ferrovia nel villaggio di Svitino", a circa 70 chilometri dal centro di Mosca, "e non ci sono state vittime". Il drone è stato scoperto da un residente locale e sul posto è attualmente al lavoro una squadra investigativa.


I combattimenti si sono intensificati intorno alla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, la più grande d'Europa, aumentando ulteriormente la possibilità di un incidente nucleare. Lo ha detto il capo dell'Aiea, Rafael Grossi, in un'intervista all'Ap pubblicata sul sito web. "C'è un aumento del livello di combattimento, combattimento attivo" nell'area della centrale, ha detto Grossi. "Le mie squadre lì riferiscono ogni giorno sugli attacchi". Grossi ritiene in ogni caso che un accordo sulla protezione dell'impianto sia "vicino", e dopo aver incontrato Zelensky "molto probabilmente" andrà in Russia nei prossimi giorni.


"Nessun'altra nazione vuole la pace più dell'Ucraina. Ma la pace a ogni costo è un'illusione. Il popolo ucraino accetterà la pace solo se garantirà la cessazione completa dell'aggressione russa, il completo ritiro delle truppe russe dal territorio ucraino e il ripristino dell'integrità territoriale del nostro stato all'interno dei confini riconosciuti a livello internazionale": lo ha detto il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba intervenendo a un evento sulla guerra nel suo Paese legato al secondo summit (virtuale) per la democrazia voluto da Joe Biden.


"Le cose diventeranno molto più difficili. Ci vorrà molto, molto tempo". Il commento sulla durata della guerra in Ucraina non arriva da una persona qualunque, bensì dal portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Secondo quanto riportato dal Guardian, Peskov si sarebbe espresso in questo modo durante una cena a fine dicembre alla presenza di importanti rappresentanti dell'e'lite russa.


Le guardie di frontiera ucraine hanno distrutto un "rifugio" dei mercenari del Gruppo Wagner a Bakhmut, nella regione di Donetsk, dove continuano pesanti combattimenti: lo ha reso noto su Telegram il servizio di frontiera statale del Paese, come riporta RBC-Ucraina. Da questa sorta di base, spiega la testata, i mercenari attaccavano con fuoco mirato le posizioni delle forze armate ucraine.



Mosca "si rammarica" che il Consiglio di Sicurezza dell'Onu non abbia approvato ieri sera una risoluzione presentata dalla stessa Russia in cui si condannava il sabotaggio al gasdotto Nord Stream e si chiedeva un'inchiesta internazionale sull'accaduto. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. "Chiaramente continueremo i nostri sforzi per impedire che la questione venga posta in stallo", ha aggiunto il portavoce, citato dall'agenzia Interfax. La risoluzione ha ottenuto il voto favorevole di Russia, Cina e Brasile e 12 astensioni.


La Germania svolge un ruolo attivo nel "pompare armi l'Ucraina" e ciò "aumenta il suo coinvolgimento diretto e indiretto nel conflitto". Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, commentando la fornitura di carri armati Leopard.


Il ministero degli Esteri della Bielorussia ha dichiarato di essere costretto a ospitare armi nucleari tattiche russe sul suo territorio in risposta alla crescente aggressività dei paesi Nato che minacciano la sicurezza della stessa Bielorussia. "Le misure coercitive unilaterali in ambito politico ed economico si sommano al crescente potenziale militare dei Paesi vicini alla Nato proprio ai nostri confini".


Le forze russe hanno rapito un totale di 4.390 bambini ucraini orfani, con un solo genitore o privi di cure parentali. Lo ha dichiarato il ministro ucraino per la Reintegrazione dei territori occupati, Irina Vereshchuk, spiegando che i piccoli si trovano ora nei territori occupati o in Russia e che Kiev sta raccogliendo le prove dei rapimenti e delle deportazioni illegali per sottoporle alla Corte penale internazionale.


La Russia ha effettuato un test di missili antinave nel Mar del Giappone. Lo ha reso noto il ministero della Difesa russo, affermando che due imbarcazioni hanno lanciato un attacco missilistico simulato contro una finta nave da guerra nemica a circa 100 chilometri di distanza. L'obiettivo "è stato colpito con successo da due missili da crociera Moskit". Il Moskit è un vettore supersonico con capacità di testata convenzionale e nucleare.


Un attacco di droni russi su Kiev ha causato esplosioni e incendi. L'amministrazione militare dell'oblast della capitale ucraina ha comunicato di aver abbattuto tutti i velivoli senza pilota usati dalle forze di Mosca per l'attacco.


"Senza l'immediato ritiro delle truppe e del personale russo dalla centrale nucleare di Zaporizhzhia e dai territori adiacenti, qualsiasi iniziativa per ripristinare la sicurezza nucleare è destinata al fallimento". Lo afferma il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, riferendo su Telegram del suo incontro con il capo dell'Aiea Rafael Grossi. 


Il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, ha confermato che la Germania ha consegnato i carri armati Leopard 2 all'Ucraina. "Si', abbiamo consegnato i carri armati Leopard come avevamo annunciato", ha detto in un conferenza stampa.


L'Ucraina ha ricevuto i suoi primi carri armati britannici Challenger. Lo ha annunciato il ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov, il quale ha spiegato di aver "avuto l'onore di testare l'ultima aggiunta alle nostre unità corazzate": i Challenger britannici, i veicoli militari Strykers e Cougars dagli Stati Uniti e i Marders dalla Germania. "Dopo aver pilotato personalmente il Challenger, posso dire che il guidatore di una Rolls Royce non si troverà a suo agio come l'equipaggio di quest'opera di arte militare", ha scritto il ministro.

Ti potrebbe interessare

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri