FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Iran, polizia: 739 arresti durante manifestazioni per morte Mahsa Amini

L'Iran, ha spiegato il presidente Raisi, è pronto a impedire "qualsiasi azione che minaccia la sicurezza"

Mahsa Amini velo
IranHumanRights.org, Twitter

La polizia iraniana ha arrestato "739 rivoltosi, tra cui 60 donne" nella sola provincia di Guilan, durante le proteste dell'ultima settimana in seguito alla morte della 22enne curda Mahsa Amini.

La giovane è deceduta mentre era sotto la custodia della polizia morale che l'aveva arrestata perché non indossava correttamente il velo. Lo ha riferito l'agenzia di stampa Tasnim citando il generale Azizollah Maleki, capo della polizia della provincia di Guilan, nel nord dell'Iran.

 

 

Gli studenti di diverse università, tra cui quella di Teheran, hanno continuato a radunarsi per condannare la morte di Mahsa Amini. Le manifestazioni si tengono nel primo giorno di apertura delle università e delle scuole, mentre il governo ha annunciato che le lezioni universitarie si terranno online per almeno due settimane.

 

Raisi: "Impediremo qualsiasi azione che minaccia la sicurezza" - Qualsiasi cosa che possa mettere in pericolo la sicurezza dell'Iran "non sarà tollerato". Lo ha dichiarato il presidente iraniano Ebrahim Raisi, spiegando che "se qualcuno ha qualcosa da dire, sarà ascoltato, ma qualsiasi cosa che possa mettere in pericolo la sicurezza del Paese e del suo popolo non sarà tollerato".

 

Iran, le donne hanno potuto assistere a una partita di campionato di calcio: non succedeva dal 1979

Il 25 agosto, le donne iraniane hanno potuto assistere a una partita di calcio del campionato nazionale (Esteghlal-Mes Kerman) allo stadio Azadi di Teheran. Non accadeva dalla Rivoluzione islamica del 1979. Come riporta la Bbc, sebbene non vi sia alcun divieto ufficiale per le donne di partecipare a eventi sportivi in ​​Iran, è raro che vi partecipino poiché spesso viene loro rifiutato l'ingresso. La decisione è arrivata dopo che la Fifa ha inviato una lettera alle autorità iraniane chiedendo loro di revocare il divieto alle donne di entrare negli stadi perché viola gli statuti del calcio internazionale. Giovedì, le tifose sono state collocate in una tribuna a parte e sono entrate attraverso un ingresso diverso da quello degli uomini.

Leggi Tutto Leggi Meno

 

Teheran: "I manifestanti seguono gli Usa e l'Europa" - Il ministro dell'Interno dell'Iran, Ahmad Vahidi, ha detto che i manifestanti che protestano nel Paese da una settimana, "seguono gli Stati Uniti e i Paesi europei e i controrivoluzionari con il fine di creare disordine e distruzione nel Paese", aggiungendo che il bando a Internet, a Whatsapp e Instagram continuera' fino alla fine delle proteste. Oggi e' stato aggiunto al bando anche Stalink, l'internet satellitare di Elon Musk. Quanto alla causa delle proteste, la morte di Mahsa Amini dopo l'arresto per il velo indossato male, Vahidi ha detto di escludere da parte sua il pestaggio da parte della polizia, dicendo di "attendere il rapporto finale del team medico", che esegue l'autopsia. (

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali