FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Quarant'anni di ZX Spectrum, l'home computer creato da Sir Clive Sinclair

Nel 1982 debuttava l’importante computer a 8-bit prodotto da Sinclair: un tuttofare particolarmente apprezzato dagli amanti dei videogame

IGN

Parlando di home computer a 8-bit l’Italia è considerabile "commodoriana": tra Vic-20 e soprattutto Commodore 64 i dispositivi della società canadese sono stati molto diffusi nel nostro paese, ricoprendo un ruolo importante nell’informatizzazione di moltissime famiglie italiane.

Un altro sistema a 8-bit nato nel

1982

si fece comunque strada nei cuori di tanti utenti - specialmente europei - ovvero lo

ZX Spectrum di Sinclair

.

Progettato da Sir Clive Sinclair, questo compatto home computer riprendeva la filosofia dei già citati dispositivi targati Commodore proponendosi come una tastiera - caratterizzata dai tastini gommosi - da collegare a un semplice televisore, una mossa che rendeva questa tipologia di dispositivi particolarmente economici, eliminando la necessità di acquistare un monitor dedicato: il prezzo di lancio nel 1982 fu quello abbordabilissimo di 189 sterline, che in italia diventarono 370mila lire per il sistema dotato da 48 KB di memoria.


 


ZX Spectrum - Sir Clive Sinclair - Home Computer 8 bit
IGN


 


Lo ZX Spectrum si presentava come un computer tuttofare

capace sia di offrire software professionali e un completo ambiente di sviluppo - basato sul proprietario

Sinclair BASIC

- che di

proporre un’ampia gamma di videogame

. Il buon successo di Spectrum - con circa

cinque milioni di pezzi venduti nel mondo

in quattro anni - e la facilità di programmazione hanno infatti portato

tantissime software house a creare videogiochi per questa piattaforma

, sia titoli completamente originali che conversioni da altri sistemi o da sala giochi.


 


Il particolare chip grafico di uno ZX Spectrum permette di colorare piccole porzioni di schermo con una singola tinta

: questo comporta la necessità di creare disegni montandoli a mosaico e si traduce in

un effetto denominato "color clash" quando la grafica dei videogame è in movimento

.


 


ZX Spectrum - Sir Clive Sinclair - Home Computer 8 bit
IGN


 


Gran parte dei giochi per questo computer si presentarono con immagini sostanzialmente monocromatiche, una soluzione che, unita all’interessante risoluzione video di 256 per 192 pixel donava a molti videogame per Spectrum un aspetto particolare e ben definito. Per contro

le doti sonore del sistema risultavano decisamente limitate

 e non era davvero possibile creare musiche complesse e orecchiabili (specialmente in confronto all’ottimo chip musicale SID del Commodore 64).


 


Su ZX Spectrum sono arrivati praticamente tutti i più importanti videogame da sala giochi degli anni ‘80

, con ottime conversioni di

R-Type

,

Midnight Resistance

,

Robocop

e

Rainbow Islands

, solo per pescarne alcune particolarmente apprezzate.


 


ZX Spectrum - Sir Clive Sinclair - Home Computer 8 bit
IGN


 


A brillare in modo particolare su ZX Spectrum furono

numerosi giochi nati appositamente per il sistema

(o comunque per piattaforme home computer a 8-bit): ad esempio l’apprezzata

Rare

è nata proprio come sviluppatrice per questo sistema, dando vita a giochi come

Sabre Wulf

,

Jet Pack

e

Knight Lore

.


 


Oltre a gestire validi videogame in graficamente bidimensionale,

il processore Z80 a 3.5 MHz dello ZX Spectrum è stato in grado di dare vita a diversi giochi in grafica 3D

: basti pensare a titoli come

Fighter Bomber

,

Elite

o la gamma di complessi titoli sviluppati da Incentive Software come ad esempio

Castle Master

o

Driller

, primi esempi di esplorazione di ambienti completamente poligonali che su questo volenteroso personal computer

si muovevano su schermo con una sorprendente disinvoltura

.


 


ZX Spectrum - Sir Clive Sinclair - Home Computer 8 bit
IGN


 


Proprio come accaduto alla gamma di computer Commodore, anche gli Spectrum,

nonostante serie di modelli lanciati sul mercato addirittura fino a metà degli anni ‘90, scomparirono

, lasciando progressivamente il passo a computer più moderni come

Amiga

e

Atari ST

, e ai PC basati su

sistema operativo DOS

e successivamente

Windows

: il contributo che questi piccoli personal computer hanno dato alla diffusione dell’informatica nelle case di tutto il mondo è comunque enorme per cui spegnere le quaranta candeline sulla torta dello ZX Spectrum è quantomeno doveroso.


 



 


Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali