FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Bionic Commando: il soldato cyborg dei videogiochi

Nel 1987 Capcom invia in missione un super-soldato munito di braccio bionico: ripercorriamo insieme la storia di "Super Joe"

IGN

La splendida Capcom degli anni ‘80 è stata una fucina di giochi arcade importantissimi, tra i quali Ghosts’n Goblins e Street Fighter.

Tra i titoli più interessanti sviluppati dalla società nipponica in quegli anni di fuoco spicca un bizzarro gioco d’azione che arriva nel

1987

in Giappone con il titolo di

Top Secret

, e che giunge poco dopo anche dalle nostre parti con il più esplicito nome

Bionic Commando

.

In quegli anni, in effetti, il termine "bionico" andava sicuramente di moda, ma

il cambio di titolo da parte di Capcom è certamente "furbetto", dal momento che tenta di richiamare il precedente Commando

, suo sparatutto a tema militare del 1985 che in effetti in Europa e negli Stati Uniti ha riscosso molto successo.


 


Bionic Commando - Capcom
IGN


 


In realtà Bionic Commando è un gioco a sé stante che

ci mette nei panni di un super-soldato

che deve infiltrarsi in una base nemica per fermare il lancio di alcune testate nucleari: niente di nuovo sotto il sole, specialmente nell’affollato panorama di videogiochi d’azione di quegli anni. Semmai,

la vera particolarità del gioco risiede nella peculiare dotazione del protagonista

, equipaggiato con un

braccio bionico capace di allungarsi e fungere così da rampino

.


 


Usando questo versatile strumento

possiamo così esplorare i vasti livelli del gioco dondolandoci come un futuristico Tarzan

. Questo, unito al pratico fucile in dotazione, ci rende particolarmente letali contro le truppe nemiche, dal momento che possiamo spesso e volentieri

sbucare alle loro spalle

raggiungendo la piattaforma su cui si trovano per eliminarli senza che possano reagire, sfoggiando

manovre che per un videogame del 1987 sono decisamente fuori dal comune

. Gli sviluppatori hanno anche pensato di

permettere l’utilizzo del rampino per raccogliere oggetti a distanza

o come strumento per stordire momentaneamente i nemici, aggiungendo la possibilità di "spararlo" in cinque direzioni.


 


Bionic Commando - Capcom
IGN


 


A valorizzare il peculiare gameplay di Bionic Commando ci pensa

un level design eccellente, che sfrutta a fondo la verticalità dei livelli per offrire una buona sensazione di "scalata"

. L’impossibilità di saltare ci mette inoltre di fronte alla

necessità di analizzare l’ambiente circostante

per individuare gli appigli giusti e pianificare i nostri spostamenti per evitare di rimanere in posizioni esposte al fuoco nemico. Non manca qualche arma aggiuntiva da raccogliere qui e lì e lo

scontro con qualche nemico più coriaceo degli altri

al termine dei sette livelli che compongono il gioco.


 


Il risultato è

un videogame particolare e particolarmente frenetico che riscuote un buon successo sia in patria che nelle sale giochi occidentali

. Non manca ovviamente tutta una serie di conversioni per i più diffusi sistemi domestici, delle quali purtroppo solo alcune sono realmente degne di nota.


 


Bionic Commando - Capcom
IGN


 


Se

la versione europea sviluppata per Commodore 64 da Go! è considerata come una delle migliori conversioni

da coin-op per la piattaforma, dall’altra la relativa conversione statunitense o le versioni per

Amiga

e

Atari ST

risultano purtroppo pessime. Capcom e Nintendo collaborano per creare

una sorprendente versione ad-hoc per NES

, creando un gioco davvero molto differente dall’originale da sala e più articolato, che diventa rapidamente

un importante punto di riferimento

per la ludoteca della console a 8-bit.


 


Negli anni

Capcom ha sviluppato la serie proponendo diversi capitoli

, tra i quali spiccano lo sfortunato

reboot tridimensionale per PlayStation 3 e Xbox 360 del 2009

e i due ottimi episodi della mini-serie

Bionic Commando: Rearmed

iniziata nel 2008. Chi volesse provare oggi l’originale può farlo recuperando facilmente una delle raccolte dei classici Capcom che lo include, oppure rivolgendosi a

Capcom Arcade Stadium

per PlayStation 4, Xbox One e PC.


 



 


Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali