FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Oggi è il "Blue Monday", ecco come nasce e i dubbi sul giorno più triste dell'anno

La ricorrenza nasce nel 2005 da un calcolo matematico che tiene conto di alcune variabili come il meteo, i sensi di colpa per i soldi spesi a Natale e il calo di motivazione dopo le Feste

Il terzo lunedì di gennaio, che quest'anno è il 17, è riconosciuto a livello internazionale come "Blue Monday", il giorno più triste dell'anno per gli abitanti dell'emisfero boreale. La ricorrenza nasce nel 2005 da un calcolo matematico del dottor Cliff Arnall, uno psicologo dell'Università di Cardiff, che ha incrociato alcune variabili come il meteo, i sensi di colpa per i soldi spesi a Natale e il calo di motivazione dopo le Feste. Tuttavia, alcuni scienziati hanno definito la formula di Arnall "farsesca e priva di fondamento scientifico". Vediamo il perché.

In un articolo pubblicato sul Guardian già nel 2012, il neuroscienziato Dean Burnett definiva la formula di Arnall "ridicola" perché le variabili sono "arbitrarie, impossibili da quantificare e in larga parte incompatibili tra di loro".

 

Inoltre, il calcolo di Arnall nascerebbe da una collaborazione con la compagnia di viaggi Sky Travel, che ha usato la formula per una campagna pubblicitaria. 

 

Tuttavia, nonostante i dubbi che ormai da anni lo accompagnano, il "Blue Monday" è diventato una tradizione tanto che ogni terzo lunedì di gennaio, l'hashtag circola sui social, mentre sui siti gli esperti danno consigli su come affrontarlo.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali