FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Dl Superbonus, Tajani: "Senza le nostre modifiche voteremo contro" | Sugar tax da luglio 2025: l'accordo c'è

Il segretario di Forza Italia: "È giusto difendere i conti pubblici, è giusto chiudere una stagione che è stata gestita malissimo, ma non puoi dare delle regole retroattive"

Dl Superbonus, Tajani:
Ansa

Se il dl Superbonus non sarà modificato, "voteremo contro in Commissione".

Lo ha detto il segretario di Forza Italia e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, in relazione agli emendamenti presentati da FI per lo stop alla retroattività del bonus edilizio e sulla Sugar tax. E proprio su quest'ultimo punto in serata è stato raggiunto un accordo che prevede il rinvio della Sugar tax al primo luglio 2025. Lo ha reso noto il ministro per i rapporti con il Parlamento Luca Ciriani. "E' una nostra vittoria", ha commentato il capogruppo di Forza Italia al Senato Maurizio Gasparri.

Dl Superbonus, Tajani:
Tgcom24

Le parole di Tajani

 Durante un incontro organizzato a Roma da Confcommercio in vista delle elezioni europee, Tajani aveva detto: "In questi giorni ho dovuto fare qualche polemica perché non mi piace la Sugar tax, non mi piace che si affronti la questione del Superbonus con regole retroattive. È giusto difendere i conti pubblici, è giusto chiudere una stagione che è stata gestita malissimo, ma non puoi dare delle regole retroattive. Così finisce la fiducia dei consumatori, dei cittadini, degli investitori nei confronti delle istituzioni".

 

"È una questione di principio, se c'è una regola e la vuoi cambiare la puoi cambiare, ma gli effetti del cambiamento valgono dal momento in cui la modifica viene approvata - aveva precisato -. Quanto alla tassa sullo zucchero già c'è quella europea, non credo che dobbiamo aggiungerne altre. Non porta grande indotto, questo rischia di aumentare, senza alcun vantaggio, il prezzo di tante bibite, anche quelle realizzate con prodotti italiani come quelle che fanno le nostre cooperative, che fanno succhi di frutta, quindi andremmo a colpire anche qui un prodotto italiano. Noi riteniamo che debba esserci una tassa sulle multinazionali che invadono il nostro mercato".

 

Giorgetti: "Superbonus è come una droga, disintossicarsi"

 Sul Superbonus ci ha messo una pietra sopra il ministro dell'Economia, Giancarlo Giorgetti, che ha commentato in maniera lapidaria: "E' una misura eccezionale per tempi eccezionali" e da "da questo tipo di droga economica bisogna uscire. La disintossicazione purtroppo è dolorosa però qualcuno la deve fare, qualcuno deve ordinarla tenendo conto che chi ne è più interessato e ne trae vantaggi non è d'accordo. Dalla droga bisogna uscire, la droga non è una buona cosa. Quindi io spero che si metta veramente un punto definitivo ed è giusto e anche mio dovere come ministro dell'Economia e delle finanze mettere in chiaro la situazione".

 

 Arrivati pareri del Mef in commissione, contrari alle modifiche

 Intanto sono arrivati alla commissione Finanze del Senato gli attesi pareri del Mef ai subemendamenti che modificano l'emendamento del governo al decreto Superbonus: sono contrari alle modifiche proposte da Forza Italia per togliere la retroattività dell'allungamento a 10 anni delle detrazioni del Superbonus. Sul tema della Sugar tax, invece, si attende una riformulazione del Mef che individui la copertura per il rinvio a gennaio 2025, pari a circa 72 milioni.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali